Fabio Armiliato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Fabio Armiliato
Fotografia di Fabio Armiliato
Nazionalità Italia Italia
Genere Classica
Opera

Fabio Armiliato (Genova, 17 agosto 1956) è un tenore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Genova, ha studiato al Conservatorio Niccolò Paganini della sua città, dove ha anche frequentato un corso di composizione.È fratello del grande direttore d'orchestra Marco Armiliato. Vincitore del II Concorso Nazionale Tito Schipa di Lecce e del Concorso Internazionale Pavia Lirica, fa il suo debutto nel 1984 nel ruolo di Adorno nel Simon Boccanegra con il Teatro Carlo Felice di Genova seguito da Licinio ne La Vestale, al Teatro Pergolesi di Jesi nel 1986, iniziando una carriera internazionale.

Nel 1989 è Cavaradossi in Tosca (opera) con Giovanna Casolla, Ingvar Wixell ed Alfredo Mariotti alle Terme di Caracalla di Roma e Riccardo in Un ballo in maschera con Leo Nucci, Alida Ferrarini ed Angelo Nosotti al Teatro Regio di Parma e nel 1991 Radames in Aida all'Opéra municipal de Marseille.

Nella prima metà degli anni novanta la sua prima consacrazione internazionale con i debutti al Metropolitan di New York, nel 1993, come Manrico ne Il trovatore, di Giuseppe Verdi diretto da Nello Santi con Vladimir Chernov e Dolora Zajick seguito nel 1994 da Radames in Aida con Andrea Gruber, Juan Pons e Paul Plishka e Turiddu in Cavalleria rusticana (opera) con Maria Guleghina. Altri importanti debutti sono: al Teatro alla Scala di Milano nel 1994 in concerto e nel 1995, interpretando il ruolo di Faust nel Mefistofele (opera) di Arrigo Boito sotto la direzione di Riccardo Muti con Samuel Ramey; al Teatro Colón di Buenos Aires con Adriana Lecouvreur (opera) e Tosca; alla San Francisco Opera nel 1994 come Manrico ne Il trovatore diretto da Daniel Oren e con Aida; allo Sferisterio di Macerata nel 1995 con Tosca diretta da Donato Renzetti con Raina Kabaivanska; all'Opéra National de Paris nel 1996 come Renato des Grieux in Manon Lescaut; al Teatro Regio di Parma con La Bohème e alla Wiener Staatsoper come Gustaf III. in Un ballo in Maschera diretto da Anton Guadagno nel 1998.

Ancora al Metropolitan nel 1995 è Gabriele Adorno in Simon Boccanegra diretto da James Levine con Kiri Te Kanawa e Robert Lloyd, nel 1996 il Conte Loris Ipanov in Fedora (opera) diretto da Roberto Abbado con Mirella Freni, Ainhoa Arteta e Charles Anthony Caruso e nel 1997 Cavaradossi in Tosca diretto da Levine e Don Carlo diretto da Myung-Whun Chung con Thomas Hampson (cantante).

A Bilbao nel 1996 canta in Cavalleria rusticana e nel 1998 in Carmen (opera).

Nuovamente a San Francisco nel 1997 è Radames in Aida diretto da Donald Runnicles ed a Parigi nel 1998 Mario Cavaradossi in Tosca.

Ancora a Vienna nel 1999 è Don José in Carmen diretto da Marcello Viotti con Waltraud Meier e nel 2000 Faust in Mefistofele diretto da Fabio Luisi con Roberto Scandiuzzi ed Ernani diretto da Paolo Carignani.

Nel 1999 debutta all’Arena di Verona, dove ha cantato in Aida e Carmen tornando negli anni seguenti in Aida negli anni 2000, 2001 e 2009, Tosca nel 2002, Madama Butterfly nel 2006 ed in Carmen nel 2008.

