Kansas City Chiefs

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Kansas City Chiefs
Football americano American football pictogram.svg
Campioni in carica della AFC West Division
Kansas City Chiefs logo.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
Kc chiefs uniforms.png
Colori sociali          Rosso, Oro
MascotteK.C. Wolf e Warpaint
Dati societari
CittàKansas City MO flag.jpg Kansas City (MO)
PaeseStati Uniti Stati Uniti
LegaStati Uniti National Football League
ConferenceAFC
DivisionAFC West
Fondazione1960
DenominazioneDallas Texans (1960-1962)
Kansas City Chiefs (1963-presente)
PresidenteStati Uniti Mark Donovan
ProprietarioStati Uniti Famiglia Hunt
General managerStati Uniti Brett Veach
Capo-allenatoreStati Uniti Andy Reid
StadioArrowhead Stadium
(76.416 posti)
Sito web
Palmarès
Vince Lombardi Trophy.pngAFL TrophyAFL TrophyAFL Trophy
Super Bowl1
Campionati AFL3
Titoli divisionali9
Apparizioni ai playoff19
AmericanFootball current event.svg Stagione in corso

I Kansas City Chiefs sono una squadra di football americano della NFL con sede a Kansas City. Competono nella West Division della American Football Conference. Nati in origine come Dallas Texans, furono fondati da Lamar Hunt nel 1960 come membro originario della American Football League (AFL). Nel 1963 si trasferirono a Kansas City assumendo il nome attuale e si unirono alla NFL nel 1970 dopo la fusione da le due leghe. La squadra è legalmente registrata col nome di Kansas City Chiefs Football Club, Incorporated e, al 2017, secondo la rivista Forbes, il suo valore è di circa 2,1 miliardi di dollari, ventiquattresimi tra le franchigie della NFL[1]

Dal 1960 al 1969, i Chiefs sono stati una franchigia di successo nella AFL, vincendo tre campionati (nel 1962, 1966 e 1969) e terminando con un record nella lega di 92–50–5. Furono la seconda squadra della AFL (dopo i New York Jets) a vincere il Super Bowl, dove superarono i Minnesota Vikings. Quella vittoria dell'11 gennaio 1970 rimane l'ultimo titolo della squadra. I Chiefs furono inoltre la seconda squadra, dopo i Green Bay Packers, ad apparire in più di un Super Bowl, e la prima a qualificarvisi in due diversi decenni.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Storia dei Kansas City Chiefs.

Nel 1959 Lamar Hunt iniziò le discussioni con altri uomini d'affari per dare vita a una lega di football americano che potesse rivaleggiare con la National Football League. L'American Football League nacque l'anno successivo e Hunt stabilì la propria squadra a Dallas col nome di Texans. Questa vi rimase per tre stagioni, vincendo il campionato AFL nel 1962 sotto la guida dell'allenatore Hank Stram. Per evitare la concorrenza dei Dallas Cowboys, nel 1963 la franchigia si trasferì a Kansas City cambiando il nome in Chiefs. Dal 1964 al 1969 la squadra visse il suo periodo d'oro. Tornò a vincere il campionato AFL nel 1966, venendo poi sconfitta nel Super Bowl I dai Green Bay Packers. Tre anni dopo i Chiefs conquistarono il loro terzo titolo AFL e batterono i favoriti Minnesota Vikings nel Super Bowl IV. MVP della gara fu il quarterback Len Dawson.

I Chiefs giocano all'Arrowhead Stadium dal 1972.

Nel 1970 AFL e NFL si fusero. I Chiefs l'anno successivo fece registrare l'ultima apparizione ai playoff per 15 anni. Nel 1982 la squadra ebbe il suo primo record positivo dal 1973. Quattro anni dopo tornò ai playoff sotto la direzione dell'allenatore Marv Levy, venendo eliminata dai New York Jets. Dopo altre due stagioni negative, nel 1989 fu ingaggiato l'ex allenatore dei Cleveland Browns Marty Schottenheimer. La prima scelta nel draft dell'era del nuovo general manager Peterson fu il miglior giocatore della franchigia per il successivo decennio, il linebacker Derrick Thomas, selezionato come quarto assoluto. Nel 1990 la squadra tornò ai playoff con un record di 11-5 (il migliore dal 1969), venendo però subito eliminata dai Miami Dolphins. Nel 1991, i Chiefs vinsero la loro prima gara di playoff dal Super Bowl IV con un 10-6 i suoi Los Angeles Raiders. La settimana seguente la squadra perse per 37-14 coi Buffalo Bills nel divisional round. Dopo un'altra sconfitta nel primo turno di playoff del 1993, i Chiefs acquisirono dai San Francisco 49ers il leggendario quarterback Joe Montana che portò la squadra fino alla finale della AFC. Nel 1994 Kansas City si qualificò ai playoff per la quinta stagione consecutiva, uscendo però subito coi Dolphins, gara dopo la quale Montana si ritirò. Nel 1996, malgrado le pessimistiche previsioni, i Chiefs terminarono col miglior record della NFL (13-3), uscendo però a sorpresa contro gli Indianapolis Colts nel primo turno della post-season. Nel 1996, malgrado un record di 9-7, i Chiefs per la prima volta non raggiunsero i playoff dal 1989. L'anno seguente la squadra tornò a un bilancio di 13-3, perdendo nel divisional round contro i Denver Broncos. Nel 1998 i Chiefs scesero a un record di 7-9. Marty Schottenheimer ricevette aspre critiche per i suoi fallimenti nei playoff e per il suo stile di gioco conservativo (soprannominato "Martyball") e si dimise a fine stagione.

Dopo l'addio di Schottenheimer, questi fu sostituito come capo-allenatore dall'allenatore della difesa Gunther Cunningham. In due anni, Cunningham mostrò pochi segnali di miglioramento, terminando con record di 9-7 e 7-9. Una tragedia colpì la squadra quando Derrick Thomas morì per le conseguenze di un incidente d'auto avvenuto la mattina del 23 gennaio 2000. Dal 2001 al 2005, i Chiefs poterono contare su un attacco d'alto livello guidato dal quarterback Trent Green, dal running back Priest Holmes e dal tight end Tony Gonzalez, con Dick Vermeil in panchina, non riuscendo tuttavia a vincere alcuna partita di playoff in quel periodo.

Dal 2006 al 2012, i Chiefs vissero diversi tentativi di ricostruzione, con il running back Jamaal Charles che si affermò come la stella della squadra. Kansas City toccò il fondo nel 2012 quando terminò col peggior record della NFL, 2-14. Dal 2013 fu l'ex allenatore dei Philadelphia Eagles Andy Reid a prendere in mano le redini della franchigia[2], vincendo tutte le prime nove partite e riportando la squadra ai playoff, dove fu eliminata nel primo turno dagli Indianapolis Colts malgrado un cospicuo vantaggio[3][4].

Apparizioni al Super Bowl[modifica | modifica wikitesto]

Anno Allenatore Super Bowl Città Avversario Punteggio Record
1966 Hank Stram I Los Angeles Green Bay Packers S 10-35 12-3-1
1969 Hank Stram IV New Orleans Minnesota Vikings V 23-7 13-3
Totale Super Bowl vinti: 1

Stagione per stagione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Stagioni dei Kansas City Chiefs.

Membri della Pro Football Hall of Fame[modifica | modifica wikitesto]

Fino alla classe 2015, tredici giocatori e tre membri dello staff dei Chiefs sono stati indotti nella Pro Football Hall of Fame.

Hall of Famer dei Kansas City Chiefs
N. Giocatore Ruolo Anni Induzione
- Lamar Hunt Fondatore franchigia e AFL 1960-72 1972
78 Bobby Bell 1 2 LB 1963-74 1983
63 Willie Lanier 1 2 LB 1967-77 1986
16 Len Dawson 2 QB 1963-75 1987
86 Buck Buchanan 1 2 DT 1963-75 1990
3 Jan Stenerud 1 2 K 1967-79 1991
53 Mike Webster C 1989-90 1997
19 Joe Montana QB 1993-94 2000
- Marv Levy Allenatore 1978-82 2001
- Hank Stram 1 2 Allenatore 1960-74 2003
32 Marcus Allen RB 1993-97 2003
1 Warren Moon QB 1999-2000 2006
18 Emmitt Thomas 1 2 CB 1966–1978 2008
58 Derrick Thomas LB 1989-99 2009
61 Curley Culp1 2 DT 1968-74 2013
68 Will Shields G 1993–2006 2015
1 Carriera iniziata nella American Football League.
2 Membro della stagione 1969 i cui i Chiefs vinsero il Super Bowl
I nomi in grassetto hanno trascorso tutta la loro carriera con i Dallas Texans/Kansas City Chiefs.

