Godzilla e Kong - Il nuovo impero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Godzilla e Kong - Il nuovo impero
Godzilla, Mothra e King Kong in una scena del film
Titolo originaleGodzilla x Kong - The New Empire
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2024
Durata115 min
Generefantascienza, azione, thriller, avventura
RegiaAdam Wingard
SoggettoGodzilla creato da Toho
King Kong creato da Edgar Wallace e Merian C. Cooper
storia di Terry Rossio, Adam Wingard e Simon Barrett
SceneggiaturaTerry Rossio, Simon Barrett, Jeremy Slater
ProduttoreMary Parent, Alex Garcia, Eric McLeod, Brian Rogers, Thomas Tull, Jon Jashni
Produttore esecutivoJennifer Conroy, Roy Lee, Dan Lin
Casa di produzioneWarner Bros. Pictures, Legendary Pictures
Distribuzione in italianoWarner Bros. Pictures
FotografiaBen Seresin
MontaggioJosh Schaeffer
Effetti specialiBruce Bright, Michael Meinardus
MusicheTom Holkenborg

Antonio Di Iorio

ScenografiaTom Hammock
CostumiEmily Seresin
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Logo ufficiale del film

Godzilla e Kong - Il nuovo impero (Godzilla x Kong - The New Empire) è un film del 2024 diretto da Adam Wingard.

Il film è il sequel di Godzilla vs. Kong (2021) e il quinto capitolo del MonsterVerse, nonché trentottesimo film su Godzilla e tredicesimo su King Kong.

È interpretato da Rebecca Hall, Brian Tyree Henry, Dan Stevens, Kaylee Hottle, Alex Ferns, Fala Chen e Rachel House, con Hall, Henry e Hottle che riprendono i loro ruoli dal film precedente.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tre anni dopo la battaglia di Hong Kong, Kong si è stabilito ufficialmente nella Terra cava, nella quale sta ancora cercando di ambientarsi ed è costantemente monitorato da alcuni scienziati della Monarch all'interno di un avamposto militare situato in zona. Attualmente la Terra Cava è considerata un luogo misterioso in quanto se ne conosce solo il 5%. Nel mentre, Godzilla continua a mantenere l'ordine tra l'umanità e i titani in superficie sconfiggendo il titano crostaceo Scylla, che stava distruggendo Roma, per poi riposarsi all'interno del Colosseo. Nel frattempo, la primatologa Ilene Andrews vive alle isole Barbados, dove sono situati un'entrata alla Terra Cava e un avamposto della Monarch, insieme alla figlia adottiva Jia, che però sente di non appartenere a questo mondo e per questo a scuola ha difficoltà a socializzare.

Ad un certo punto, gli scienziati che si trovano nella Terra Cava avvertono quelli di superficie di aver ricevuto uno strano segnale, che dalle raffigurazioni sembra corrispondere a dei disegni realizzati da Jia (la quale aveva percepito lo stesso segnale in uno stato di trance) e quella notte vengono improvvisamente attaccati da una strana creatura. Il giorno dopo Ilene si rende conto che gli scienziati nella Terra Cava non rispondono più e per questo, credendo che sia accaduto qualcosa, si rivolge al complottista Bernie Hayes, che qualche anno prima aveva aiutato nella battaglia di Hong Kong e che decide di prestarle aiuto. Tornati alle Barbados, vedono che Kong è risalito dalla Terra Cava poiché ha un problema ad un dente, causato da una feroce lotta con delle creature canine, e per questo Ilene chiama un suo vecchio collega di nome Trapper, ora divenuto veterinario, che glielo sostituisce e si unisce in seguito al gruppo di Ilene e a Kong nella spedizione all'interno della Terra Cava.

