Commissione Ortoli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Commissione Ortoli è stata una Commissione europea in carica dal 6 gennaio 1973 al 7 gennaio 1977 presieduta dal francese François-Xavier Ortoli. Alla commissione Ortoli si deve l'adozione del Sistema monetario europeo e dell'ECU, il padre dell'Euro

Presidente[modifica | modifica sorgente]

Composizione politica[modifica | modifica sorgente]

  • Sinistra\Socialisti: 5 membri
  • Destra\Conservatori: 5 membri
  • Liberali: 1 membro
  • Indipendenti: 3 membri

Componenti della Commissione[modifica | modifica sorgente]

Legenda:   [     ] Sinistra/Socialisti - [     ] Destra/Conservatori - [     ] Liberali -

Commissario Nazionalità Incarico Competenze Partito nazionale Gruppo europeo
François-Xavier Ortoli Francia Francia Presidente UDR Democratici progressisti
Wilhelm Haferkamp bandiera Germania Ovest Vicepresidente Affari economici e finanziari SPD Socialisti
Patrick Hillery Irlanda Irlanda Vicepresidente Affari sociali Fianna Fáil Democratici progressisti
Christopher Soames Regno Unito Regno Unito Vicepresidente Relazioni esterne Conservatori Conservatori
Carlo Scarascia-Mugnozza Italia Italia Commissario Ambiente, tutela dei consumatori e trasporti DC Democratici cristiani
Henri François Simonet Belgio Belgio Vicepresidente Fiscalità ed energia[1] PS Socialisti
Altiero Spinelli Italia Italia Commissario Politica industriale e tecnologica[2] indipendente di sinistra indipendente di sinistra
Cesidio Guazzaroni[3] indipendente[4] indipendente
Claude Cheysson Francia Francia Commissario Politica di sviluppo e cooperazione, bilancio e controllo finanziario PS Socialisti
Pierre Lardinois Paesi Bassi Paesi Bassi Commissario Agricoltura KVP Democratici cristiani
Finn Olav Gundelach Danimarca Danimarca Commissario Mercato interno e unione doganale indipendente indipendente
Ralf Dahrendorf bandiera Germania Ovest Commissario Ricerca, scienza e istruzione FDP Liberali e democratici
Guido Brunner[5]
Albert Borschette Lussemburgo Lussemburgo Commissario Concorrenza, personale ed amministrazione[6] indipendente indipendente
Raymond Vouel[7] LSAP Socialisti
George Thomson Regno Unito Regno Unito Commissario Politiche regionali Laburista Socialisti

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Quando Guazzaroni subentrò come commissario a Spinelli la delega alla politica industriale e tecnologica venne divisa e le questioni relative all'acciaio vennero assegnate a Simonet. Simonet cedette invece a Guazzaroni la delega alla fiscalità.
  2. ^ Quando Guazzaroni subentrò a Spinelli la delega alla politica industriale e tecnologica venne divisa e le questioni relative all'acciaio vennero assegnate al commissario Simonet. Simonet cedette invece a Guazzaroni la delega alla fiscalità.
  3. ^ Subentrò a Spinelli nel corso del 1976.
  4. ^ Guazzaroni era vicino al Partito Repubblicano Italiano, di cui divenne uno dei dirigenti nel 1984.
  5. ^ Subentrò a Dahrendorf nel novembre 1974.
  6. ^ Quando Vouel subentrò a Borschette la delega al personale e all'amministrazione venne trasferita al Presidente Ortoli.
  7. ^ Subentrò a Borschette nel corso del 1976.
Predecessore Commissione Europea Successore
Commissione Mansholt 6 gennaio 1973 - 7 gennaio 1977 Commissione Jenkins