PzH 2000

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Panzerhaubitze 2000
Italian PZH 2000.JPG
PZH 2000 in servizio nell'esercito italiano.
Descrizione
Equipaggio 5 (Capo Pezzo, Puntatore, 2 Serventi, Pilota)
Costruttore Krauss-Maffei Wegmann
Utilizzatore principale Germania
Altri utilizzatori Italia,Olanda e Grecia
Dimensioni e peso
Lunghezza 10,60 m(inclusa la canna)
Larghezza 3,37 m
Altezza 3,40 m
Peso 55 t
Propulsione e tecnica
Motore MTU 8V 881 diesel
Potenza 1000 hp
Trazione cingolata
Prestazioni
Velocità 60
Autonomia 420
Armamento e corazzatura
Armamento primario obice da 155mm
Armamento secondario mitragliatrice c/a
Corazzatura secretato

[senza fonte]

voci di carri armati presenti su Wikipedia

Il PzH 2000 è un obice semovente da 155/52 mm, prodotto da un consorzio formato dalle aziende Krauss-Maffei Wegmann e Rheinmetall per l'esercito tedesco.

Attualmente è il mezzo più moderno della sua categoria (anche per la cancellazione del Crusader statunitense), potendo disporre di un sistema del controllo del tiro molto sofisticato, che può contare sul navigatore inerziale ed anche sul GPS, e su un meccanismo di caricamento automatico che permette ratei di fuoco molto elevati. La massa del mezzo è elevata, anche per la protezione che si è inteso dargli contro le submunizioni. Il mezzo è stato adottato anche dagli eserciti di Olanda, Grecia e Italia, che si è dotata di 70 esemplari costruiti su licenza dal consorzio IVECO-OTO Melara (CIO).

Sistema di caricamento automatico[modifica | modifica sorgente]

Il sistema di caricamento automatico delle granate del PzH 2000 può gestire fino a 60 granate. Le granate sono caricate dalla parte posteriore del mezzo e automaticamente stivate nel magazzino posto al centro dello chassis. Il sistema di caricamento automatico, che comprende, insieme al “flick rammer”, un sistema di controllo digitale per la gestione del rifornimento delle granate e un sistema di graduazione a induzione delle spolette, consente una celerità di tiro di tre colpi in meno di dieci secondi e lo stivaggio di 60 granate da parte di due serventi in meno di 12 minuti. Il sistema di caricamento delle granate, che è stato realizzato per la movimentazione delle granate nella torretta senza alcuna limitazione, consente una celerità di tiro pari a: tre colpi in meno di dieci secondi; otto-nove colpi in un minuto; 20 colpi in tre minuti. Se necessario, i 60 colpi stivati nel PzH 2000 possono essere sparati con continuità senza interruzione del fuoco. Avvalendosi di un sistema di caricamento automatico migliorato, la celerità di tiro del PzH 2000 è stata determinata in 12 colpi in 59.74 secondi e di 20 colpi in un minuto e 47 secondi. L'elevata celerità di tiro fa sì che un obice da solo possa sviluppare un volume di fuoco pari a quello di tre semoventi M109L. In pratica, un gruppo su tre batterie di sei pezzi sviluppa un volume di fuoco quasi triplo rispetto a un gruppo M109L.

Caratteristiche del cannone Rheinmetall da 155 mm L52[modifica | modifica sorgente]

Il cannone da 155mm del PzH 2000, nelle sue componenti, otturatore, canna lunga 52 calibri e freno di bocca, è stata sviluppata e prodotta dalla Società Rheinmetall. La canna L52 è caratterizzata da una rigatura costituita da 60 righe (soluzione migliorativa rispetto alle 48 righe degli obici da 39 calibri attualmente in servizio) al fine di ridurre i problemi di usura, accentuati dalla maggior lunghezza della canna. Tale cannone è caratterizzato da una vita tecnica pari a 2.500 colpi a carica massima. La lunghezza della canna è di otto metri e il volume della camera a polvere è di 23 litri contro i circa 19 del calibro L39 che Equipaggia gli M-109L.

Il semovente è in grado di utilizzare le cariche di lancio modulari DM 72 con gittate da 3 km fino a 30-40 km. Il sistema di cariche DM 72, che può essere impiegato anche con tutti i sistemi d’arma da 39 calibri, rispetto a quelle convenzionali a sacchetto offre i seguenti vantaggi: facilità di uso e maneggio, incremento della celerità di tiro, ciclo di vita più lungo, significativa riduzione dei residui della combustione.

Galleria immagini[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]