Giunti nella Terra Cava, Kong trova una grotta con un diretto accesso ad una zona ancora inesplorata (divenuta accessibile a causa di una frana), dove incontra e sconfigge un gruppo di grandi scimmie come lui che gli avevano teso un'imboscata ed un piccolo gorilla dal pelo arancione di nome Suko, il quale, seppur con un'iniziale riluttanza, decide di guidarlo all'interno di questa nuova area. Nel mentre il gruppo di Ilene trova l'avamposto della Monarch completamente distrutto da una misteriosa creatura, la quale ha lasciato un segno su di una roccia con la propria mano e da cui capiscono che non si tratta di Kong. Inoltre trovano anche delle strane incisioni realizzate dagli Iwi, il popolo estinto da cui proviene Jia e che si pensava popolasse solamente Skull Island. Nel frattempo Godzilla, percependo lo stesso segnale rilevato dagli scienziati della Monarch, si dirige dapprima in una base nucleare situata in Francia per assorbirne le radiazioni e poi nel bel mezzo del Mare Artico, territorio del titano serpente marino Tiamat, che sconfigge per assorbire l'energia presente nella sua tana e poter così compiere una metamorfosi, ottenendo anche un'energia di colore diverso. Gli eserciti umani comprendono che Godzilla ha avvertito qualcosa che lo intimorisce e che si sta potenziando al massimo delle sue forze per l'imminente scontro.

Ilene e gli altri raggiungono il luogo inesplorato e, una volta atterrati, il pilota del gruppo Miguel viene divorato da una pianta. In seguito il gruppo viene accolto dalla regina degli Iwi, il popolo indigeno con la facoltà di comunicare telepaticamente e da cui discende la stessa Jia. Vengono condotti in un tempio dedicato alla falena gigante Mothra, morta 8 anni prima nella battaglia di Boston, dove viene spiegato che il segnale era stato emesso proprio dagli Iwi per attrarre Godzilla. Attraverso dei geroglifici, apprendono che in passato il Re dei Mostri aveva combattuto contro una grande scimmia di nome Skar King, intenzionato a conquistare la superficie con il suo esercito, ma Godzilla, dopo un'iniziale difficoltà, riuscì a rinchiudere i suoi avversari in un vulcano situato nelle profondità della Terra Cava. Ora gli Iwi sono convinti che Skar King voglia ritentare l'assalto, motivo per cui hanno lanciato il segnale. Viene inoltre rivelato che Jia sarebbe la chiave per risvegliare Mothra.

In quel momento Kong viene condotto dal piccolo Suko proprio nel rifugio di Skar King, che si rivela essere un primate vagamente simile a un orango, dal carattere brutale e tirannico, che tratta le altre grandi scimmie come schiavi. Quest'ultimo affronta Kong con la sua potente frusta ossea, riuscendo inizialmente a metterlo in difficoltà, ma venendo in seguito sopraffatto. Skar King decide quindi di richiamare Shimo, un'antica ed enorme titanide dei ghiacci da lui controllata attraverso un cristallo legato alla frusta, che nello scontro ferisce gravemente Kong congelandogli una mano. Kong riesce a scappare con l'aiuto di Suko, liberandosi di alcuni gorilla inseguitori grazie ad una trappola realizzata dallo stesso Kong, e torna da Ilene e gli altri avvertendoli del pericolo. Tuttavia, uno degli inseguitori sopravvissuto alla trappola di Kong scopre il passaggio per la superficie e torna dal suo sovrano per informarlo. Trapper decide di recuperare il Beast-Glove, un guanto robotico progettato per Kong che quelli della Monarch stavano testando nell'avamposto situato nella Terra Cava, adattandolo al braccio ferito del titano che inizia così a guarire. A questo punto Kong capisce di necessitare dell'aiuto di Godzilla per fermare Skar King e Shimo e si reca perciò in superficie al Cairo in Egitto, richiamando l'attenzione del Re dei Mostri. Quest'ultimo inizialmente attacca Kong, percependolo come un invasore nel proprio territorio, ma poi viene fermato da Mothra, resuscitata da Jia, e capisce che deve unire le forze con Kong per fermare la minaccia di Skar King. Il gruppo di titani si lancia dunque nella Terra Cava dove affrontano il tiranno ed il suo esercito, giunti da poco nella zona dove vivono gli Iwi e da cui è possibile raggiungere la superficie.

Grazie ad un marchingegno degli Iwi, la gravità sul campo di battaglia viene temporaneamente annullata, permettendo a Godzilla, Kong e Mothra di neutralizzare l'armata di Skar King, ma in seguito quest'ultimo, Shimo, Godzilla e Kong vengono sbalzati in superficie a Rio de Janeiro. Qui Shimo, dietro ordine di Skar King, inizia a provocare una nuova era glaciale. I titani proseguono lo scontro portando il caos sulla città, finché il cristallo sulla frusta di Skar King viene strappato via da Godzilla e distrutto da Suko usando l'ascia di Kong. Shimo, finalmente libera dal controllo di Skar King, congela il tiranno, il quale viene poi ridotto in frantumi da Kong. Dopo aver arrestato l'era glaciale di Shimo con il suo raggio atomico, Godzilla torna a riposare nel Colosseo, Mothra ripristina la barriera protettiva nella casa degli Iwi, la quale era stata distrutta da Skar King, Jia decide di restare a vivere in superficie con Ilene e Kong rimane nella Terra Cava insieme a Suko e Shimo, dove viene accettato dal resto delle grandi scimmie come loro nuovo sovrano.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Adam Wingard torna alla regia del film dopo la pellicola precedente Godzilla vs. Kong

Nel marzo 2019, il produttore Alex Garcia dichiarò che la Legendary Pictures voleva produrre più film del MonsterVerse se le pellicole Godzilla II - King of the Monsters (2019) e Godzilla vs. Kong (2021) avessero avuto successo.[1] Nel febbraio 2021, il regista Adam Wingard commentò il futuro del MonsterVerse affermando di sapere "dove potremmo andare potenzialmente con i film futuri", ma affermando tuttavia che la saga venne creata "in una certa misura" per condurre verso Godzilla contro Kong.[2] Ha anche aggiunto che il MonsterVerse fosse ad un "bivio", dichiarando: "È davvero il punto in cui il pubblico deve fare un passo avanti e votare per più di queste cose. Se questo film sarà un successo ovviamente andranno avanti [con altri film]".[2]

Godzilla vs. Kong è uscito il 24 marzo 2021 e fu un successo sia di botteghino sia di visualizzazioni in streaming durante la pandemia di COVID-19: ha incassato 470 milioni di dollari in tutto il mondo e divenne il film più visto su HBO Max,[3] nonché il film più piratato del 2021.[4] Il 4 aprile 2021, il CEO della Legendary Josh Grode dichiarò che lo studio aveva "una serie di idee" per altri film. Lo stesso giorno, l'hashtag #ContinueTheMonsterVerse divenne virale su Twitter e fu supportato anche da Jordan Vogt-Roberts, regista di Kong: Skull Island (2017).[5] Il 27 aprile 2021, The Hollywood Reporter ha dichiarato che la Legendary stava "prendendo tranquillamente provvedimenti per estendere la serie in uno o più episodi", mentre negoziava con Wingard per tornare alla regia. Vennero prese in considerazione varie idee per un seguito, tra cui Son of Kong come titolo potenziale, omonimo al film del 1933.[6] Nell'agosto 2021, lo sceneggiatore Max Borenstein affermò che "ci saranno alcune nuove puntate interessanti in arrivo" dopo il successo di Godzilla vs. Kong.[7]

Il 20 marzo 2022, è stato annunciato che le riprese di un sequel sarebbero dovute iniziare nel corso dell'anno a Gold Coast, Queensland, e in altre località nel Queensland sudorientale.[8] Nel maggio 2022, è stato annunciato che Wingard sarebbe tornato alla regia e che Dan Stevens era stato scelto come protagonista. Wingard e Stevens avevano già lavorato insieme in The Guest (2014).[9] Il 19 maggio 2022, Production Weekly riferì che il titolo provvisorio della pellicola era Origins.[10] Il 30 giugno 2022, è stato rivelato che Mary Parent, Alex Garcia, Eric McLeod, Brian Rogers, Thomas Tull e Jon Jashni sarebbero tornati come produttori. Il 1 luglio 2022, la Toho ha confermato che il film avrebbe avuto come protagonista Godzilla.[11]

Nell'agosto 2022, Warner Bros. Pictures e Legendary hanno annunciato una nuova trama e che Rebecca Hall, Brian Tyree Henry e Kaylee Hottle avrebbero ripreso i loro ruoli da Godzilla vs Kong, e che Fala Chen, Alex Ferns e Rachel House si sarebbero uniti al cast.[12] È stato anche rivelato che Wingard avrebbe collaborato ancora una volta con lo scenografo Tom Hammock, il montatore Josh Schaeffer, il compositore Tom Holkenborg, e che Terry Rossio era tornato per scrivere la sceneggiatura con Jeremy Slater e il frequente collaboratore di Wingard, Simon Barrett.[13] Michael Dougherty e Zach Shields, entrambi co-scrittori di Godzilla II - King of the Monsters e Godzilla vs. Kong sono stati accreditati per "materiale letterario aggiuntivo" fuori schermo con James Ashcroft, Eli Kent e Nicole Perlman.[13]

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese principali sono iniziate a Gold Coast, Queensland, il 29 luglio 2022.[14] All'inizio della produzione, è stato confermato che Ben Seresin sarebbe tornato come direttore della fotografia.[15] Nel novembre 2022, è stato riferito che le riprese erano terminate in Australia e che l'equipaggiamento della troupe rivelava come potenziale titolo del film Godzilla and Kong.[16]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo teaser trailer è stato diffuso il 19 aprile 2023.[12]

Dal 30 settembre 2023, è trapelato online un primo poster del film mostrato alla Toy Fair di New York.[17]

Il trailer ufficiale e la locandina del film sono stati distribuiti da Warner Bros. il 3 dicembre 2023, svelando anche il titolo italiano della pellicola.[18]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

In agosto 2022, Tom Holkenborg, già compositore della colonna sonora di Godzilla vs. Kong, ha annunciato che avrebbe composto la colonna sonora del film.[19]

Questa volta la scrittura è condivisa col suo fido collaboratore Antonio Di Iorio, che già in passato ha più volte rivestito il ruolo di orchestratore e additional music composer per le sue partiture.[20]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

L'uscita, inizialmente prevista per il 15 marzo 2024, venne dapprima posticipata al 12 aprile a causa dello sciopero degli sceneggiatori e degli attori a Hollywood, per poi essere confermata per il 29 marzo. In Italia è distribuito dal 28 marzo.[21][22][23]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha incassato 195672000 $ in Nordamerica e 371300000 $ nel resto del mondo per un totale di 566972000 $,[24] divenendo attualmente il secondo maggiore incasso cinematografico del 2024 dopo Dune - Parte due e il film su Godzilla più redditizio.[25] In Italia ha ottenuto 4470737 $.[26]

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto recensioni miste: mentre le sequenze con i Titani e gli scontri hanno ottenuto vari elogi, lo sviluppo dei personaggi umani è stato criticato; molti critici hanno anche mosso confronti sfavorevoli con Godzilla Minus One (2023), pellicola originale su Godzilla distribuita pochi mesi prima.[27][28][29]

Sul sito Rotten Tomatoes detiene un indice di gradimento del 54% basato su 236 recensioni professionali, con un voto medio di 5,6 su 10 ed il consenso critico: "Vieni a vedere Godzilla e Kong - Il nuovo impero per il puro spettacolo di pestaggio tra mostri - e rimani anche per quello, perché il film non ha molto altro da offrire".[30] Su Metacritic ha un voto medio ponderato di 47 su 100, basato su 51 recensioni.[31] Su CinemaScore ha ottenuto come voto medio del pubblico una A-.

Owen Gleiberman di Variety ha paragonato il film ad una pellicola sui supereroi, ritenendo che abbia avuto la sfortuna di uscire poco dopo Godzilla Minus One, affermando che Godzilla e Kong appaia più come un "prodotto" se paragonato alla "maestosità lirica" di Minus One, pur mantenendo comunque delle battaglie spettacolari.[27] Pete Hammond di Deadline Hollywood ha paragonato le scene della tribù delle scimmie ad Il pianeta delle scimmie, e ha notato che Godzilla, pur presentandosi al meglio, gioca principalmente un ruolo secondario;[28] Hammond ha anche percepito che i personaggi umani fossero le stesse "caricature unidimensionali" tipiche dei film di mostri, ma ammettendo che avessero un "bel rapporto" a prescindere.[28] Come Gleiberman, anche Hammond ha paragonato il film a Godzilla Minus One, definendolo "molto più impressionante" di Godzilla e Kong.[28] Una recensione di The Guardian ha elogiato la coreografia e la struttura, ma ha criticato alcuni aspetti dei ruoli degli attori.[29]

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Libri e fumetti[modifica | modifica wikitesto]

La Legendary Comics ha pubblicato una graphic novel basata sulla pellicola dal titolo Godzilla x Kong: The Hunted, un prequel ufficiale del film che segue un cacciatore di trofei nella Terra Cava, uscita in digitale dal 24 febbraio 2024 e in cartaceo dal 26 marzo.[32] Il fumetto è stato annunciato tramite una campagna Kickstarter, e come parte di questa prevendita Legendary ha offerto anche una seconda graphic novel chiamata Monarch: Declassified, un’antologia prevista in uscita ad ottobre 2024, che vede il personaggio di Bernie Hayes (interpretato da Brian Tyree Henry nel franchise) rivelare segreti classificati della Monarch e antichi miti sui Titani.[32]

Una trasposizione letteraria del film è stata pubblicata da Titan Books il 29 marzo 2024.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Un videogioco intitolato Godzilla x Kong: Titan Chasers, sviluppato da Hunted Cow Studios e pubblicato da Tilting Point LLC per iOS, Android e PC, è uscito in un periodo di test anticipato dal 27 febbraio 2024, prima dell’uscita della pellicola, e sarà pubblicato in versione completa dal 31 giugno.[33][34]

I titani del film sono stati aggiunti come costumi nei giochi Call of Duty: Warzone e Call of Duty: Modern Warfare III.[35]

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Nel corso di un'intervista promozionale il regista Adam Wingard ha espresso interesse nel realizzare un terzo film con Godzilla e Kong, prima di affermare tuttavia che tale eventualità dipenderà innanzitutto dal successo della pellicola.[36] Wingard ha ribadito che sono state discusse idee su dove portare avanti il franchise, suggerendo che il prossimo film potrebbe potenzialmente seguire Godzilla e mostrare gli eventi dalla sua prospettiva nello stesso modo in cui la pellicola precedente ha seguito Kong.[37]

Mary Parent, produttrice e presidente della Legendary, a seguito del successo al botteghino del film ha dichiarato: "Questo è sicuramente un risultato entusiasmante. Siamo in una buona posizione per continuare il viaggio, ma vediamo come si sviluppa "Godzilla e Kong".[38]

Il 10 maggio 2024, Legendary ha annunciato ufficialmente la lavorazione di un sequel, con David Callaham assunto per scrivere la sceneggiatura dopo il suo precedente lavoro alle prime bozze di Godzilla (2014).[39]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Matt Goldberg, 'Godzilla vs. Kong' Director Adam Wingard on Avoiding an Issue He Had with 'Batman v Superman', su Collider, 22 febbraio 2021.
  2. ^ a b (EN) Josh Millican, Exclusive: Godzilla vs. Kong Director Adam Wingard Explains Why No Post-Credits Scene, su Dread Central, 22 marzo 2021.
  3. ^ (EN) Rebecca Rubin, 'Godzilla vs. Kong' Is a Box Office and HBO Max Hit. Will It Shake Up the Future of Moviegoing?, su Variety, 5 aprile 2021.
  4. ^ (EN) Andi Ortiz, 'Zack Snyder's Justice League,' 'Black Widow' Among 2021's Most Pirated Movies, su TheWrap, 26 gennaio 2022.
  5. ^ (EN) Sam Barsanti, Godzilla Vs. Kong fans adopt Snyder Cut tactics to try and get a sequel, and it might be working, su The A.V. Club, 4 aprile 2021.
  6. ^ (EN) Borys Kit, 'Godzilla vs. Kong' Director Adam Wingard In Talks for Legendary's Next MonsterVerse Film (Exclusive), su The Hollywood Reporter, 27 aprile 2021.
  7. ^ (EN) Grant Hermanns, Godzilla vs Kong Writer Teases Future MonsterVerse Movies, su Screen Rant, 3 agosto 2021.
  8. ^ (EN) Katherine Tulich, 'Godzilla vs. Kong' Sequel to Film in Australia, su Variety, 20 marzo 2022.
  9. ^ (EN) Kroll Justin, Godzilla vs. Kong 2: Dan Stevens Reunites With The Guest Director Adam Wingard On Legendary Sequel, su Deadline Hollywood.
  10. ^ (EN) Adam Chitwood, 'Godzilla vs. Kong' Sequel Gets 2024 Release Date; 'Dune 2' Pushed to November 2023, su TheWrap, 30 giugno 2022.
  11. ^ (EN) Godzilla vs. Kong Sequel Announcement, su Godzilla.com, 1º luglio 2022.
  12. ^ a b (EN) Jazz Tangcay e Charna Flam, 'Godzilla x Kong' Sequel Gets New Title – Film News in Brief, su Variety, 19 aprile 2023.
  13. ^ a b (EN) Marco Vitto Oddo, 'Godzilla vs. Kong 2' Synopsis Reveals New Details About Monsterverse Sequel, su Collider, 25 agosto 2022.
  14. ^ (EN) Maggie Dela Paz, Legendary's Godzilla vs. Kong Sequel Begins Production in Australia, su Comingsoon.net, 29 giugno 2022.
  15. ^ (EN) Anthony Nash, Godzilla vs. Kong Sequel Gets Working Title, su Comingsoon.net, 2 agosto 2022.
  16. ^ (EN) James Whitbrook e Gordon Jackson, The Next Godzilla Movie Has an Unsurprising Title, su Gizmodo, 11 novembre 2022.
  17. ^ (EN) Ali Valle, Godzilla x Kong: The New Empire’s Latest Poster Unveils a Monumental Kaiju Alliance, su MovieWeb, 1º ottobre 2023.
  18. ^ Pietro Ferraro, Godzilla e Kong – Il Nuovo Impero: primo epico trailer italiano e locandine del nuovo capitolo del Monsterverse, su Cineblog, 4 dicembre 2023.
  19. ^ (EN) Tom Holkenborg to Return for Adam Wingard's 'Godzilla vs. Kong' Sequel, su Film Music Reporter, 25 agosto 2022.
  20. ^ amazon.it, https://www.amazon.it/dp/B0CXYYS9FN/ref=sr_1_1?__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&crid=3M242EJYOOJRI&dib=eyJ2IjoiMSJ9.deWMlGSdaQb6kwd1i0DiabNtoHwgXgw6rqHKQ5HP9LvuBPPjDeyfg0vB0TicZTmXSYUEGSY-GcDGUu8ghflJxsYVU5wrQKZJBo9pvnIq-JZxNha9g7-DS3pQsUjq6zKCECE1tlQqmjZ_RbgWtMC3fg.4Lz6rIc9mP8KfEHNq9-zoS5PZyDUVMGZsvrVM3bdoXA&dib_tag=se&keywords=godzilla+x+kong+the+new+empire&qid=1711096248&s=dmusic&sprefix=godzilla+x+kong+the+new+empire,digital-music,100&sr=1-1. URL consultato il 22 marzo 2024.
  21. ^ (EN) Tyler Treese, Godzilla x Kong: The New Empire Release Date Pushed Back, su Comingsoon.net, 24 agosto 2023.
  22. ^ Data di rilascio di Godzilla X Kong ritardata mentre la WB sposta il calendario del 2024, su Asiatica Film Mediale, 25 agosto 2023.
  23. ^ Andrea Bedeschi, Mickey 17: Warner toglie dal listino il film di Bong Joon-ho, al suo posto Godzilla e Kong – Il Nuovo Impero, su BadTaste.it, 10 gennaio 2024.
  24. ^ (EN) Godzilla e Kong - Il nuovo impero, su Box Office Mojo, IMDb.com. URL consultato il 28 maggio 2024. Modifica su Wikidata
  25. ^ (EN) 2024 Worldwide Box Office, su BoxOfficeMojo.
  26. ^ (EN) Godzilla x Kong: The New Empire, su BoxOfficeMojo.
  27. ^ a b (EN) Owen Gleiberman, 'Godzilla x Kong: The New Empire' Review: A Godzilla Spectacle Minus One Thing: A Reason to Exist, su Variety, 28 marzo 2024.
  28. ^ a b c d (EN) Pete Hammond, 'Godzilla x Kong: The New Empire' Review: The Titans Of The Monsterverse Join Forces Against Evil But It Is All Still Just More Of The Same Stomp Fest, su Deadline, 28 marzo 2024.
  29. ^ a b (EN) Lee Benjamin, Godzilla x Kong: The New Empire review – breezy, forgettable monster sequel, su The Guardian, 28 marzo 2024.
  30. ^ (EN) Godzilla x Kong: The New Empire, su rottentomatoes.com. URL consultato il 28 maggio 2024.
  31. ^ (EN) Godzilla x Kong: The New Empire, su metacritic.com. URL consultato il 28 maggio 2024.
  32. ^ a b Matteo Regoli, Godzilla x Kong, il MonsterVerse continua a crescere con il nuovo prequel Tue Hunted, su Everyeye.it, 5 ottobre 2023.
  33. ^ (EN) Sean McAngus, Godzilla x Kong: Elgin developer creates new game based on next year’s blockbuster, su The Press & Journal, 12 dicembre 2023.
  34. ^ (EN) Godzilla x Kong: Titan Chasers, su App Store.
  35. ^ (EN) Sean Low, How to get the Godzilla x Kong: New Empire skins in Modern Warfare 3 and Warzone, su oneesports.gg, 8 aprile 2024.
  36. ^ https://cinema.everyeye.it/notizie/godzilla-x-kong-film-monsterverse-adam-wingard-non-finito-706932.html
  37. ^ (EN) Rosie Knight, Godzilla x Kong: The New Empire Ending Explained by Director Adam Wingard (and Post-Credits Check-In), su IGN, 29 marzo 2024.
  38. ^ (EN) Pamela McClintock, MonsterVerse Future Looks Bright After 'Godzilla x Kong', su hollywoodreporter.com, 8 aprile 2024.
  39. ^ (EN) Borys Kit, ‘Godzilla x Kong’ Follow-Up Enlists ‘Shang Chi’ Scribe Dave Callaham to Write (Exclusive), su The Hollywood Reporter, qp maggio 2024.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]