Comando truppe alpine

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Comando truppe alpine
Stemma Comando Truppe Alpine
Stemma Comando Truppe Alpine
Descrizione generale
Attiva 1997
Nazione Italia
Alleanza Flag of NATO.svg N.A.T.O.
Tipo Fanteria, Trasmissioni, Genio, Artiglieria
Ruolo Comando del corpo Alpini
Guarnigione/QG Bolzano
Parte di

[senza fonte]

Voci su unità militari presenti su Wikipedia

Il Comando Truppe Alpine evoluzione del 4º Corpo d'Armata Alpino, dipende dal Comando delle forze operative terrestri, suo compito è coordinare le attività delle truppe alpine dell'Esercito italiano. La sede del Comando è a Bolzano, ed è gerarchicamente responsabile delle Brigate alpine, del Centro addestramento alpini dei reparti di supporto, schierati sulle Alpi e in Abruzzo, il comandante è un generale di Corpo d'armata (o di Divisione).

Simbolo[modifica | modifica wikitesto]

Su scudo sagomato di colore verde un'aquila, poggia su cime innevate. Sotto l'aquila il simbolo del comune di Bolzano, sopra all'aquila la scritta "Comando Truppe Alpine"

Unità dipendenti[modifica | modifica wikitesto]

Struttura di comando del COMALP

Cenni storici[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi 4º Corpo d'armata alpino#Storia.

Dal 1º ottobre 1997 in attuazione del Nuovo Modello di Difesa varia compiti e organico e diventa Comando truppe alpine, mantenendo alle dipendenze le Brigate alpine, il 4º Reggimento alpini paracadutisti, il 6º Reggimento alpini e il Centro Addestramento Alpino.

Nel dicembre 2008 il 6º Reggimento alpini di Brunico transita alle dipendenze del Centro Addestramento Alpino di Aosta.

Comandanti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Cronotassi dei comandanti delle truppe alpine.

L'attuale comandante delle Truppe Alpine è il Generale di Divisione Federico Bonato.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • [1] Sito Esercito - Scheda - visto 11 dicembre 2008
  • [2] Sito ufficiale
  • [3] Sito Meteomont - Servizio meteorologico del Comando Truppe Alpine visto - 11 dicembre 2008