Mick McCarthy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mick McCarthy
Mick McCarthy Wolverhampton Wanderers Manager.jpg
Dati biografici
Nome Michael Joseph McCarthy
Nazionalità Irlanda Irlanda
Altezza 188 cm
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Allenatore (ex difensore)
Carriera
Squadre di club1
1977-1983 Barnsley Barnsley 272 (7)
1983-1987 Manchester City Manchester City 140 (2)
1987-1989 Celtic Celtic 48 (8)
1989-1990 O. Lione O. Lione 10 (1)
1990 Millwall Millwall 6 (0)
1990-1992 Millwall Millwall 28 (1)
Nazionale
1984-1992 Irlanda Irlanda 57 (2)
Carriera da allenatore
1992-1996 Millwall Millwall
1996-2002 Irlanda Irlanda
2003-2006 Sunderland Sunderland
2006-2012 Wolverhampton Wolverhampton
2012- Ipswich Town Ipswich Town
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Michael Joseph McCarthy (Barnsley, 7 febbraio 1959) è un allenatore di calcio ed ex calciatore irlandese, di ruolo difensore.

È stato giocatore prima e allenatore poi della Nazionale irlandese. Ha inoltre allenato, a livello di club, il Millwall, il Sunderland e il Wolverhampton Wanderers. Attualmente lavora come telecronista per la BBC.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Mick McCarthy inizia la sua carriera nel Barnsley F.C., squadra della sua città, debuttando il 20 agosto 1977 nella partita contro il Rochdale A.F.C. vinto per 4 a 0. Restò per due anni in Quarta Divisione, prima che il club fosse promosso. Due anni dopo, la sua squadra salì in Seconda Divisione. Nel dicembre 1983 passerà poi al Manchester City. Lo stesso anno viene promosso e Mick ha la possibilità di giocare al più alto livello calcistico nazionale. A seguito di questa esperienza, viene ceduto, nel maggio 1987, al Celtic Glasgow. Il Celtic si trova nella massima serie scozzese, e McCarthy, nella sua prima stagione in Scozia, riesce a vincere sia il campionato che la coppa nazionale. L'anno successivo il Celtic riesce a vincere la Scottish Cup, arrivando poi terzo in campionato.

Nel luglio 1989 si trasferisce nuovamente in un altro Stato, questa volta in Francia, diventando un giocatore dell'Olympique Lione. Resta solo un anno in Francia e nel marzo 1990 torna in Inghilterra, questa volta per il Millwall. Le due stagioni successive sono piene di infortuni che lo inducono, nel 1992, a lasciare il mondo del calcio giocato per dedicarsi alla carriera da allenatore.

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

A dispetto del luogo di nascita, suo padre Charles era irlandese, e McCarthy fu quindi convocato dalla Nazionale irlandese. Fece il suo debutto internazionale il 23 maggio 1984, in un'amichevole contro la Polonia. Viene chiamato poi per giocare gli Europei 1988, dove diviene capitano.

L'apice della sua carriera internazionale avviene nel 1990, quando partecipa ai Mondiali di Italia 1990, venendo eliminato dai padroni di casa ai quarti di finale. Al suo ritiro dalla Nazionale, McCarthy avrà collezionato 57 presenze, segnando due volte: la prima contro la Jugoslavia nell'aprile 1988 e la seconda contro gli USA nel giugno 1992.

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Millwall[modifica | modifica sorgente]

McCarthy divenne, nel marzo 1992, sia giocatore che allenatore del Millwall, dopo che Bruce Rioch venne esonerato. Nella sua prima stagione completa (1992-1993), fu tesserato come giocatore, ma alla fine giocò una sola volta nella Coppa Anglo-Italiana prima di diventare solamente allenatore.

Portò, nella stagione 1993-1994, la sua squadra ai play-off dopo il terzo posto in campionato, ma persero contro il Derby County in seminifinale. Durante la stagione 1995-1996, McCarthy si candidò per diventare allenatore della Nazionale irlandese, dopo le dimissioni di Jack Charlton. McCarthy fu presentato ufficialmente il 5 febbraio 1996, due giorni dopo avere rescisso il suo contratto con il Milwall.

Irlanda[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver fallito nella qualificazione ai Mondiali 1998 e agli Europei 2000, McCarthy riesce a portare l'Irlanda ai Mondiali 2002 giocati in Corea e Giappone. La sua squadra passò il girone, ma fu eliminata agli ottavi di finale dalla Spagna ai rigori. McCarthy aveva perdipù lasciato a casa il centrocampista del Manchester United Roy Keane, uno dei calciatori più importanti. Mick restò alla guida della Nazionale fino al 5 novembre 2002, giorno in cui diede le dimissioni da CT della Nazionale dopo un totale di 29 vittorie, 19 pareggi e 20 sconfitte.

Sunderland[modifica | modifica sorgente]

Il 12 marzo 2003 venne messo sotto contratto dal Sunderland come allenatore dopo l'esonero di Howard Wilkinson, che aveva perso sei partite consecutive e aveva lasciato la squadra in uno stato nel quale sarebbe retrocessa quasi sicuramente. McCarthy non riuscì a fermare l'avanzata del Sunderland verso la Seconda Divisione, e i Black Cats vennero retrocessi. L'anno successivo McCarthy portò il Sunderland ai play-off per salire in Premiership, ma venne sconfitto ai rigori dal Crystal Palace.

Completò il ritorno in Premier League nella stagione 2004-2005, conquistando il primo posto grazie ai 94 punti conquistati durante l'anno. Nel 2005-2006 il Sunderland non andò bene in campionato e, dopo aver conquistato appena 16 punti, il 6 marzo 2006, diede le dimissioni.

Wolverhampton Wanderers[modifica | modifica sorgente]

Il 21 luglio 2006 divenne l'allenatore del Wolverhampton Wanderers, rimpiazzando Glenn Hoddle. McCarthy puntò sui giovani e, alla fine della stagione, si qualificò ai play-off, venendo eliminato dal West Bromwich Albion.

Nel 2007-2008 arrivò settimo in campionato a pari punti con il Watford sesto, ma con la differenza reti migliore per un solo gol.

Il 18 aprile 2009, con la vittoria per 1 a 0 sul Queens Park Rangers, la squadra di McCarthy viene promossa in FA Premier League.

Il 13 febbraio 2012, dopo sei stagioni con i wanderers, in seguito ad una cattiva serie di risultati culminata con la sconfitta interna per 5-1 nel derby col WBA, viene esonerato.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Giocatore[modifica | modifica sorgente]

Celtic Glasgow: 1987-1988
Celtic Glasgow: 1988, 1989

Allenatore[modifica | modifica sorgente]

Sunderland Association: 2004-2005
Wolverhampton Wanderers: 2008-2009

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 73249887