IX legislatura del Regno d'Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da IX Legislatura del Regno d'Italia)
Flag of Italy (1861-1946).svg Regno d'Italia
IX legislatura
Apertura parlamento 1865.jpg
Apertura del parlamento nel 1865
InformazioniIX legislatura
MonarcaVittorio Emanuele II di Savoia
Inizio18 novembre 1865
Fine13 febbraio 1867
Sessioni
I sessione18 nov. 1865–30 ott. 1866
II sessione15 dic. 1866–13 feb. 1867
Camera
Elezioni22 ottobre 1865 (Dettagli)
PresidenteAdriano Mari
DeputatiElenco
Senato
PresidenteGabrio Casati
SenatoriElenco
Capi di governo
GoverniLa Marmora II (1864-1865)
La Marmora III (1865-1866)
Ricasoli II (1866-1867)
Left arrow.svg VIII legislatura X legislatura Right arrow.svg

La IX legislatura del Regno d'Italia ebbe inizio il 18 novembre 1865 e si concluse il 13 febbraio 1867.

È stata la legislatura più breve della storia d'Italia.

Elezioni[modifica | modifica wikitesto]

Il r.d. n. 2462 del 7 settembre 1865 indiceva le elezioni generali per la Camera dei Deputati per i giorni 22 e 29 ottobre 1865.[1]

Le elezioni si effettuarono, in base alla legge elettorale varata il 17 dicembre 1860 n. 4513, che rispecchiava le modalità fondamentali presso a poco identiche a quelle delle leggi precedenti (n. 680 del 17 marzo 1848 e n. 3778 del 20 novembre 1859), utilizzando il sistema dello scrutinio uninominale a suffragio ristretto.

Il Regno era diviso in 443 collegi e ciascun collegio eleggeva un solo deputato.

Gli elettori chiamati alle urne furono 504.263 (il 2,00% della popolazione residente) e i votanti (al primo scrutinio) 271.923 (il 53,90% degli aventi diritto).[1]

Aperta in Firenze[2] il 18 novembre 1865, la legislatura durò un anno, due mesi e ventisette giorni ed ebbe due sessioni. La prima, prorogata per due volte,[3] fu chiusa il 30 ottobre 1866.[4] La seconda, aperta il 15 dicembre 1866,[5] fu chiusa con il regio decreto n. 3507 del 13 febbraio 1867, il quale scioglieva anche la Camera.[1]

Governi[modifica | modifica wikitesto]

Governi formati dai diversi Presidenti del Consiglio dei ministri su incarico reale.

  1. Governo La Marmora II (28 settembre 1864 - 31 dicembre 1865), presidente Alfonso La Marmora (militare)
    • Composizione del governo: Destra storica
  2. Governo La Marmora III (31 dicembre 1865 . 20 giugno 1866), presidente Alfonso La Marmora (militare)
    • Composizione del governo: Destra storica
  3. Governo Ricasoli II (20 giugno 1866 - 10 aprile 1867), presidente Bettino Ricasoli (Destra storica)
    • Composizione del governo: Destra storica

Parlamento[modifica | modifica wikitesto]

Camera dei Deputati[modifica | modifica wikitesto]

I sessione
II sessione

Nella legislatura la Camera tenne 159 sedute.[1]

Senato del Regno[modifica | modifica wikitesto]

I sessione
II sessione

Nella legislatura il Senato tenne 53 sedute.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e F. Bartolotta, vol. I, pag. 101.
  2. ^ Con il regio decreto n. 2032 dell'11 dicembre 1864 la capitale del Regno fu trasferita a Firenze.
  3. ^ Regi decreti n. 2761 del 9 gennaio 1866 e n. 3068 del 7 luglio 1866
  4. ^ Regio decreto n. 3295.
  5. ^ Regio decreto n. 3348 del 29 novembre 1866

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Francesco Bartolotta (a cura di), Parlamenti e governi d'Italia dal 1848 al 1970, Roma, Vito Bianco Ed., 1971.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]