Nigel Reo-Coker

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nigel Reo-Coker
Reo-Coker, Nigel.jpg
Dati biografici
Nome Nigel Shola Andre Reo-Coker
Nazionalità Inghilterra Inghilterra
Altezza 172 cm
Peso 65 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista, difensore
Squadra Whitecaps Whitecaps
Carriera
Giovanili
1997-2002 Wimbledon FC Wimbledon FC
Squadre di club1
2002-2004 Wimbledon FC Wimbledon FC 58 (6)
2004-2007 West Ham West Ham 120 (11)
2007-2011 Aston Villa Aston Villa 102 (1)
2011-2012 Bolton Bolton 17 (2)
2012-2013 Ipswich Town Ipswich Town 10 (0)
2013- Whitecaps Whitecaps 13 (0)
Nazionale
2003-2007 Inghilterra Inghilterra U-21 23 (1)
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 21 giugno 2013

Nigel Shola Andre Reo-Coker (Londra, 14 maggio 1984) è un calciatore inglese, centrocampista del Vancouver Whitecaps.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Trascorse i primi sei anni d'infanzia in Sierra Leone, nazione di origine del padre Ransford, che lì svolgeva l'attività di dottore. Tornò a Londra nel 1990 con la madre e la sorella.[senza fonte]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Wimbledon[modifica | modifica sorgente]

Reo-Coker venne scoperto all'età di 13 anni dal club londinese del Wimbledon, dopo aver giocato nella squadra della città di Croydon. Giunse in prima squadra, diventando presto il capitano. Proprio durante l'esperienza di WImbledon esordì nella Nazionale inglese Under-21. Nel marzo 2003 il coach del Portsmouth, Harry Redknapp, decise di puntare su Reo-Coker per la stagione successiva, la prima in Premiership per i Pompeys. Problemi finanziari del Portsmouth però costrinsero il giocatore a restare al Wimbledon, nonostante un precontratto già firmato. Con la maglia del Wimbledon Reo-Coker totalizzò, in tutte le competizioni, 64 presenze e 6 gol.

West Ham United[modifica | modifica sorgente]

Dopo un'ottima prima metà di stagione, nel gennaio 2004 firmò per il West Ham. Divenne presto un importante elemento dell'undici di Alan Pardew, guadagnandosi anche la fascia di capitano. Anche grazie a tre suoi gol nella stagione 2004-05, il club londinese guadagnò la promozione in Premier e raggiunse la finale di FA Cup. La stagione 2006-07 fu meno positiva per gli Hammers, che si ritrovarono addirittura in terzultima posizione. A causa di questo andamento l'allenatore Alan Pardew venne esonerato. Una serie di sette vittorie in nove gare permise però alla squadra di salvarsi, proprio all'ultima giornata.

Nel giugno 2007 i giornali scrissero che l'Aston Villa aveva fatto un'offerta di £7 milioni per Reo-Coker.[1] Il cartellino di Reo-Coker venne comunque collegato anche con Arsenal, Tottenham Hotspur e Newcastle United.[2]

Aston Villa[modifica | modifica sorgente]

Finalmente, il 4 luglio 2007, West Ham e Aston Villa raggiunsero l'accordo (una cifra di £8,5 milioni) per il trasferimento di Reo-Coker al Villa.[3][4]Il giovane inglese segnò il primo gol con la sua neo-squadra il 28 agosto 2007, in un match del secondo turno di Football League Cup vinto 5-0 sul Wrexham.

Nel giugno del 2011, alla scadenza del contratto, si svincolerà dai Villans[5][6].

Bolton[modifica | modifica sorgente]

Il 28 luglio 2011, dopo essersi svincolato dall'Aston Villa, firma un contratto biennale con il Bolton[7]. Al termine della stagione 2011/2012, il Bolton si classifica in 18ª posizione e scende in Championship: Reo-Coker, che ha fatto registrare 37 presenze con 3 reti, si avvale della clausola del contratto che prevede la possibilità di rescissione in caso di retrocessione del club e lascia la squadra dopo una sola stagione.

Ipswich Town[modifica | modifica sorgente]

Il 14 ottobre 2012 passa all'Ipswich Town, in Championship, dopo un breve periodo da svincolato.

Vancouver Whitecaps[modifica | modifica sorgente]

Il 20 febbraio 2013 Nigel Reo-Coker viene acquistato dalla squadra canadese dei Vancouver Whitecaps secondo la formula del Draft. Esordisce il 3 marzo dello stesso anno nella partita vinta 1-0 contro il Toronto.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Venne convocato per la prima volta in Under-21 inglese, nell'ottobre 2003, per una gara con i pari età della Turchia. Reo-Coker è stato il primo inglese a capitanare la propria nazionale nell'appena ricostruito stadio di Wembley: è accaduto il 24 marzo 2007, nell'amichevole con l'Italia finita 3-3 (in quella stessa gara, degna di nota la tripletta di Giampaolo Pazzini).

Nel maggio 2006 Reo-Coker venne incluso insieme a Young, Carson, Johnson e Defoe, nella lista delle riserve inglesi per il campionato del mondo 2006 (avrebbero dovuto subentrare in caso di infortunio per uno dei 23 titolari).[8] Comunque, infortunatosi lui stesso alla schiena, venne sostituito da Phil Neville.

Ha capitanato la Nazionale inglese agli Europei Under-21 2007. In quella competizione, l'Inghilterra uscì in semifinale, perdendo 13-12 ai rigori contro l'Olanda. Reo-Coker fu uno dei quattro inglesi a non segnare nella lunga serie di penalty. La gara contro gli oranje è stata la sua ultima in Under-21: ha dovuto lasciare causa superati limiti di età.

Reo-Coker, essendo originario della Sierra Leone, ha affermato che potrebbere prendere in considerazione la possibilità di giocare con la maglia di quella nazionale.[9].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Aston Villa bid £7m for Reo-Coker, BBC news, 5 giugno 2007.
  2. ^ Aston Villa make £7million bid for Reo-Coker, Times Online, 5 giugno 2007.
  3. ^ Reo-Coker Fee Agreed, sito ufficiale dell'{{subst:Fc|Aston Villa}}, 4 luglio 2007
  4. ^ Villa complete Reo-Coker signing, BBC Sport, 5 luglio 2007.
  5. ^ Nigel Reo-Coker and John Carew leave Aston Villa, Sport BBC, 27 maggio 2011.
  6. ^ UFFICIALE: l'Aston Villa libera undici giocatori, Tuttomercatoweb.com, 27-05-2011.
  7. ^ Reo-Coker signs, www.bwfc.uk, 28 luglio 2011.
  8. ^ Eriksson gambles on Walcott, Guardian Online, 8 maggio 2006.
  9. ^ Nigel Reo-Coker: "It annoys me when...", The Independent on Sunday, 11 febbraio 2006.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]