8ª Brigata bersaglieri "Garibaldi"

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Brigata bersaglieri "Garibaldi"
scudetto della brigata
Descrizione generale
Attiva 1975 - oggi
Nazione Italia Italia
Alleanza Flag of NATO.svg N.A.T.O.
Servizio Coat of arms of the Esercito Italiano.svg Esercito Italiano
Ruolo Fanteria meccanizzata
Dimensione Brigata
Guarnigione/QG Caserta
Soprannome Garibaldi
Comandanti
Comandante attuale Gen. B. Antonio VITTIGLIO

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

La Brigata bersaglieri "Garibaldi" è una delle Grandi Unità dell'Esercito Italiano, protagonista negli ultimi anni nell'ambito di numerose operazioni multinazionali a supporto della pace e della sicurezza internazionale, sotto l'egida della NATO e dell'ONU.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Brigata è stata costituita a Pordenone nel 1975 come unità di fanteria meccanizzata e inquadrata nella 132ª Divisione corazzata "Ariete" del 5º Corpo d'armata di Vittorio Veneto.

Nel 1991 la Brigata si trasferisce in Campania. Attualmente è alle dipendenze del 2º Comando delle Forze di difesa di San Giorgio a Cremano (NA). La sede del Comando Brigata è Caserta.

La Brigata bersaglieri Garibaldi ed i suoi reparti sono dislocati tra Campania e Calabria.

Con la riforma dello strumento militare nazionale del 2013, soppresso il 131º Reggimento Carri, acquisisce dalla Brigata Corazzata "Ariete" il 4º Reggimento Carri, contestualmente trasferito da Bellinzago Novarese a Persano. Acquisisce inoltre il 10º Reggimento Logistico di Manovra dal soppresso Comando Logistico di Proiezione, che sarà in seguito rinominato Reggimento Logistico "Garibaldi".

I comandanti[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma

8ª Brigata meccanizzata "Garibaldi" (1975-91):

  • Col. Filiberto Bertolazzi
  • Gen. B. E. Michele Santaniello
  • Gen. B. Gianfranco Lalli
  • Gen. B. Sandro Romagnoli
  • Gen. B. Luigi Ramponi
  • Gen. B. Renato Divino
  • Gen. B. Giovanni Caruso
  • Gen. B. Romualdo Carmignani
  • Gen. B. Pardo Iasenzaniro
  • Gen. B. Giancarlo Fabbri
  • Gen. B. Carlo Bellinzona
  • Gen. B. Aldo Di Mascolo

8ª Brigata bersaglieri "Garibaldi" (1991-94):

  • Gen. B. Giancarlo Fabbri

Brigata bersaglieri "Garibaldi" (1994-oggi):

  • Gen. B. Aldo Di Mascolo
  • Gen. B. Agostino Pedone
  • Gen. B. Mauro Del Vecchio
  • Brig. Gen. Domenico Villani
  • Brig. Gen. Vincenzo Lops
  • Brig. Gen. Giovan Battista Borrini
  • Gen. B. Carmine De Pascale
  • Gen. B. Vincenzo Iannuccelli
  • Gen. B. Luigi Scollo
  • Gen. B. Giuseppenicola Tota
  • Gen. B. Antonio Vittiglio

Operazioni in patria[modifica | modifica wikitesto]

  • La Brigata è stata impiegata per le operazioni di soccorso dopo il terremoto del Friuli nel 1976 ed in Campania nel 1980. Per il primo intervento la Brigata ha ricevuto la Medaglia d'argento al valor civile ed il Comune di Osoppo ha conferito la cittadinanza onoraria alla Brigata.
  • La Brigata ed i reparti dipendenti hanno operato più volte in Sicilia, per l'Operazione Vespri siciliani e nell'ambito di numerose altre operazioni sul territorio nazionale, in supporto alle forze di sicurezza, finalizzate al controllo del territorio ed al contrasto della criminalità quali "Riace" (Calabria), "Partenope" (Napoli), "Domino" (Campania, 2001-2002) e recentemente "Strade Pulite" e "Strade Sicure" (entrambe in Campania, dal 2008 e tuttora in corso).

Operazioni all'estero[modifica | modifica wikitesto]

Targa nella Caserma Baldissera a Firenze
  • Inoltre la Brigata ha partecipato alle più importanti missioni internazionali di pace e di soccorso umanitario, delle quali si ricordano quelle nei Balcani, ove la Garibaldi ha operato ripetutamente tra il 1995 ed il 2001, ma soprattutto quale primo contingente italiano in Bosnia (IFOR, 1995), in Macedonia ed in Kosovo (EXTRACTION FORCE E KFOR, 1998-1999).
  • La Garibaldi ha costituito il primo contingente di forze ad essere impiegato nel sud dell'Iraq (provincia di Dhi Qar) nell'ambito dell'Operazione Antica Babilonia (luglio 2003 - ottobre 2003). Vi ha fatto ritorno una seconda volta tra il 2004 ed il 2005 (dicembre-aprile) ed una terza ed ultima volta nel 2006 (maggio-dicembre), chiudendo di fatto il teatro iracheno dopo aver contribuito a costruire e mantenere un clima di sicurezza, al ripristino dei servizi essenziali e ad elevare le capacità delle autorità e delle forze di sicurezza locali ad esercitare e gestire la sicurezza ad un livello tale, da poterne trasferire la responsabilità alle istituzioni di governo e provinciali (2ª provincia dell'Iraq in assoluto ad effettuare tale transizione).
  • Nel 2008 (maggio-novembre) la Brigata Garibaldi ha operato nel Libano meridionale (operazione Leonte), assumendo la responsabilità del Settore Ovest di UNIFIL (United Nations Interim Force in Lebanon) nell'ambito della missione di peacekeeping condotta dalle Nazioni Unite.
  • Tra il 2009 ed il 2010 differenti reggimenti della Garibaldi (1° bersaglieri e 131° carri) hanno operato in Afghanistan, mentre la Brigata è destinata a breve a operare nuovamente in territorio libanese.

Struttura attuale della Brigata[modifica | modifica wikitesto]

CoA mil ITA b ber Garibaldi.jpgBrigata Bersaglieri "Garibaldi"
Reparto Sede Arma
Reparto comando e supporti tattici Garibaldi Caserta
Stemma 1º Reggimento Bersaglieri 1º Reggimento bersaglieri Cosenza Fanteria
Stemma 8º Reggimento Bersaglieri 8º Reggimento bersaglieri Caserta Fanteria
Stemma 19º Reggimento "Cavalleggeri Guide" Reggimento "Cavalleggeri Guide" (19º) Salerno Cavalleria
Stemma 4º Reggimento Carri 4º Reggimento carri Persano (SA) Cavalleria
Stemma 8º Reggimento Artiglieria 8º Reggimento Artiglieria Terrestre (Semovente) "Pasubio" Persano (SA) Artiglieria
CoA mil ITA rgt genio 21.png 21º Reggimento genio guastatori Caserta Genio
CoA mil ITA btg logistico garibaldi.png Reggimento Logistico "Garibaldi" Persano (SA) Trasporti e materiali

Insegne[modifica | modifica wikitesto]

Su fondo cremisi con bordo giallo-oro; nel mezzo del fondo reca la cornetta dei volontari garibaldini e la sciabola delle guide.

Mezzi e armamenti a disposizione[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito sono elencati i mezzi a disposizione della Brigata bersaglieri:

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]