Piedimonte San Germano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Piedimonte San Germano
comune
Piedimonte San Germano – Stemma Piedimonte San Germano – Bandiera
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Frosinone-Stemma.png Frosinone
Amministrazione
Sindaco Gioacchino Ferdinandi (lista civica Piedimonte ora) dal 12/06/2017
Territorio
Coordinate 41°30′N 13°44′E / 41.5°N 13.733333°E41.5; 13.733333 (Piedimonte San Germano)Coordinate: 41°30′N 13°44′E / 41.5°N 13.733333°E41.5; 13.733333 (Piedimonte San Germano)
Altitudine 115 m s.l.m.
Superficie 17,32 km²
Abitanti 6 515[1] (28-2-2017)
Densità 376,15 ab./km²
Frazioni Volla, Ruscito
Comuni confinanti Aquino, Castrocielo, Colle San Magno, Pignataro Interamna, Terelle, Villa Santa Lucia
Altre informazioni
Cod. postale 03030
Prefisso 0776
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 060052
Cod. catastale G598
Targa FR
Cl. sismica zona 2A (sismicità media)
Nome abitanti pedemontani
Patrono sant'Amasio
Giorno festivo 23 gennaio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Piedimonte San Germano
Piedimonte San Germano
Piedimonte San Germano – Mappa
Posizione del comune di Piedimonte San Germano nella provincia di Frosinone
Sito istituzionale

Piedimonte San Germano (Prmont nel dialetto locale) è un comune italiano di 6 515 abitanti della provincia di Frosinone nel Lazio.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Piedimonte San Germano è stata famosa negli anni passati per la violenza dei cittadini nel modo in cui venivano spartiti i terreni e amministrato il bestiame, soprattutto agli inizi del 900 in cui si rischiava la vita anche per un piccolo pollastro e di solito scappava il morto, infatti anche Mussolini in persona stipulò una legge per placare le faide famigliari ogni crimine che veniva compiuto anche un misero furto veniva punito con 30 anni di reclusione senza sconti di pena e da qui la diceria prmont 30 anni. Gli abitanti di Piedimonte all'epoca erano famosi anche perché testavano le proprie armi da fuoco contro i treni che passavano per la cittadina: veniva sparato il frenatore nella parte posteriore del veicolo in modo che se essi non si fosse fermato alla stazione, le cartucce del fucile sarebbero funzionate.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Medaglia d'argento al merito civile - nastrino per uniforme ordinaria Medaglia d'argento al merito civile
«Situato in posizione nevralgica, durante l'ultimo conflitto mondiale, subì violenti bombardamenti che provocarono numerose vittime e la distruzione della totalità dell'abitato. La popolazione tutta che, con indomito coraggio, aveva contribuito anche alle formazioni partigiane, intraprendeva poi la difficile opera di ricostruzione, offrendo nobile esempio d'elette virtù civiche e generoso spirito di solidarietà.»
— Piedimonte S.Germano (FR), 1943-1944

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[2]

Religione[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione professa per la maggior parte la religione cattolica nell'ambito della Diocesi di Sora-Cassino-Aquino-Pontecorvo

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1972 ospita lo Stabilimento Alfa Romeo di Cassino in cui vengono assemblati i modelli di segmento C come la Alfa Romeo Giulietta e segmento D come la Alfa Romeo Giulia e la Alfa Romeo Stelvio

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

Ferrovie[modifica | modifica wikitesto]

Piedimonte San Germano è servita dalla Stazione di Piedimonte-Villa Santa Lucia-Aquino.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1927, a seguito del riordino delle circoscrizioni provinciali stabilito dal regio decreto n. 1 del 2 gennaio 1927, per volontà del governo fascista, quando venne istituita la provincia di Frosinone, Piedimonte San Germano passò dalla provincia di Caserta a quella di Frosinone.

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 28 febbraio 2017.
  2. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN241256574 · GND: (DE7661094-9