The Mighty Kong

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Mighty Kong
The Mighty Kong.png
Kong in una scena del film
Titolo originaleThe Mighty Kong
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno1998
Durata78 min
Genereanimazione, commedia, fantastico, avventura
RegiaArt Scott
ProduttoreDenis deVallance, Lyn Henderson
Produttore esecutivoArt Scott
Casa di produzioneL.A. Animation
Distribuzione in italianoWarner Bros. Pictures
MusicheSherman Brothers
Doppiatori originali

The Mighty Kong è un film d'animazione del 1998 diretto da Art Scott e distribuito dalla Warner Bros. Pictures, tratto liberamente dal film King Kong della RKO Pictures del 1933. In Italia è stato distribuito da Warner Bros. Pictures il 13 giugno 2000 esclusivamente in formato VHS, col titolo Mighty Kong - L'invincibile King Kong.[1]

Il film segue grossomodo la stessa trama del capolavoro del cinema del 1933 diretto da Merian C. Cooper ed Ernest B. Schoedsack, adattandolo ad un pubblico di ragazzi e dotandolo di un lieto fine.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Il film inizia con Ann Darrow, un'ex attrice in cerca di lavoro, che un giorno incontra il generoso regista Carl Denham, il quale le offre un lavoro per il suo nuovo film. Ann accetta, e partono a bordo della nave Venture per raggiungere la leggendaria isola nella giungla denominata Isola del Teschio, di cui nessuno è mai riuscito a sbarcarci, per le riprese del film. La scimmia di un membro dell'equipaggio però disturba continuamente tutto il viaggio. Raggiunta l'isola nella giungla, incontrano gli indigeni, apparentemente amichevoli, ma essi si impossessano di Ann in modo da poterla sacrificare alla propria divinità, un gigantesco gorilla chiamato Kong. Kong si innamora di Ann e la porta nella sua giungla, dove la difenderà da un Tirannosauro Rex e degli Pteranodonti.

Il gruppo, tuttavia, riuscirà a trarre Ann in salvo dopo essere sfuggiti ad alcuni dinosauri, e cattureranno Kong per farne un'attrazione di New York. Arrivati negli Stati Uniti, Kong si ribella, prende Ann e si arrampica in cima alla Empire State Building. Dei biplani cercano di fermare il gorilla, ma egli riesce ad abbatterli tutti senza causare perdite, poiché i piloti si salvano grazie a dei paracaduti, perciò l'esercito decide di catturalo con una grossa rete tramite due dirigibili. Kong ne abbatte uno, mentre l'altro riesce a catturalo con successo, tuttavia la fune si spezza e Kong precipita nel vuoto. Il gorilla è apparentemente morto, e tutti i presenti piangono in silenzio, ma, miracolosamente, Kong è sopravvissuto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]