Destoroyah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Destoroyah
Destoroyah.png
UniversoGodzilla
Nome orig.デストロイア (Desutoroia)
Lingua orig.Giapponese
AutoreTakao Okawara
EditoreToho
1ª app.1995
1ª app. inGojira VS Destroyer
Ultima app. inGojira VS Destroyer
Interpretato da
SpecieCreatura formata da crostacei mutanti
Luogo di nascitaBaia di Tokyo
Data di nascitaEra precambriana
Poteri
  • Raggio distruttore di ossigeno
  • Volo

Destoroyah (デストロイア Desutoroia?) è un kaijū, un mostro misterioso, del cinema giapponese nemico di Godzilla.

Venne considerato tra i nemici di Godzilla più crudeli, responsabile per la brutale morte di Godzilla Junior.[1] La rivista Complex lo pose al 3º posto nella sua lista dei 15 mostri giapponese più forti,[2] mentre WatchMojo[3] lo pose al terzo posto del suo elenco dei 10 miglior nemici di Godzilla.[4] Al contrario, Steve Ryfle, autore e storico di Godzilla, descrisse Destoroyah come un mostro ridicolo, un misto tra Predator e SpaceGodzilla, paragonabile a Megalon e Gigan.[5]

Storia cinematografica[modifica | modifica wikitesto]

Nel concepire il nemico finale di Godzilla, lo sceneggiatore Kazuki Ōmori propose una storia in cui il Godzilla corrente fosse nelle condizioni di lottare contro il Godzilla del 1954, ma questa idea fu scartata, in quanto Godzilla si era già scontrato con ben tre doppelgängerː Biollante, Mechagodzilla e SpaceGodzilla. Venne però deciso di mantenere il collegamento con il film originale nel ri-introdurre il distruttore di ossigeno, l'arma che sconfisse il primo Godzilla.[5]

Il personaggio fu prima battezzato, Barubaroi, ma fu presto cambiato, siccome suonava troppo come Berbero, perciò potenzialmente offensivo.[6] I disegni di Barubaroi, nel look finale, erano più simili ad un calamaro, ma condividevano il tratto di Destoroyah nel superare Godzilla in altezza.[7]

Tutte le forme assunte da Destoroyah vennero disegnate da Minoru Yoshida, al quale fu richiesto di concepirlo alla pari di un crostaceo. Il suo disegno finale fu dato all'illustratore Noriyoshi Ohrai, che lo incorporò nel manifesto del film. Il disegno di Ohrai fu dopo usato come templato per il modello in 3D, utilizzato per fabbricare il costume del mostro.[8]

Il compositore Akira Ifukube inizialmente intendeva applicare ad ogni forma di Destoroyah uno specifico tema musicale, ma alla fine decisero realizzarne uno solo. Scelse di non usare la sigla del distruttore di ossigeno presente nel film del 1954, siccome quel tema era illustrativo della tragedia del suo creatore, e quindi inappropriato per un mostro.[9]

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

«Serizawa aveva fatto una terribile scoperta. Dopo una lunga serie di esperimenti, aveva trovato il modo di liberare l'ossigeno dall'acqua. Sarebbe bastata una piccola quantità di questo elemento per uccidere qualsiasi essere che viva nell'acqua.»

(Emiko Yamane[10])

Destoroyah ha origine da una colonia di crostacei microscopici risalente all'era Precambriana, risvegliati e potenziati quando venne detonato il distruttore di ossigeno nella baia di Tokyo allo scopo di uccidere, nel 1954, il primo Godzilla. Nel 1996, i Destoroyah si trasformarono in creature di statura umana, respingendo un assalto da parte delle Forze di autodifesa giapponesi. I Destoroyah si evolveranno nella forma di una creatura volante che si scontra con Godzilla Junior. Temporaneamente sconfitto, si trasforma poi in una forma che supera Godzilla in grandezza. La creatura uccide Junior e s'imbatte in Godzilla all'aeroporto di Haneda, dove incontra la sua fine attraverso gli sforzi uniti di Godzilla e dell'esercito giapponese.[11]

Apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Miles Imhoff, "Review: Godzilla vs. Destoroyah (1995)", Toho Kingdom (April 16, 2005)
  2. ^ Josh Robertson, "The 15 Most Badass Kaiju Monsters of All Time", Complex (18 maggio, 2014)
  3. ^ Un portale, presente anche su Youtube, dedicato all'intrattenimento che crea brevi video su diversi argomenti. La più famosa serie di video è sicuramente la "Top 10", format in cui verranno trattate curiosità riguardanti film, attualità, tecnologia, cartoni e molto altro.
  4. ^ WatchMojo.com, Top 10 Godzilla Villains, su Youtube, 25 settembre 2015. URL consultato il 25 settembre 2015.
  5. ^ a b S. Ryfle, Japan’s Favorite Mon-Star: The Unauthorized Biography of the Big G, Toronto: ECW Press, 1998, pp. 305-16, ISBN 1-55022-348-8.
  6. ^ 東宝特撮映画大全集 ["Toho special effects movie Complete Works"], Village Books, 2012, pp. 248-251. ISBN 9784864910132
  7. ^ (JA) Koichi Kawakita, 平成ゴジラパーフェク [Heisei Godzilla Perfection], Dengeki Hobby Books, 2012, ISBN 4-04-886119-0.
  8. ^ David Milner, "Koichi Kawakita Interview II", Kaiju Conversation (December 1995)
  9. ^ David Milner, "Akira Ifukube Interview III", Kaiju Conversations (December 1995)
  10. ^ Godzilla (1954). Regia di Ishirō Honda. Toho
  11. ^ Gojira VS Destroyer (1995). Regia di Takao Okawara. Toho