Numeri ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Numeri ritirati dai Kansas City Chiefs
N. Giocatore Ruolo Anni
3 Jan Stenerud K 1967-79
16 Len Dawson QB 1962-75
18 Emmitt Thomas CB 1966-78
28 Abner Haynes RB 1960-64
33 Stone Johnson 1 2 RB 1963
36 Mack Lee Hill 2 RB 1964-65
58 Derrick Thomas 2 LB 1989-99
63 Willie Lanier LB 1967-77
78 Bobby Bell LB 1963-74
86 Buck Buchanan DT 1963-75
1 Mai stato nel roster di alcuna stagione dei Chiefs. Il suo numero fu ritirato dopo la sua morte nel training camp del 1963.
2 Ritiro del numero postumo.
I nomi in grassetto hanno trascorso tutta la carriera con i Dallas Texans/Kansas City Chiefs.
Il numero 37 non è stato più indossato dalla morte di Joe Delaney.
Il 58 non è più stato indossato dalla morte di Derrick Thomas ed è stato ritirato ufficialmente nek 2009.
I numeri 16 e 28 sono gli unici ad essere stati indossati da un singolo giocatore (Dawson e Haynes rispettivamente).

Premi individuali[modifica | modifica wikitesto]

MVP del Super Bowl
SB Giocatore Ruolo
IV Len Dawson QB
MVP del Pro Bowl
Anno Giocatore Ruolo
1966 Jan Stenerud PK
Willie Lanier LB
2013 Derrick Johnson LB
Rookie difensivo dell'anno
Anno Giocatore Ruolo
1984 Bill Maas DT
1988 Derrick Thomas LB
1992 Dale Carter LB
2015 Marcus Peters CB

Record di franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera

Record in carriera
Categoria Giocatore Numero
Yard passate Len Dawson 28.507
TD passati Len Dawson 237
Yard ricevute Tony Gonzalez 10.940
TD su ric. Tony Gonzalez 76
Yard corse Jamaal Charles 7.260
TD su corsa Priest Holmes 76

Stagionali

Record stagionali
Categoria Giocatore Numero Anno
Yard passate Trent Green 4.591 2004
TD passati Len Dawson 30 1964
Yard ricevute Derrick Alexander 1.391 2000
TD su ric. Dwayne Bowe 15 2010
Yard corse Larry Johnson 1.789 2006
TD su corsa Priest Holmes 27 2003

La squadra[modifica | modifica wikitesto]

Roster dei Kansas City Chiefs
Linebacker
Defensive Back
Special Team
Lista delle riserve
Squadra di allenamento



Roster aggiornato al 12 settembre 2018

53 attivi, 8 inattivi, 10 nella squadra d'allenamento

Legenda
  • I rookie sono in corsivo.
  • il primo ruolo è il principale mentre gli eventuali successivi indicano i ruoli secondari.
  • Injury icon 2.svg indica un giocatore fuori per il resto della stagione.
  • (IR) attiva indica la lista ristretta per un solo giocatore infortunato che può tornare ad allenarsi dopo la settimana 6 e a rientrare in prima squadra dopo la settimana 8.
  • (NFI) indica la lista dove viene inserito un giocatore che ha un infortunio non legato al football americano.
  • (PUP) indica la lista dove viene inserito un giocatore mentre è in attesa di recuperare la condizione fisica. Nella stagione regolare dopo la sesta partita giocata dalla propria squadra, il giocatore ha tempo 3 settimane per riprendere ad allenarsi, più tre settimane aggiuntive dal suo rientro agli allenamenti per rientrare in prima squadra.
AFC East: BUF · MIA · NE · NYJNorth: BAL · CIN · CLE · PITSouth: HOU · IND · JAC · TENWest: DEN · KC · LAC · OAK
NFC East: DAL · NYG · PHI · WASNorth: CHI · DET · GB · MINSouth: ATL · CAR · NO · TBWest: ARI · LAR · SF · SEA

Lo staff[modifica | modifica wikitesto]

Staff dei Kansas City Chiefs
Organi dirigenziali
Capo allenatore
Altri allenatori
Allenatori dell'attacco
Allenatori della difesa
Allenatori dello special team
AFC East: BUF · MIA · NE · NYJNorth: BAL · CIN · CLE · PITSouth: HOU · IND · JAC · TENWest: DEN · KC · OAK · LAC
NFC East: DAL · NYG · PHI · WASNorth: CHI · DET · GB · MINSouth: ATL · CAR · NO · TBWest: ARI · LAR · SF · SEA

Rivalità[modifica | modifica wikitesto]

Il fatto che la AFC West sia sempre stata composta dalle medesime franchigie dalla sua fondazione ha fatto si che le quattro squadre che vi appartengono sviluppassero una fortissima rivalità tra loro. Pertanto i tifosi dei Chiefs considerano come rivali i Broncos, i Chargers e soprattutto i Raiders. Fino al 2015, inoltre, competevano per la Governor's Cup con i loro rivali interstatali.

Oakland Raiders[modifica | modifica wikitesto]

Quella tra Chiefs e Raiders è considerata una tra le rivalità più accese nell'intera NFL.[5] Le due squadre hanno sempre giocato nella stessa division dalla creazione dell'American Football League nel 1960, per poi passare entrambe alla AFC West. La scintilla che ha fatto nascere l'astio tra i tifosi è riconducibile al 1967, quando la squadra di baseball dei Kansas City Athletics lasciò il Missouri per trasferirsi ad Oakland. Questo, unito al fatto che entrambe le squadre stessero vivendo periodi d successo, ha generato un reciproco astio che permane ancora oggi. Molti giocatori, da entrambe le parti, hanno approfondito in alcune interviste l'intensità della rivalità: l'ex linebacker dei Raiders e nativo di Oakland Kirk Morrison riportò che nella sua città, date le rivalità dei Raiders con i Chiefs ed i 49ers, è inevitabile "crescere odiando i colori rosso ed oro", mentre Harvey Williams (che ha giocato per entrambe le franchigie) ha affermato che tutto è riassumibile in "una sola parola: sangue".

Denver Broncos[modifica | modifica wikitesto]

La rivalità tra i Chiefs ed i Broncos risale a quando i primi giocavano ancora a Dallas. I Texans/Chiefs ebbero spesso la meglio sulla squadra del Colorado nel periodo della AFL, ma da allora i Broncos hanno migliorato il loro rendimento negli scontri diretti e vinto tre volte il Super Bowl. Le partite sono spesso molto dure e fisiche, oltre a rivelarsi equilibrate ed incerte, e nella maggior parte dei casi si concludono con la vittoria della squadra di casa (si tratta infatti di una delle rivalità con i migliori "home-field advantages" di tutta la NFL).

Los Angeles Chargers[modifica | modifica wikitesto]

Nonostante lo spostamento dei Chiefs da Dallas a Kansas City e gli spostamenti dei Chargers tra Los Angeles e San Diego, queste due franchigie competono nella stessa division dal 1960 ed i continui incontri tra le due squadre hanno generato una sentita rivalità da entrambe le parti.

Governor's Cup[modifica | modifica wikitesto]

La Governor's Cup, nota anche come Battle of Missouri o Show-me State Showdown, era un trofeo disputatosi in due periodi distinti tra il 1970 ed il 2015 ed assegnato alla squadra NFL dello stato del Missouri che riuscisse ad ottenere più vittorie sull'altra all'interno della stagione NFL, contando eventuali incontri di pre-stagione, stagione regolare e playoff. Dal 1970 al 1987 i Chiefs si disputavano il trofeo con i St. Louis Cardinals, ma la competizione e la rivalità creatasi anche a causa della rivalità geografica tra le città di Kansas City e St. Louis è terminata con il trasferimento dei Cardinals a Phoenix, in Arizona.[6] Tuttavia la Governor's Cup riprese nel 1996 con l'arrivo a St. Louis dei Rams ed ha generato una rivalità accesa tra le due squadre fino al ritorno dei Rams a Los Angeles nel 2016.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) NFL Team Valuations: Kansas City Chiefs, Forbes, settembre 2017. URL consultato il 21 novembre 2017.
  2. ^ (EN) Andy Reid, Kansas City Chiefs reach agreement, NFL.com, 4 gennaio 2013. URL consultato il 4 gennaio 2013.
  3. ^ (EN) Andrew Luck, Indianapolis Colts rally to shock Chiefs, NFL.com, 4 gennaio 2013. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  4. ^ Nfl, Indianapolis, rimonta da sogno; New Orleans espugna Philadelphia, La Gazzetta dello Sport, 5 gennaio 2014. URL consultato il 5 gennaio 2014.
  5. ^ Top 10 NFL Rivalries of All Time, su Sports Illustrated, si.com.
  6. ^ Dean, Rick. Grbac to get playing time tonight Archiviato il 3 marzo 2016 in Internet Archive., The Capital-Journal, 22 agosto 1997

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN130154555
Sport Portale Sport: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di sport