Andy Dalton (giocatore di football americano)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andy Dalton
AndyDalton.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 100 kg
Football americano American football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Quarterback
Squadra Stemma Cincinnati Bengals Cincinnati Bengals
Carriera
Giovanili
Stemma TCU Horned Frogs TCU Horned Frogs
Squadre di club
2011 - Stemma Cincinnati Bengals Cincinnati Bengals
Palmarès
Selezioni al Pro Bowl 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al 9 aprile 2014

Andrew Gregory Dalton (Katy, 29 ottobre 1987) è un giocatore di football americano statunitense che gioca nel ruolo di quarterback per i Cincinnati Bengals della National Football League. Fu scelto dai Bengals nel corso del secondo giro (35° assoluto) del Draft NFL 2011. Al college ha giocato a football coi TCU Horned Frogs.

Carriera universitaria[modifica | modifica sorgente]

Dalton detiene i primati della squadra della sua università, i Texas Christian Horned Frogs, per vittorie (42), passaggi da touchdown (71),yard passate (10.314), passaggi tentati (1.317), passaggi completi (812) e percentuale di completamento (61,6). Egli detiene inoltre i record di passaggi da touchdown in una singola stagione (27), stabilito nella stagione 2010 season e tentativi (371), stabilito nella stagione 2007. Inoltre detiene il record di una singola gara per la più alta percentuale di completamento, 91,3 per cento, stabilita contro Baylor nel 2010.

Riconoscimenti vinti:

  • MVP del Texas Bowl (2007).
  • MVP del Poinsettia Bowl (2008).
  • (2) First-team All-MWC (2009 e 2010).
  • (2) Miglior giocatore offensivo della MWC (2009 e 2010).
  • Rose Bowl MVP dell'attacco (2010).

Statistiche al college[modifica | modifica sorgente]

Anno Squadra Tentati Completati  % Completi Yard TD INT
2006 TCU
Non disputata
2007 TCU 371 222 59.8% 2,459 10 11
2008 TCU 307 182 59.3% 2,242 11 5
2009 TCU 323 199 61.6% 2,756 23 8
2010 TCU 316 209 66.1% 2,857 27 6
Totale al college 1,317 812 61.7% 10,314 71 30

Carriera professionistica[modifica | modifica sorgente]

Cincinnati Bengals[modifica | modifica sorgente]

Stagione 2011[modifica | modifica sorgente]

Nel Draft NFL 2011, Dalton fu selezionato come 35a scelta assoluta dai Bengals. Prima dell'inizio della stagione regolare vi furono diverse speculazioni su chi sarebbe stato il quarterback titolare dei Bengals, Dalton o il veterano Bruce Gradkowski. Carson Palmer, la prima scelta assoluta del draft NFL 2003, chiese di essere ceduto o rilasciato, venendo alla fine accontentato. Andy debuttò nella NFL l'11 settembre 2011 a Cleveland contro i Cleveland Browns, indossando la maglia numero 14.

Dalton coi Bengals nel 2011.

Il 3 novembre 2011, Dalton fu nominato miglior rookie offensivo del mese di ottobre. Dalton guidò i Bengals ad un record di 4-0 con 909 yard e 6 touchdown nel corso del mese[1]. Egli inoltre entrò a far parte del gruppo dei rookie ad aver superato le 3.000 yard su passaggio nella sua prima stagione, insieme all'altro rookie Cam Newton. È stato inoltre uno dei soli cinque debuttanti tra i quarterback a passare per almeno 20 touchdown, raggiungendo Newton, Peyton Manning, Dan Marino e Charlie Conerly.

Dalton fu nominato come riserva del Pro Bowl nel suo primo anno, venendo aggiunto al roster dell'evento dopo la scelta di Tom Brady di rinunciarvi[2].

Stagione 2012[modifica | modifica sorgente]

Il 10 settembre, Dalton e i Bengals ebbero una partenza difficile perdendo nettamente contro i Baltimore Ravens per 44-13[3]. Andy completò 22 passaggi su 37 tentativi per 221 yard e subendo un intercetto che Ed Reed ritornò in un touchdown. Nel turno successivo, i Bengals ottennero la prima vittoria stagionale contro i Cleveland Browns. Dalton passò 318 yard con 3 touchdown e un intercetto[4].