2000-2014[modifica | modifica wikitesto]

Dall’anno 2000, è legato al soprano Daniela Dessì: la coppia ha interpretato moltissimi titoli di repertorio quali Andrea Chénier (opera) a Nizza nel 2000, Manon Lescaut (Siviglia, Barcellona, Vienna, Parma nel 2005 e Berlino), Adriana Lecouvreur a Napoli e Milano, Aida a Barcellona, Simon Boccanegra al Festival Verdi di Parma diretti da Bruno Bartoletti nel 2004 e soprattutto l’interpretazione di uno dei titoli più importanti del repertorio verista: Francesca da Rimini di Zandonai, al Teatro dell'Opera di Roma nel 2003 ed allo Sferisterio di Macerata, che ha celebrato nel maggio del 2004 il centenario dell'opera.

All'Opera di Chicago nel 2001 è Mario Cavaradossi in Tosca diretto da Bartoletti con la Dessì e Ruggero Raimondi.

Ancora a Vienna nel 2001 è Don Carlo, Mario Cavaradossi in Tosca e Radames in Aida, nel 2002 Kalaf in Turandot e sostituisce Giuseppe Filianoti nel II e III atto come Alfredo Germont ne La traviata diretto da Renato Palumbo, nel 2005 Andrea Chénier con Violeta Urmana, nel 2007 il Cavaliere Renato Des Grieux in Manon Lescaut con la Dessì, nel 2009 Don Alvaro ne La forza del destino con Silvio Zanon e Giacomo Prestia e nel 2014 Turiddu in Cavalleria rusticana arrivando a 68 recite viennesi.

Nuovamente al Metropolitan nel 2002 è Pinkerton in Madama Butterfly diretto da Marco Armiliato con la Dessì e nel 2004 Don José in Carmen diretto da Plácido Domingo arrivando a 62 recite al Met.

Ancora per la Scala nel 2002 è F.B. Pinkerton nella prima di Madama Butterfly con Carlo Rizzi (direttore d'orchestra), la Dessì ed Alberto Gazale nel Teatro degli Arcimboldi e nel 2007 Maurizio nella prima di Adriana Lecouvreur con la Dessì.

Per il Teatro La Fenice di Venezia con la Dessì nel 2003 è Andrea Chénier nel PalaFenice al Tronchetto, nel 2004 canta nella Messa da requiem (Verdi) e nel 2008 Mario Cavaradossi in Tosca.

Ancora a Bilbao nel 2003 canta in Manon Lescaut e nel 2005 in Andrea Chénier con la Dessì.

Al Teatro Regio di Torino con la Dessì nel 2003 è Andrea Chénier e nel 2007 Ernani diretto da Bruno Campanella con Lucio Gallo.

Al Royal Opera House, Covent Garden di Londra è Mario Cavaradossi in Tosca diretto da Antonio Pappano con Angela Gheorghiu e Bryn Terfel nel 2006 e Calaf in Turandot diretto da Nicola Luisotti con Paata Burchuladze nel 2009.

Fabio Armiliato è uno dei maggiori interpreti del ruolo di Mario Cavaradossi nella Tosca di Giacomo Puccini[senza fonte] con più di 140 recite all'attivo del titolo.Ruolo interpretato in diversi teatri del mondo quali ’Arena di Verona, il Teatro Real di Madrid, la Fenice di Venezia e in un tournée giapponese con il Teatro dell’Opera de Roma. Va ricordato anche l'importante debutto ne La forza del destino all’Opéra di Montecarlo, Dick Johnson ne La Fanciulla del West diretto da Gianluigi Gelmetti con la Dessì e Silvano Carroli a Roma nel 2008 e Tosca a Caracalla con Giorgio Surian nel 2009, festeggiando il ventennale del suo debutto su questo scenario.

Nella stagione 2009-2010 ha inaugurato il rinato Teatro Petruzzelli di Bari e debuttato il ruolo di Calaf per la prima volta in Italia con Turandot, poi Madrid (Andrea Chénier), Zurigo (dove ha debuttato il ruolo di Rodolfo in Luisa Miller), Arrigo ne I vespri siciliani con Leo Nucci e la Dessì a Parma, è ritornato alla natía Genova (ancora con Tosca), quindi a Vienna (La forza del destino) e Torre del Lago, per l’inaugurazione del Festival Puccini con una nuova produzione de La Fanciulla del West.

