Kyle Orton

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Kyle Orton
Kyle Orton 2014.JPG
Orton nel 2014.
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 193 cm
Peso 192 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Quarterback
Ritirato 2014
Carriera
Giovanili
Purdue Boilermakers
Squadre di club
2005-2008 Chicago Bears
2009-2011 Denver Broncos
2011 Kansas City Chiefs
2012-2013 Dallas Cowboys
2014 Buffalo Bills
Statistiche aggiornate al 30 agosto 2014

Kyle Orton (Altoona, 14 novembre 1982) è un ex giocatore di football americano statunitense che ha giocato nel ruolo di quarterback nella National Football League. Fu scelto dai Chicago Bears durante il quarto giro del Draft NFL 2005. Al college giocò a football alla Purdue University.

Carriera professionistica[modifica | modifica wikitesto]

Chicago Bears[modifica | modifica wikitesto]

Orton nel 2008 coi Bears.

Orton fu selezionato dai Chicago Bears durante il quarto giro del draft 2005[1]. Dopo un infortunio al titolare dei Bears Rex Grossman, Orton divenne il titolare durante la sua stagione da rookie, iniziando le prime 14 gare della stagione ma venendo sostituito da Grossman per le gare di playoff quell'anno. Orton non giocò mai nella stagione 2006 e raramente nel 2007. Orton si riprese il posto da Grossman nel 2008 ma la squadra finì con un deludente record di 9-7 senza centrare i playoff. A fine stagione fu ceduto ai Denver Broncos.

Denver Broncos[modifica | modifica wikitesto]

Orton con la maglia dei Broncos.

Orton iniziò bene la sua carriera nei Broncos, vincendo le prime sei gare della stagione ma gli infortuni lo rallentarono nella seconda parte della stagione. Mentre Orton era in salute lanciò 21 touchdown con soli 12 intercetti ma la squadra terminò con un record di 8-8 e non si qualificò per i playoff. Orton iniziò la stagione 2010 come il quarterback titolare ma squadra terminò con un pessimo record di 4-12. Orton si infortunò nuovamente e venne sostituito da Tim Tebow nelle ultime tre gare della stagione 2010. Nel 2011 egli iniziò nuovamente la stagione come titolare ma venne sostituito da Tebow dopo un deludente inizio di stagione. Dopo diverse settimane in panchina dove non giocò un singolo snap per i Broncos, fu tagliato da Denver il 22 novembre, trasferendosi ai Kansas City Chiefs il giorno successivo per sostituire il titolare Matt Cassel che dovette terminare la stagione anzitempo a causa di un infortunio[2].

Kansas City Chiefs[modifica | modifica wikitesto]

Coi Chiefs, Orton si risollevò, prendendosi la soddisfazione di battere gli allora imbattuti Green Bay Packers (13-0 fino alla partita coi Chiefs) ed anche la sua ex squadra e il suo sostituto Tebow nel finale di stagione. Al termine della stagione tuttavia non gli fu rinnovato il contratto dai Chiefs.

Dallas Cowboys[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 marzo 2012, il giorno dopo l'apertura del mercato dei free agent, Orton firmò un contratto triennale coi Dallas Cowboys per essere la riserva di Tony Romo[3]. Nel 2012 scese in campo in una sola gara. Dopo aver giocato due spezzoni nelle prime 15 settimane del 2013, Romo si subì un infortunio alla schiena nella penultima gara della stagione regolare che richiese un intervento chirurgico. Orton partì quindi come titolare nell'ultima decisiva sfida della settimana 17 contro i Philadelphia Eagles che avrebbe visto la vincente qualificarsi per i playoff e la perdente venire eliminata[4]. Orton passò 358 yard, 2 touchdown e 2 intercetti ma i Cowboys furono sconfitti e per il quarto anno consecutivo rimasero fuori dalla post-season[5][6].

Il 16 luglio 2014, Orton fu svincolato dai Cowboys[7].

Buffalo Bills[modifica | modifica wikitesto]

Il 29 agosto 2014, Orton firmò con i Buffalo Bills[8]. Dopo le prime quattro partite in cui il titolare EJ Manuel non brillò, fu nominato come partente per la gara della settimana 5 in trasferta contro i Lions[9], in cui guidò i suoi alla vittoria in rimonta passando 308 yard e un touchdown[10]. Fu l'ottava volta in carriera che guidò la sua squadra a vincere dopo essere stato in svantaggio nel quarto periodo o nei supplementari. Dopo una sconfitta coi Patriots, portò i suoi a un'altra vittoria nell'ultimo istante quando passò al rookie Sammy Watkins il suo secondo touchdown di giornata a un secondo dal termine per il sorpasso sui Vikings. La domenica successiva passò 238 yar e 4 touchdown e i Bills superarono i Jets 43-23, salendo a un record di 5-3.

