Governo Crispi II

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Governo Crispi II
Francesco Crispi.jpg
StatoItalia Italia
Presidente del ConsiglioFrancesco Crispi
(Sinistra storica)
CoalizioneSinistra storica
LegislaturaXVII
Giuramento9 marzo 1889
Dimissioni6 febbraio 1891
Governo successivoDi Rudinì I
6 febbraio 1891
Left arrow.svg Crispi I Di Rudinì I Right arrow.svg

Il Governo Crispi II è stato in carica dal 9 marzo 1889 al 6 febbraio 1891 per un totale di 699 giorni, ovvero 1 anno, 10 mesi e 28 giorni.

Presidente del Consiglio dei ministri[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Crispi

Ministeri[modifica | modifica wikitesto]

Affari Esteri[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Francesco Crispi ad interim

Agricoltura, Industria e Commercio[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Luigi Miceli

Finanze[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Federico Seismit-Doda fino al 14 settembre 1890 (destituito)
Giovanni Giolitti ad interim dal 14 settembre 1890 al 10 dicembre 1890
Bernardino Grimaldi dal 10 dicembre 1890 al 6 febbraio 1891

Grazia e Giustizia e Culti[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Giuseppe Zanardelli

Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Ettore Bertolè-Viali

Interno[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Francesco Crispi

Lavori Pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Gaspare Finali

Marina[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Benedetto Brin

Poste e Telegrafi[modifica | modifica wikitesto]

Istituito il 10 marzo 1889

Ministro Pietro Lacava

Pubblica Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Paolo Boselli

Tesoro[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Giovanni Giolitti fino al 10 dicembre 1890
Bernardino Grimaldi ad interim dal 10 dicembre 1890 al 6 febbraio 1891