Dalton nel 2011

Nella settimana 3, Bengals vinsero la seconda gara consecutiva, contro i Washington Redskins: Dalton disputò una grande gara completando 19 passaggi su 27 tentativi per 328 yard, 3 touchdown e un intercetto[5]. Cincinnati raggiunse la terza vittoria consecutiva nella settimana 4 contro i Jacksonville Jaguars: Dalton passò 244 yard con 2 touchdown e subendo un intercetto[6].

Nella settimana 5 i Bengals persero la seconda gara della stagione contro i Miami Dolphins. Dalton passò 234 yard con un touchdown e due intercetti di cui uno nel finale di gara che chiuse le speranze di rimonta della sua squadra[7]. Nella settimana 6, i Bengals persero la terza gara stagionale contro i Cleveland Browns ancora a secco di vittorie: Dalton passò 381 e 3 touchdown ma subì anche 3 intercetti[8][9].

Nella settimana 10 i Bengals ottennero una grande vittoria sui New York Giants campioni in carica con il quarteback che lanciò 199 yard e ben 4 touchdown, senza alcun intercetto[10]. Cincinnati vinse anche nel turno successivo contro i derelitti Kansas City Chiefs col quarterback che passò 230 yard e 2 touchdown[11]. Il quarterback continuò a giocare bene anche nella vittoria sugli Oakland Raiders in cui passò 210 yard con 3 touchdown e nessun intercetto[12]. Con questa partita, Dalton uno dei soli tre giocatori a lanciare almeno 20 passaggi da touchdown in ognuna delle sue prime due stagioni, unendosi a Peyton Manning e Dan Marino[13].

Nel Thursday Night della settimana 15, i Bengals si portarono su un record di 8-6 battendo i derelitti Philadelphia Eagles con 127 yard passate, un touchdown passato e uno segnato su corsa di Dalton [14][15].

Malgrado due intercetti subiti da Dalton la domenica successiva, i Bengals batterono gli Steelers assicurandosi la seconda partecipazione ai playoff consecutiva[16]. Nell'ultimo ininfluente turno di campionato Cincinnati vinse contro i Ravens con Andy che passò un touchdown prima di venire sostituito per riposare in vista dei playoff [17].

Nel primo turno di playoff i Bengals, come l'anno precedente, furono eliminati dai Texans[18][19]. Dalton faticò per tutta la partita completando 14 passaggi su 30 tentativi per 127 yard e un intercetto subito, iniziando a sollevare i primi dubbi sul suo valore a lungo termine[20].

Stagione 2013[modifica | modifica sorgente]

Nella prima gara della stagione, Dalton passò 282 yard con 2 touchdown e 2 intercetti subiti nella sconfitta contro i Chicago Bears[21]. La settimana successiva giunse la prima vittoria stagionale sugli Steelers in cui passò 280 yard e un touchdown per il rookie Giovani Bernard[22][23]. I Bengals vinsero anche coi Packers malgrado molti palloni persi, in una gara in cui Dalton passò 235 yard e 2 touchdown con un intercetto[24][25]. Dopo una brutta sconfitta coi Browns, Cincinnati inflisse la prima sconfitta stagionale ai New England Patriots con 212 yard passate e un intercetto subito dal quarteback[26]. La domenica seguente i Bengals vinsero la prima gara dell'anno in trasferta contro i Bills, con 337 yard e 3 touchdown di Dalton (1 intercetto subito)[27], che venne premiato come miglior giocatore offensivo della AFC della settimana[28]. Nella settimana 7 contro i Detroit Lions Dalton terminò col miglior passer rating in carriera (135,9) passando 372 yard e tre touchdown nella vittoria all'ultimo secondo[29]. Il suo ottimo stato di forma proseguì la domenica successiva in cui stabilì un nuovo primato personale lanciando 5 touchdown (4 per Marvin Jones) nella nettissima vittoria per 49-9 sui New York Jets[30]. Quattro giorni dopo fu premiato come migliore giocatore offensivo della AFC del mese di ottobre[31].

La brillante serie di prestazioni di Dalton si concluse nel peggiore dei modi nel Thursday Night della settimana 9 contro i Miami Dolphins quando subì tre intercetti e soprattutto il sack nei supplementari di Cameron Wake che diede origine ad una safety e alla conseguente vittoria degli avversari[32][33]. Altri tre intercetti li subì nel turno seguente nella sconfitta ai supplementari coi Ravens che tenne gli avversari in corsa per la vittoria della division. Andy terminò quella gara con 274 yard passate e 2 touchdown[34]. Nella settimana 11, Dalton e i Bengals riuscirono a ribaltare due intercetti subiti e uno svantaggio di 13-0 nel primo quarto vincendo alla fine nettamente coi Browns[35].

