Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Slayers (anime)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Slayers
スレイヤーズ
(Sureiyāzu)
Slayers 1.jpg
Logo della serie
Serie TV anime
Regia Takashi Watanabe
Char. design Naomi Miyata
Musiche Osamu Tezuka
Studio SOFTX, J.C.Staff
Rete TV Tokyo
1ª TV 7 aprile – 29 settembre 1995
Episodi 26 (completa)
Editore it. Medusa Film (VHS), Shin Vision (DVD)
Rete it. Italia 1
1ª TV it. 15 agosto – settembre 1997
Dialoghi it. Benedetta Brugia (Mediaset), Valerio Manenti (Shin Vision)
Studio dopp. it. Deneb Film (Mediaset), Cast Doppiaggio (Shin Vision)
Dir. dopp. it. Federico Danti (Mediaset), Massimiliano Alto (Shin Vision)
Seguito da Slayers Next

Slayers (スレイヤーズ Sureiyāzu?) è la prima serie televisiva anime del franchise The Slayers. È stata trasmessa in Giappone da TV Tokyo per ventisei episodi dal 7 aprile 1995 al 29 settembre 1995.

La serie ha avuto pesanti censure in Italia ed è stata trasmessa nel 1997 su Italia 1 insieme alle due serie successive (Next e Try) come un'unica serie dal titolo Un incantesimo dischiuso fra i petali del tempo per Rina, successivamente è stata replicata anche su Italia Teen Television, Hiro e Italia 2 senza censure video.

Successivamente questa prima serie è stata distribuita dalla Shin Vision in un'edizione home video con doppiaggio fedele all'originale, ma cast differente. Per le trasmissioni del doppiaggio Mediaset su Italia 2 nel 2013 e su Italia 1 nel 2015, che erano senza censure video, è stato utilizzato il titolo The Slayers.

La prima versione televisiva, censurata in video, è stata presente su Infinity, con scadenza al 30 agosto 2016. Dei vari episodi censurati, soltanto il terzo episodio è presente in versione integrale.

Nonostante sia la prima versione televisiva, nel menù è presentata con il titolo Slayers - Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo per Rina.[1]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lina, una maga che pratica magia nera, incontra, dopo aver rapinato una banda di ladri come al suo solito, Gourry, uno spadaccino che si offre come guardia del corpo per la ragazza, che gli appare gracile e indifesa. Da allora i due non si separeranno più. Pochi giorni dopo dei misteriosi personaggi si interessano a ciò che la ragazza aveva rubato in precedenza, e fra di essi vi è uno sciamano di nome Zelgadis.

L'essere una volta umano, ma ormai trasformato completamente in pietra, con i suoi sottoposti cercherà in tutti i modi di ottenere un oggetto: inizialmente cercando di comprare tutta la refurtiva, poi usando la forza. Intanto Rina scopre che l'oggetto stregato è una piccola statua di oricalco, e più volte in pericolo verrà salvata anche dal suo compagno possessore della spada di luce.

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Episodi di The Slayers.

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

Sigle originali[modifica | modifica wikitesto]

Sigla d'apertura
Sigla di chiusura

Sigla italiana[modifica | modifica wikitesto]

Dal 1997 fino alle trasmissioni su Hiro del 2011 è stata utilizzata Un incantesimo dischiuso tra i petali del tempo: musica di Franco Fasano, testo di Alessandra Valeri Manera, cantata da Cristina D'Avena. Collaborazione per l'arrangiamento corale di Marco Mojana.

Per le trasmissioni su Italia 2 nel 2013 e su Italia 1 nel 2015 sono state ripristinate le sigle originali con i titoli in giapponese non tradotti.

La sigla Italiana è stata ripristinata su Infinity.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga