King Ghidorah

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
King Ghidorah
LIDAM.jpg
Universo Godzilla
Nome orig. キングギドラ (Kingu Gidora)
Lingua orig. Giapponese
Autore Eiji Tsuburaya
Editore Toho
1ª app. 1964
1ª app. in Ghidorah! Il mostro a tre teste
Ultima app. in Gojira Mothra King Ghidorah - Daikaijū sōkōgeki
Interpretato da
Specie Drago alieno/dorat mutato
Luogo di nascita Vari
Data di nascita Varie
« Gidorà è un mostro dello spazio. I mostri della Terra non possono vincere. »
(Regina delle Kilaak[1])

King Ghidorah (キングギドラ Kingu Gidora?) (detto anche Ghidorra, Gidorà, Ghidoran e Gidra nei vari doppiaggi italiani) è un kaiju (mostro misterioso) della serie cinematografica di Godzilla che fece il suo debutto in Ghidorah! Il mostro a tre teste nel 1964.

Benché il suo design è rimasto più o meno consistente in tutte le sue apparenze (un drago alato tricefalo di color oro con una coda biforcuta), le sue origini hanno variato a secondo dei bisogni narrativi, essendo stato raffigurato come un demone extraterrestre,[2][3] una creatura geneticamente modificata del futuro,[4] e un antico guardiano del Giappone.[5] Il personaggio viene solitamente raffigurato come un arcinemico di Godzilla e Mothra,[2][3] ma è stato un alleato dell'ultimo in almeno un film.[5] Sebbene fosse spesso visto come un simbolo della minaccia posta dalla Cina, che all'epoca della creazione di Ghidorah aveva appena sviluppato le armi nucleari,[6] il regista Ishiro Honda disputò il collegamento, dichiarando che il personaggio fosse semplicemente una versione moderna del drago Yamata no Orochi.[7]

Il personaggio è stato generalmente ben accolto, ed è considerato il nemico più famoso di Godzilla. WatchMojo.com assegnò a King Ghidorah il primo posto nella lista dei dieci miglior nemici di Godzilla,[8] e il sesto posto nell'elenco dei dieci miglior mostri giganti cinematografici,[9] mentre IGN mise il mostro in secondo posto sulla lista dei dieci miglior mostri del cinema giapponese.[10]

Concepimento[modifica | modifica wikitesto]

SpaceGodzilla e King Ghidorah nel videogioco Godzilla: The Game

L'idea iniziale per Ghidorah! Il mostro a tre teste venne da Tomoyuki Tanaka, il creatore di Godzilla. Tanaka trasse ispirazione d'una illustrazione dell'Idra di Lerna in un libro di mitologia greca e dal drago giapponese Yamata no Orochi. Tanaka era affascinato dall'idea d'imbattere Godzilla contro un nemico pluricefalo, ma ridusse il numero di teste a tre, siccome 7-8 teste sarebbero state impratiche.[11] Lo sceneggiatore Shinichi Sekizawa insistette che il costume di Ghidorah fosse fabricato con materiali leggeri a base di silicone, così dandolo più mobilità.[12] Il design fu finalizzato dall'artista Teizo Toshimitsu,[13] che inizialmente lo dispinse di verde per differenziarlo ulteriormente da Godzilla, Rodan e Mothra, ma lo ridipinse di oro all'insistenza di Eiji Tsuburaya, dopo che il suo assistente notò che, essendo originario da Venere, il "pianeta d'oro", Ghidorah avrebbe dovuto essere dello stesso colore.[11] Il costume stesso fu fabbricato da Akira Watanabe e indossato da Shoichi Hirose, che precedentemente aveva indossato i panni di King Kong ne Il trionfo di King Kong. Hirose indossò il costume inarcandosi e impugnando un palo per mantenersi in equilibrio, mentre i burattinai controllavano le teste, le code e le ali fuori campo come con una marionetta.[14] In ogn'una delle teste fu installata un motore telecomandato attraverso dei cavi fuoriuscendo dal didietro del costume.[13] Raffigurare King Ghidorah si dimostrò difficile per Hirose, siccome doveva coreografare le sue mosse in modo di non confliggere con i movimenti delle teste e le ali per evitare d'aggrovigliare i fili che li controllavano.[12] A causa del suo peso, il costume spesso spezzava i fili che lo tenevano eretto. Malgrado il ruolo centrale del personaggio, la sua apparizione nel film risultante fu breve, siccome Hirose aveva litigato con Eiji Tsuburaya, che non lo perdonò per aver accettato un incarico da Hollywood. Di conseguenza, Tsuburaya incaricò Susumu Utsumi a assumere il ruolo di King Ghidorah dopo L'invasione degli astromostri.[12]

In Godzilla contro King Ghidorah, le criniere attorno le teste del personaggio furono rimpiazzate con corna, siccome si dimostrò difficile per gli artisti degli effetti speciali di sovrapporre i peli sui filmati di persone che fuggivano dal mostro.[15] Il direttore degli effetti speciali Koichi Kawakita inizialmente intendeva mostrare Ghidorah che sputava raggi variopinti, ma scartò l'idea a favore del classico color giallo.[16]

Per Gojira Mothra King Ghidorah - Daikaijū sōkōgeki, il regista Shūsuke Kaneko inizialmente intendeva usare Varan come avversario principale di Godzilla, ma fu costretto dal presidente della Toho, Isai Matsuoka, d'usare il più riconoscibile King Ghidorah,[17] siccome il film precedente, Gojira × Megaguirus - G shōmetsu sakusen, un film che introdusse un nemico nuovo, era stato un fallimento critico e finanziario. Per emfatizzare il nuovo ruolo eroico del personaggio, fu ridotto notevolmente in grandezza.[18]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Era Shōwa (1964-1973)[modifica | modifica wikitesto]

Nel suo film debutto, Ghidorah! Il mostro a tre teste, Ghidorah viene raffigurato come un'antica entità extraterrestre responsabile per la distruzione della civiltà di Giove, cinquemila anni prima degli eventi del film. Il suo tentativo di distruggere la Terra viene ostacolata dalle forze unite di Godzilla, Rodan e Mothra.[2] I film seguenti dell'era Shōwa raffigurebbero Ghidorah come la pedina di varie razze aliene dedicate a soggiogare la Terra.[19][20][21]

Appare anche nel quinto e sesto episodio della serie televisiva Zone Fighter, dove viene rivelato che il mostro è una creazione degli alieni Garoga.[22][23]

Era Heisei (1991-1998)[modifica | modifica wikitesto]

Godzilla contro King Ghidorah (1991) e Gojira VS Mekagojira (1993)[modifica | modifica wikitesto]

Mecha-King Ghidorah nel videogioco Godzilla: The Game

In Godzilla contro King Ghidorah, le origini di King Ghidorah sono totalmente cambiate: il mostro origina come un trio di piccole creature geneticamente modificate chiamate "Dorat", proprietà dei membri dell'Unione Terrestre, un'organizzazione del ventitreesimo secolo dedicato a uniformare la potenza delle nazioni terrestri. In un tentativo di impedire l'ascesa del Giappone come superpotenza economica globale, un gruppo di radicali rubano una macchina del tempo e trasportano i Dorat sull'isola di Lagos nel 1944, sperando che le radiazioni dei test nucleari condotti la trasformino le creature in una arma da scatenare contro Giappone. Nel 1992, Ghidorah viene dato mano libera per distruggere la nazione, ma viene gravemente ferito da Godzilla. Il Ghidorah comatoso rimane nel mare per due secoli, per poi essere risuscitato con elementi robotici. Un Unionista disillusa riporta il nuovo Mecha-King Ghidorah al 1992 per fermare Godzilla.[4] In Gojira VS Mekagojira, i resti di Mecha-King Ghidorah vengono recuperati dall'Onu e, attraverso il reverse engineering, vengono usati per costruire Mechagodzilla.[24]

Mothra III (1998)[modifica | modifica wikitesto]

Nel film Mothra 3, King Ghidorah viene raffigurato come un demone extraterrestre che attaccò la Terra durante il Cretacico e causò l'estinzione dei dinosauri assorbendone l'energie. Ghidorah torna sulla Terra moderna per nutrirsi degli umani, riuscendo a battere Mothra e costringendolo a viaggiare nel Cretacico per uccidere il mostro retroattivamente. Mothra ha la meglio sul Ghidorah immaturo, ma la coda mozzata del mostro lo permette di rigenerarsi nei tempi moderni. Mothra riesce a finalmente sconfiggere Ghidorah quando assume la sua forma "Armor Mothra".[3]

Era Millennium (2001)[modifica | modifica wikitesto]

In Gojira Mothra King Ghidorah - Daikaijū sōkōgeki, Ghidorah è uno dei tre guardiani di Yamato, originando mille anni prima degli eventi del film. Inizialmente un antagonista, Ghidorah venne imprigionato in monte Fuji, risvegliandosi nel 2001 per fermare l'avanzata di Godzilla. Viene battuto, ma si resuscita grazie al sacrificio del suo alleato Mothra.[5]

Altre apparizioni[modifica | modifica wikitesto]

Manga e anime[modifica | modifica wikitesto]

Ghidorah ha fatto diverse apparizioni in diversi lavori del mangaka Akira Toriyama. Compare per la prima volta nel secondo capitolo del manga Wonder Island dove, nel tentativo di attaccare il protagonista Dirty Harry, viene sconfitto da P-Man.

Successivamente ha fatto due brevi apparizioni nel manga Dottor Slump & Arale[25][26] ed è comparso inoltre nell'episodio 96 dell'anime Dragon Ball, tratto dal manga omonimo di Toriyama, come spettatore del Torneo Tenkaichi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gli eredi di King Kong (1968). Regia di Ishiro Honda. Toho
  2. ^ a b c Ghidorah! Il mostro a tre teste (1964). Regia di Ishirō Honda. Toho.
  3. ^ a b c Mothra 3 (1998). Regia di Okihiro Yoneda. Toho
  4. ^ a b Godzilla contro King Ghidorah (1991). Regia di Kazuki Ōmori. Toho
  5. ^ a b c Gojira Mothra King Ghidorah - Daikaijū sōkōgeki (2001). Regia di Shūsuke Kaneko. Toho
  6. ^ Jess-Cooke, C. (2009), Film Sequels: Theory and Practice from Hollywood to Bollywood, Edinburgh University Press, p. 38, ISBN 0748689478
  7. ^ David Milner, "Ishiro Honda Interview", Kaiju Conversations (December 1992)
  8. ^ WatchMojo.com, Top 10 Godzilla Villains, su YouTube, 25 settembre 2015. URL consultato il 25 settembre 2015.
  9. ^ WatchMojo.com, Top 10 Giant Movie Monsters, su YouTube, 31 agosto 2013.
  10. ^ Andrea Maderna, La top 10 dei mostri cinematografici giapponesi, su IGN, 15 maggio 2014. URL consultato il 17 maggio 2016.
  11. ^ a b CHO Japan, 1970's Godzilla FX Director - PART I - 70年代のゴジラの特技監督 (SciFi Japan TV #06), YouTube, 31 ottobre 2012. URL consultato il 25 luglio 2015.
  12. ^ a b c Kalat, D. (2010), A Critical History and Filmography of Toho's Godzilla Series, McFarland, p. 77-78, ISBN 978-0-7864-47-49-7
  13. ^ a b Yasuyuki Inoue: 1922-2012, SciFi Japan (February 24, 2012)
  14. ^ David Kalat - Ghidorah: The Three Headed Monster, Classic Media R1 DVD Audio Commentary
  15. ^ David Milner, "Shinji Nishikawa Interview", Kaiju Conversations (December 1995)
  16. ^ David Milner, "Koichi Kawakita Interview", Kaiju Conversations (December 1994)
  17. ^ Ed Godziszewski and Norman England, "Interview with Shusuke Kaneko", Japanese Giants, Issue #9 (June, 2002)
  18. ^ David Kalat, A Critical History and Filmography of Toho's Godzilla Series, 2nd, Jefferson, N.C., McFarland & Co., 2010, pp. 240-41, ISBN 978-0-7864-4749-7.
  19. ^ L'invasione degli astromostri (1965). Regia di Ishirō Honda. Toho.
  20. ^ Gli eredi di King Kong (1968). Regia di Ishirō Honda. Toho.
  21. ^ Godzilla contro i giganti (1972). Regia di Jun Fukuda. Toho.
  22. ^ "Kingu Gidora-wo Mukaeutsu!". Zone Fighter. Regia di Jun Fukuda. 30 aprile, 1973
  23. ^ "Kingu Gidora no Gyakushū!". Zone Fighter. Regia di Jun Fukuda. 7 maggio, 1973
  24. ^ Gojira VS Mekagojira (1993). Regia di Takao Okawara. Toho
  25. ^ Akira Toriyama, Capitolo 8, in Dr. Slump, Volume 1, Tokyo, Shūeisha, 1980, ISBN 4-08-851181-6.
  26. ^ Akira Toriyama, Capitolo 55, in Dr. Slump, Volume 5, Tokyo, Shūeisha, 1981, ISBN 4-08-851185-9.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema