Torrice

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torrice
comune
Torrice – Stemma Torrice – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Frosinone-Stemma.png Frosinone
Amministrazione
Sindaco Alessia Savo (Lista civica Vis Populi) dal 15/04/2008
Territorio
Coordinate 41°38′N 13°24′E / 41.633333°N 13.4°E41.633333; 13.4 (Torrice)Coordinate: 41°38′N 13°24′E / 41.633333°N 13.4°E41.633333; 13.4 (Torrice)
Altitudine 321 m s.l.m.
Superficie 18,06 km²
Abitanti 4 647[1] (31-12-2010)
Densità 257,31 ab./km²
Comuni confinanti Arnara, Boville Ernica, Frosinone, Ripi, Veroli
Altre informazioni
Cod. postale 03020
Prefisso 0775
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 060079
Cod. catastale L290
Targa FR
Cl. sismica zona 2B (sismicità media)
Nome abitanti torriciani
Patrono san Bernardino
Giorno festivo 20 maggio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Torrice
Torrice
Posizione del comune di Torrice nella provincia di Frosinone
Posizione del comune di Torrice nella provincia di Frosinone
Sito istituzionale

Torrice (Torgë in dialetto ciociaro[2]) è un comune italiano di 4.647 abitanti della provincia di Frosinone nel Lazio. Sorge su una collina alta 321m. Torrice confina con Frosinone, Arnara, Ripi, Boville Ernica e Veroli. È gemellata con la città ungherese di Komlo.

Gastronomia[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai piatti comuni con la tradizione ciociara (arrosti di agnello, fettuccine, broccoletti in padella), Torrice ha un suo proprio piatto tipico: l'abbuticchio, inventato e tuttora cucinato a Torrice in un unico e famoso locale della zona, consiste in un involtino di trippa di pecora cotto in un sugo molto denso e servito con formaggio pecorino grattugiato.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Parchi pubblici[modifica | modifica wikitesto]

  • Parco del Tempo "Le Torri Cosmiche" (Lat. 41° 37' 55" Nord - Long. 13° 23' 51" Est): l’idea progettuale nasce nel 2009, in occasione dell’IYA2009 (Anno Internazionale dell’Astronomia) indetto dall’UNESCO, e l’opera è stata finanziata dalla Regione Lazio. L’inaugurazione dell’opera realizzata è avvenuta in occasione dell’Anno Internazionale della Luce indetto per il 2015 dall’UNESCO; tale evento è stato inserito tra gli eventi ufficiali dell’UNESCO-SIF(Società Italiana Fisica)-IYL2015. “Le Torri Cosmiche” come tipologia di opera rientrano nei parchi pubblici a carattere tematico. Tale opera vuole essere parte di un sistema progettuale più ampio e complesso definito PET : “Parchi Europei del Tempo”. I PET a loro volta vogliono essere una rete europea di parchi in cui il tema principale risulti il “tempo” nei suoi svariati aspetti, dal suo significato etimologico al concetto di storia, memoria collettiva, ecc. Il nome del parco di Torrice trae origine dagli elementi architettonici principali: tre torri in acciaio corten. Esse sono dei calendari astronomici, veri e propri gnomoni/menhir che, tramite fenditure che li attraversano, permettono ai raggi solari di colpire in certi giorni dell’anno (solstizi ed equinozi) delle lastre in marmo poste ai piedi delle torri stesse e sulle quali sono incise alcune costellazioni e simboli zodiacali. Le figure incise sulle lastre marmoree rappresentano la costellazione passante al meridiano celeste del luogo intorno alla mezzanotte vera di quel giorno in cui al mezzodì il raggio di luce solare aveva illuminato la specifica lastra. Le costellazioni scelte, che vogliono essere quelle che rappresentano il cielo notturno nei periodi d’ingresso alle quattro stagioni, ricordano le immagini dell’Atlante astronomico di Hevelius (1611-1687). Le Torri inoltre raccolgono la luce della nostra stella (Il Sole) e quando al tramonto il cielo svela i segreti del cosmo emettono segnali elettromagnetici verso l’equatore celeste. Il flusso energetico solare attraversando le Torri si trasforma in segnali vitali verso il cosmo. Tali segnali in codice binario rappresentano un tentativo simbolico di inviare un messaggio verso altri mondi utilizzando il linguaggio della matematica: l’opera di Galileo Galilei (Il dialogo sopra i due massimi sistemi del mondo – 1632) trasformata in sequenza binaria. Infine le Torri emettono nei momenti più significatici dell’anno astronomico delle vibrazioni acustiche secondo modalità dettate da un sistema semi-randomico che produce una sorta di “sinfonia” (non ripetitiva) modulata secondo il testo del trattato di Galilei e della durata di 100 anni; … in attesa del 500º anniversario del telescopio galileiano (IYA2109). Oltre alle Torri in acciaio in questo Parco del Tempo si sviluppa un percorso didattico-scientifico avente come tema “La misura del tempo nella storia dell’uomo”. Lungo tale percorso sono state posizionate in particolare meridiane e quadranti astronomici (la Meridiana Equatoriale “Galileo”, il cubo equinoziale “Copernico”, la piramide solstiziale “Tolomeo”, il calendario astronomico “Deus Loci”, il quadrante cosmico “Sothis”, ecc.).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[3]

Persone legate a Torrice[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1927, a seguito del riordino delle Circoscrizioni Provinciali stabilito dal regio decreto N°1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Frosinone, Torrice passò dalla provincia di Roma a quella di Frosinone.

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Torrice è gemellato con Komló.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 dicembre 2010.
  2. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Torino, UTET, 1990, p. 660.
  3. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN244620679 · GND: (DE4228682-7 · BNF: (FRcb12261918t (data)