Governo di Rudinì I

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Governo di Rudinì I
Rudini.jpg
Stato Italia Italia
Presidente del Consiglio Antonio di Rudinì
Legislatura XVII
Giuramento 6 febbraio 1891
Dimissioni 15 maggio 1892
Governo successivo Giolitti I
15 maggio 1892
Left arrow.svg Crispi II Giolitti I Right arrow.svg

Il Governo di Rudinì I è stato in carica dal 6 febbraio 1891 al 15 maggio 1892 per un totale di 464 giorni, ovvero 1 anno, 3 mesi e 9 giorni.

  • Composizione del governo:

Presidente del Consiglio dei ministri[modifica | modifica wikitesto]

Antonio di Rudinì

Ministeri[modifica | modifica wikitesto]

Affari Esteri[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Antonio di Rudinì

Sottosegretario delegato: Conte Antonio d'Arco ( n. 1848-m. 1917)

Agricoltura, Industria e Commercio[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Bruno Chimirri fino al 31 dicembre 1891
Antonio di Rudinì ad interim dal 31 dicembre 1891 al 15 maggio 1892

Finanze[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Giuseppe Colombo fino al 4 maggio 1892
Luigi Luzzatti ad interim dal 4 maggio 1892 al 15 maggio 1892

Grazia e Giustizia e Culti[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Luigi Ferraris fino al 31 dicembre 1891
Bruno Chimirri dal 31 dicembre 1891 al 15 maggio 1892

Guerra[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Luigi Pelloux

Interno[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Giovanni Nicotera

Lavori Pubblici[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Ascanio Branca

Marina[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Antonio di Rudinì ad interim fino al 15 febbraio 1891
Simone Antonio Pacoret De Saint-Bon dal 15 febbraio 1891 al 15 maggio 1892

Poste e Telegrafi[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Ascanio Branca ad interim

Pubblica Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Pasquale Villari

Tesoro[modifica | modifica wikitesto]

Ministro Luigi Luzzatti