Dopo la settimana di pausa, i Bengals mantennero due gare di vantaggio sui Ravens in testa alla NFC North battendo i Chargers con 190 yard passate e un touchdown di Dalton[36]. La domenica successiva disputò la migliore gara dell'ultimo mese passando tre touchdown e segnandone un altro su corsa (con 326 yard passate) nella netta vittoria sui Colts[37], venendo premiato per la seconda volta in stagione come miglior giocatore offensivo della AFC della settimana[38].

Battendo i Vikings nella settimana 16, i Bengals ottennero la loro terza qualificazione ai playoff consecutiva, un fatto senza precedenti per la franchigia. Dalton concluse la gara con 366 yard passate e 4 touchdown[39]. Nell'ultima sfida della stagione Cincinnati batté Baltimore concludendo l'annata imbattuta in casa, in una gara in cui Andy superò i primati di franchigia stagionali di Carson Palmer per yard passate e passaggi da touchdown[40]. La sua stagione regolare si concluse con 4.296 yard passate, 33 touchdown (terzo nella lega) e 20 intercetti (quinto peggior risultato della NFL), per un passer rating di 88,8.

Malgrado i favori del pronostico, i Bengals furono eliminati per il terzo anno anno consecutivo nel primo turno dei playoff, questa volta in casa per mano dei San Diego Chargers. Dalton mostrò ancora una volta tutti i limiti evidenziati negli anni precedenti, terminando con 334 yard passate e un touchdown ma soprattutto perdendo tre palloni importanti, due subendo intercetti e uno commettendo un fumble dopo una tentativo di corsa[41][42].

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

2011
  • Miglior giocatore offensivo della AFC del mese: 2
ottobre 2011, ottobre 2013
  • Miglior giocatore offensivo della AFC della settimana: 2
6ª e 14ª del 2013
7ª e 9ª del 2011

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Stagione regolare
  Passaggi Corse Difesa Fumble
Anno Squadra Gare Com Ten %Com Yard Media Max TD Int Rat Ten Yard Media Max TD Totale Tkl Ast Fum Persi
2011 CIN 16 300 518 58.1 3,398 6.59 84 20 13 80.4 37 152 4.1 17 1 2 2 0 4 2
2012 CIN 16 329 528 62.3 3,669 6.9 59T 27 16 87.4 47 120 2.6 17 4 0 0 0 4 4
2013 CIN 16 363 586 61.9 4,293 7.3 82T 33 20 88.8 61 183 3.0 12 2 2 1 1 4 3
Carriera 48 992 1,630 60.9 11,360 7.0 84 80 49 85.7 145 455 3.1 17 7 4 3 1 12 9

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Andy Dalton tops Cam Newton as Offensive Rookie of the Month.
  2. ^ (EN) Pro Bowl Voting Results 2012.
  3. ^ (EN) Game center: Cincinnati 13 Baltimore 44, NFL.com, 10 settembre 2012. URL consultato l'11 settembre 2012.
  4. ^ (EN) Game center: Cleveland 27 Cincinnati 34, NFL.com, 16 settembre. URL consultato il 17 settembre 2012.
  5. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 38 Washington 31, NFL.com, 23 settembre 2012. URL consultato il 24 settembre 2012.
  6. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 27 Jacksonville 10, NFL.com, 30 settembre 2012. URL consultato il 3 ottobre 2012.
  7. ^ (EN) Game Center: Miami 17 Cincinnati 13, NFL.com, 7 ottobre 2012. URL consultato l'8 ottobre 2012.
  8. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 24 Cleveland 34, NFL.com, 14 ottobre 2012. URL consultato il 15 ottobre 2012.
  9. ^ NFL: Rodgers costringe alla resa i Texans, Falcons ancora imbattuti, Eat Sport, 15 ottobre 2012. URL consultato il 16 ottobre 2012.
  10. ^ (EN) Game Center: New York 13 Cincinnati 31, NFL.com, 11 novembre 2012. URL consultato il 13 novembre 2012.
  11. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 28 Kansas City 6, NFL.com, 21 novembre 2012. URL consultato il 21 novembre 2012.
  12. ^ (EN) Game Center: Oakland 10 Cincinnati 34, NFL.com, 25 novembre 2012. URL consultato il 28 novembre 2012.
  13. ^ (EN) Andy Dalton joins Peyton Manning and Dan Marino, yardbarker.com, 27 novembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  14. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 34 Philadelphia 13, NFL.com, 13 dicembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  15. ^ Cincinnati domina Phila nel Thursday Night NFL, Eat Sport, 14 dicembre 2012. URL consultato il 14 dicembre 2012.
  16. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 13 Pittsburgh 10, NFL.com, 23 dicembre 2012. URL consultato il 23 dicembre 2012.
  17. ^ (EN) Game Center: Baltimore 17 Cincinnati 23, NFL.com, 31 dicembre 2012. URL consultato il 1 gennaio 2013.
  18. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 13 Houston 19, NFL.com, 5 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  19. ^ NFL Playoff 2012 - Wild Card Round - Risultati e Commenti, NFL Italia Blog, 6 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  20. ^ (EN) Andy Dalton raises concerns for Cincinnati Bengals, NFL.com, gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2013.
  21. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 21 Chicago 24, NFL.com, 8 settembre 2013. URL consultato il 9 settembre 2013.
  22. ^ (EN) Game Center: Pittsburgh 10 Cincinnati 20, NFL.com, 16 settembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  23. ^ Nfl, Bernard corre, Bengals ok: Steelers ancora a secco, La Gazzetta dello Sport, 17 settembre 2013. URL consultato il 17 settembre 2013.
  24. ^ (EN) Game Center: Green Bay 30 Cincinnati 34, NFL.com, 22 settembre 2013. URL consultato il 24 settembre 2013.
  25. ^ Dalton esalta Cincinnati. Carolina macina i Giants, La Gazzetta dello Sport, 23 settembre 2013. URL consultato il 24 settembre 2013.
  26. ^ (EN) Game Center: New England 6 Cincinnati 13, NFL.com, 6 ottobre 2013. URL consultato il 7 ottobre 2013.
  27. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 27 Buffalo 24, NFL.com, 13 ottobre 2013. URL consultato il 14 ottobre 2013.
  28. ^ (EN) Nick Foles, Andy Dalton among NFL Players of the Week, NFL.com, 16 ottobre 2013. URL consultato il 16 ottobre 2013.
  29. ^ Nfl: Manning torna a Indianapolis e perde. Kansas unica imbattuta, Houston k.o., La Gazzetta dello Sport, 21 ottobre 2013. URL consultato il 21 ottobre 2013.
  30. ^ (EN) Game Center: New York 9 Cincinnati 49, NFL.com, 27 ottobre 2013. URL consultato il 28 ottobre 2013.
  31. ^ (EN) Andy Dalton, Calvin Johnson lead players of the month, NFL.com, 31 ottobre 2013. URL consultato il 1º novembre 2013.
  32. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 20 Miami 22, NFL.com, 31 ottobre 2013. URL consultato il 1º novembre 2013.
  33. ^ Nfl, Miami ferma Cincinnati: Wake risolve nell'overtime, La Gazzetta dello Sport, 1º novembre 2013. URL consultato il 1º novembre 2013.
  34. ^ (EN) Game Center: Buffalo 10 Pittsburgh 23, NFL.com, 10 novembre 2013. URL consultato l'11 novembre 2013.
  35. ^ (EN) Game Center: Cleveland 20 Cincinnati 41, NFL.com, 17 novembre 2013. URL consultato il 18 novembre 2013.
  36. ^ (EN) Game Center: Cincinnati 17 San Diego 10, NFL.com, 1º dicembre 2013. URL consultato il 2 dicembre 2013.
  37. ^ (EN) Game Center: Indianapolis 28 Cincinnati 42, NFL.com, 8 dicembre 2013. URL consultato il 9 dicembre 2013.
  38. ^ (EN) Josh McCown, John Abraham lead players of the week, NFL.com, 11 dicembre 2013. URL consultato l'11 dicembre 2013.
  39. ^ (EN) Game Center: Minnesota 14 Cincinnati 42, NFL.com, 22 dicembre 2013. URL consultato il 23 dicembre 2013.
  40. ^ (EN) Game Center: Baltimore 17 Cincinnati 34, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 30 dicembre 2013.
  41. ^ (EN) Rivers outduels Dalton as Chargers best Bengals, NFL.com, 5 gennaio 2014. URL consultato il 6 gennaio 2014.
  42. ^ San Francisco gela Green Bay. San Diego in grande spolvero a Cincinnati, La Gazzetta dello Sport, 6 gennaio 2013. URL consultato il 6 gennaio 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]