Spesso protagonista di diversi programmi televisivi dedicati alla divulgazione dell’arte operistica, nell'anno 2011 dopo il debutto in Otello all’Opera Royal de Wallonie di Liége, è stato insignito del “Premio Internazionale Tito Schipa” di Ostuni e proclamato cittadino Onorario della città di Recanati, nel nome del grande Beniamino Gigli.

Nel 2011 recita nel film To Rome with Love di Woody Allen, Otello (Verdi) e Manrico ne Il trovatore con la Dessì e Giovanni Meoni all'Opéra Royal de Wallonie.

Dal 2012 entra a far parte della Nazionale Cantanti di calcio.

Nel 2013 è Turiddu in Cavalleria rusticana con la Dessì per Taormina Arte, Don Alvaro ne La forza del destino con la Dessì e Domenico Balzani all'Opéra Royal de Wallonie e canta in concerto ad Hannover con la Dessì.

Nel 2014 è FB Pinkerton in Madama Butterfly con la Dessì e Don Josè in Carmen a Genova, Rodolfo ne La bohème con la Dessì e Federico Longhi al Festival Puccini, Enzo Grimaldo ne La Gioconda a Marsiglia ed è stato insignito del Premio Puccini alla carriera.

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Armiliato, Recitar! Arie e canzoni celebri - Armiliato/Pinto/Roma Film Orchestra, 2011 Decca CD 2012 (Universal 476 4912)
  • Otello 2CD, di Giuseppe Verdi, con Daniela Dessì e Giovanni Meoni ,dir.Paolo Arrivabeni (etichetta Solovoce)
  • Nessun Dorma - Armiliato sings Puccini CD (dir.Marco Boemi)
  • La Fanciulla del West 2CD e DVD, di Giacomo Puccini, con Daniela Dessì
  • La Traviata 2CD, di Giuseppe Verdi, con Daniela Dessì.
  • Ernani 2 CD, di Giuseppe Verdi, con Daniela Dessì, Giacomo Prestia e Lucio Gallo diretto da Bruno Camapanella
  • Norma DVD, (2008) di Vincenzo Bellini, con Daniela Dessì e Kate Aldrich (Hardy Classic/Rai Trade HCD 4034)
  • Francesca da Rimini DVD, (2009) di Riccardo Zandonai, con Daniela Dessì e Alberto Mastromarino (Art Haus/Rai Trade 101 363)
  • Andrea Chénier, CD (2005) di Umberto Giordano, con Daniela Dessì e Carlo Guelfi, diretto da Vjekoslav Sutej (Universal 476 6453)
  • Romanze e Canzoni (2007), (dir: Steven Mercurio,) (DECCA RS 476 6376), 2007
  • Love Duets (2005), (dir: Marco Boemi, con Daniela Dessì) (Philips RS 476 3061), 2005
  • Madama Butterfly, di Giacomo Puccini, dir. Placido Domingo, con Daniela Dessì e Juan Pons, 2004
  • Tosca, (2004) di Giacomo Puccini, con Daniela Dessì e Ruggero Raimondi (Opus Arte OA 0901D)
  • Manon Lescaut, (2004) di Giacomo Puccini, con Daniela Dessì e Marcel Vanaud (Real Sound RSO 052-0114)
  • Enrico Toselli - Le romanze ritrovate, (2004), con Daniela Dessì (Real Sound RSO 051-0105)
  • A Tribute to Verdi, (2004) (Real Sound RSO 051-0105)

I premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Premio Oscar della Lirica
  • Premio Giuseppe Lugo
  • Premio Tito Schipa
  • Premio Goffredo Petrassi
  • Premio Flaviano Labò
  • Premio Myrta Gabardi
  • Premio Bonci d'Oro
  • Premio Galliano Masini
  • Premio Gigli d'oro
  • Premio Beniamino Gigli
  • Premio Aureliano Pertile
  • Premio Mascagni d'oro
  • Premio Puccini alla carriera 2014

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 233545006 SBN: IT\ICCU\UBOV\537698

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie