Teresa Mannino

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Teresa Mannino

Teresa Mannino (Palermo, 23 novembre 1970) è una comica, cabarettista, attrice e conduttrice televisiva italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizi[modifica | modifica wikitesto]

Figlia di un medico, è laureata in filosofia all'università di Palermo,[1] Dal 1998 al 2000 studia alla scuola europea di recitazione del Teatro Carcano di Milano, presso il quale partecipa anche a un corso di storia del teatro con Luigi Lunari. Nel 1999 fa parte del cast attoriale di Lisistrata di Aristofane, di "Le piaton de laire" di Eugène Ionesco per la regia di Silvio Pandolfi, mentre nel 2000 partecipa alla commedia "Dio" di Woody Allen per la regia di Valeria Di Pilato. Dal 2000 al 2001 recita in "Quando il marito va a caccia" di Georges Feydeau, per la regia di Manuel Serantes e, nel 2002, in Bernarda Alba di Federico García Lorca, per la regia sempre di Serantes.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo vari corsi e stage, si scopre cabarettista e comincia a lavorare in radio, conducendo una puntata della trasmissione Due di notte su Radio 2, e nel locale milanese Zelig e successivamente al programma notturno Zelig Off, poi in prima serata con Zelig Circus dalla stagione 2007-2008.[1]

Dopo aver partecipato ad un episodio de Il Commissario Manara ed essere la protagonista dello sceneggiato radiofonico Mi chiamano Bru (su Radio 2), di Barbara Garlaschelli e Nicoletta Vallorani, l'11 ottobre 2009, insieme a Checco Zalone, ha presentato il Checco Zalone Show, dal Teatro Ariston di Sanremo.[1]

Nel 2012 è candidata all'Oscar della Tv quale "personaggio rivelazione", insieme a Marco Liorni e Rocco Papaleo, che si aggiudicherà il riconoscimento. Nell'aprile del 2012, viene trasmesso, in prima serata su Rai 2, il suo spettacolo Terrybilmente Divagante, all'interno del ciclo One Man Show, registrato al Teatro Nuovo di Milano. Lo stesso spettacolo che Teresa porterà in tour nei teatri italiani, riscuotendo moltissimo successo. Tra settembre e ottobre 2012 conduce, su La7, il mercoledì sera, in prima serata, Se stasera sono qui.

Dal 14 gennaio 2013 conduce la nuova edizione di Zelig Circus con Michele Foresta, subentrando a Claudio Bisio e Paola Cortellesi. Dal 6 aprile entra nel cast di Altrimenti ci arrabbiamo, nuovo show di Milly Carlucci su Rai 1, dove ricopre il ruolo di giudice.

Nel 2014 torna alla conduzione di Zelig, per la settima puntata con Gerry Scotti. Nel 2016 prende parte alla seconda puntata della decima stagione de Il commissario Montalbano, La piramide di fango. Nel marzo del 2016, viene trasmesso, in prima serata su Rai 5, il suo spettacolo Sono nata il ventitré, all'interno del ciclo La scena è donna, registrato al Teatro Nuovo di Milano.

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2008, debutta al cinema con Amore, bugie & calcetto di Luca Lucini, partecipando anche a La fidanzata di papà di Enrico Oldoini (2008) ed a Meno male che ci sei (2009). Nel 2010 esce nelle sale cinematografiche con A Natale mi sposo, di Paolo Costella. Nel 2011 interpreta il ruolo di Floriana, moglie di Enrico Brignano, in Ex - Amici come prima!, di Carlo Vanzina. Nel 2016 presta la sua voce a Fru Fru, personaggio immaginario del film d'animazione Zootropolis.

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 2010 porta in scena uno spettacolo Mamma che ridere! sponsorizzato da Huggies al Teatro Nuovo di Milano. Nel 2012 è in tour in italia, dove presenta il suo spettacolo comico Terrybilmente Divagante. Da gennaio 2015 la comica siciliana torna nei teatri italiani con il suo nuovo spettacolo, Sono nata il ventitré.

Radio[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 è conduttrice e autrice, insieme a Sabrina Tinelli, della trasmissione radiofonica Isole Incomprese (su Rai Radio 2). Nell'ottobre 2015 presenta un programma radiofonico, "Ultimo Banco" in onda su Rai Radio 2.

Vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 ha avuto una figlia, di nome Giuditta.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Fiction[modifica | modifica wikitesto]

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Pubblicità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Teresa Mannino: “I miei monologhi sono tratti dalla mia vita: non invento nulla (o quasi)”

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]