Dopo la settimana di pausa, vi furono due sconfitte consecutive contro Chiefs e Dolphins. La vittoria tornò nel dodicesimo turno, quando, nella gara disputata a Detroit per le intense nevicate che avevano resto impraticabile lo stadio casalingo dei Bills, Orton passò 230 yard e 2 touchdown nel netto 38-3 sui Jets[11]. Dopo una vittoria a sorpresa coi Packers, i Bills persero coi Raiders, la squadra col peggior record della lega, venendo eliminati matematicamente dalla corsa ai playoff. Nell'ultima gara della stagione, Orton si prese la soddisfazione di battere i Patriots passando 176 yard e un touchdown, guidando i Bills alla prima stagione con un record positivo negli ultimi dieci anni. Il giorno successivo annunciò il proprio ritiro dal football professionistico[12].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Chicago Bears: 2006

Individuale[modifica | modifica wikitesto]

  • AFC Offensive Player of the Week: 1
settimana 5 del 2009

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Stagione regolare[modifica | modifica wikitesto]

Anno Squadra Gare Passaggi Sack Corse
P PT V-P[13] Comp Ten % Yds Media TD INT Rating # Yard Ten Yard Media TD
2005 Chicago Bears 15 15 10-5 190 368 51.6 1,869 5.1 9 13 59.7 30 190 24 44 1.8 0
2006 0 0 0-0 0 0 - 0 - 0 0 - 0 0 0 0 - 0
2007 3 3 2-1 43 80 53.8 478 6.0 3 2 73.9 2 12 5 -1 -0.2 0
2008 15 15 9-6 272 465 58.5 2,972 6.4 18 12 79.6 27 160 24 49 2.0 3
2009 Denver Broncos 16 15 8-7 336 541 62.1 3,802 7.0 21 12 86.8 29 159 24 71 3.0 0
2010 13 13 3-10 293 498 58.8 3,653 7.3 20 9 87.5 34 243 22 98 4.4 0
2011 5 5 1-4 91 155 58.7 979 6.3 8 7 75.7 9 49 5 17 3.4 0
Kansas City Chiefs 3 2 2-1 44 68 64.7 599 8.8 1 2 85.4 1 5 5 -3 -0.6 0
2012 Dallas Cowboys 1 0 0-0 9 10 90.0 89 8.9 1 0 137.1 0 0 0 0 - 0
2013 3 1 0-1 33 51 64.7 398 7.8 2 2 85.3 0 0 1 8 8.0 0
2014 Buffalo Bills 12 12 9-7 287 447 64.2 3,018 6.8 18 10 87.8 33 198 15 14 0.9 1
Totale 87 82 44-41 1,613 2,712 59.5 18,037 6.7 101 69 81.2 132 818 126 296 2.3 4

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 2005 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame, 1º maggio 2005. URL consultato il 30 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 5 ottobre 2013).
  2. ^ (EN) "Kyle Orton Signs With Chiefs", kansas-city-news.pro.
  3. ^ (EN) Kyle Orton gives Cowboys security, won't threaten Tony Romo, nfl.com.
  4. ^ (EN) Cowboys' Tony Romo will be on IR; Kyle Orton to start, NFL.com, 27 dicembre 2013. URL consultato il 27 dicembre 2013.
  5. ^ (EN) Game Center: Philadelphia 24 Dallas 22, NFL.com, 29 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  6. ^ Nfl, magia di Rodgers: Packers ai playoff; ok pure Eagles e Chargers, La Gazzetta dello Sport, 30 dicembre 2013. URL consultato il 31 dicembre 2013.
  7. ^ (EN) Kyle Orton Released By Dallas Cowboys, NFL.com, 16 luglio 2014. URL consultato il 16 luglio 2014.
  8. ^ (EN) Buffalo Bills are signing QB Kyle Orton, NFL.com, 29 agosto 2014. URL consultato il 30 agosto 2014.
  9. ^ (EN) Kyle Orton to start for Bills; EJ Manuel benched, NFL.com, 29 settembre 2014. URL consultato il 29 settembre 2014.
  10. ^ (EN) Game Center: Buffalo 17 Detroit 14, NFL.com, 5 ottobre 2014. URL consultato il 6 ottobre 2014.
  11. ^ (EN) Game Center: New York 3 Buffalo 38, NFL.com, 24 novembre 2014. URL consultato il 26 novembre 2014.
  12. ^ (EN) Kyle Orton informs Buffalo Bills he's retiring, NFL.com, 29 dicembre 2014. URL consultato il 29 dicembre 2014.
  13. ^ Gare vinte o perse da Orton come titolare. Viene contata una vittoria del 2/11/2008 in cui Orton venne sostituito coi Bears sotto di 10; viene anche contata la sconfitta del 15/11/2009, in cui Orton partì come titolare ma uscì per un infortunio mentre i Broncos erano 17-14. Non viene contata la sconfitta del 22/11/2009, in cui Orton entrò a 4:19 dal termine coi Broncos sotto 0-13.

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]