Governo Luzzatti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Governo Luzzatti
Luigi Luzzatti.jpg
Stato  Italia
Presidente del ConsiglioLuigi Luzzatti
(Destra storica)
CoalizioneDestra storica
LegislaturaXXIII
Giuramento31 marzo 1910
Dimissioni20 marzo 1911
Governo successivoGiolitti IV
30 marzo 1911
Left arrow.svg Sonnino II Giolitti IV Right arrow.svg

Il Governo Luzzatti è stato in carica dal 31 marzo 1910[1] al 30 marzo 1911[2] per un totale di 364 giorni, ovvero 11 mesi e 29 giorni. Giovanni Giolitti, con l'intenzione di tornare al governo, fece rinviare la votazione sulla nuova legge elettorale causando le dimissioni dei ministri radicali e di conseguenza del governo.

Presidente del Consiglio dei ministri[modifica | modifica wikitesto]

Luigi Luzzatti

Ministeri[modifica | modifica wikitesto]

Affari Esteri[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Antonino Paternò Castello, marchese di San Giuliano

Agricoltura, Industria e Commercio[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Giovanni Raineri

Finanze[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Luigi Facta

Grazia e Giustizia e Culti[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Cesare Fani

Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Paolo Spingardi

Interno[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Luigi Luzzatti

Lavori Pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Ettore Sacchi

Marina[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Pasquale Leonardi Cattolica

Poste e Telegrafi[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Augusto Ciuffelli

Pubblica Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Luigi Credaro

Tesoro[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Francesco Tedesco

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La presentazione ufficiale del Ministero Luzzatti-Sacchi, su archiviolastampa.it, La Stampa, 1º aprile 1910, p. 1.
  2. ^ Il giuramento dei ministri in Quirinale, su archiviolastampa.it, 31 marzo 1911, p. 1.