Los Angeles Rams

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Los Angeles Rams
Football americano American football pictogram.svg
Saint Louis Rams logo.png
Segni distintivi
Uniformi di gara
St louis rams uniforms12.png
Colori sociali                Millennium blue, New Century Gold, Bianco
Mascotte Rampage
Dati societari
Città Flag of Los Angeles, California.svg Los Angeles (CA)
Paese Stati Uniti Stati Uniti
Lega Stati Uniti National Football League
Conference NFC
Division NFC West
Fondazione 1936
Denominazione Cleveland Rams (1936-1945)
Los Angeles Rams (1946-1994)
St. Louis Rams (1995-2015)
Los Angeles Rams (2016-presente)
Proprietario Stati Uniti Stan Kroenke
General manager Stati Uniti Les Snead
Capo-allenatore Stati Uniti Sean McVay
Stadio Los Angeles Memorial Coliseum
(92.516 posti)
Sito web www.therams.com
Palmarès
Vince Lombardi Trophy.pngEd Thorp Memorial Trophy.pngEd Thorp Memorial Trophy.pngNational Football Conference logo.svgNational Football Conference logo.svgNational Football Conference logo.svg
Super Bowl 1
Campionati NFL 2
Titoli NFC 3
Titoli divisionali 15
Apparizioni ai playoff 27
AmericanFootball current event.svg Stagione in corso

I Los Angeles Rams sono una squadra di football americano della National Football League, che gioca a Los Angeles, California. Competono nella West Division della National Football Conference. I Rams sono l'unica franchigia ad avere vinto tre campionati NFL in tre diverse città.

La franchigia ha più volte cambiato sede: fondata come Cleveland Rams, la squadra è rimasta a Cleveland dal 1937 al 1945; dal 1946 al 1994 la squadra ha cambiato sede e nome diventando i Los Angeles Rams (denominazione mantenuta anche dal 1980 al 1994 quando la sede è stata spostata ad Anaheim, in California). Dal 1995 al 2015 la squadra si è trasferita a St. Louis, Missouri, diventando i St. Louis Rams. Il 12 gennaio 2016 è stato annunciato il ritorno della franchigia a Los Angeles a partire dalla stagione 2016[1].

Al 2016, secondo la rivista Forbes, il valore dei Rams è di circa 2,9 miliardi di dollari, sesti tra le franchigie della NFL.[2]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Storia dei Los Angeles Rams.

I Cleveland Rams furono fondati dall'avvocato Homer Marshman nel 1936. La loro prima stagione la disputarono nell'appena formata American Football League, passando alla National Football League, nella successiva. Il primo titolo giunse nel 1945, in quella che sarebbe stata l'ultima stagione in Ohio. Nel 1946 passarono a giocare al Los Angeles Memorial Coliseum, dove rimasero per oltre trent'anni.

Tra il 1949 e il 1955, i Rams arrivarono in finale di campionato per quattro volte, vincendone una (nel 1951). Durante questo periodo, essi ebbero il miglior attacco della NFL, guidato dai quarterback Bob Waterfield e Norm Van Brocklin (dal 1951), assieme ai wide receiver Elroy Hirsch e Tom Fears. La popolarità del loro attacco permise ai Los Angeles Rams di diventare la prima squadra di cui vennero trasmesse in televisione tutte le partite (nel 1950).

Nel periodo che va dal 1956 al 1966, tranne in due stagioni, i Rams conclusero sempre con più sconfitte che vittorie. Gli anni sessanta furono caratterizzati dalla linea difensiva formata da Rosey Grier, Merlin Olsen, Deacon Jones e Lamar Lundy, soprannominati "Fearsome Foursome", che riportarono la squadra in finale di conference nel 1967.

Nel 1972, l'industriale di Chicago Robert Irsay acquistò la franchigia per 19 milioni di dollari e in seguito la scambiò con Carroll Rosenbloom per i suoi Baltimore Colts più conguaglio in denaro. I Rams rimasero una solida franchigia negli anni 70, vincendo per sette volte consecutive la NFC West tra il 1973 e il 1979. Anche se furono sempre tra le migliori squadre della NFC negli anni settanta insieme ai Dallas Cowboys e ai Minnesota Vikings, essi persero le prime quattro finali di conference disputate in quel decennio. I giocatori più rappresentativi di quel periodo furono i difensori Jack Youngblood e Merlin Olsen. La miglior stagione del decennio fu quella 1979. Guidati dal quarterback Vince Ferragamo, i Rams raggiunsero il loro primo Super Bowl, dove misero in difficoltò i Pittsburgh Steelers campioni in carica, da cui però uscirono sconfitti.

Con l'assunzione dell'allenatore John Robinson nel 1983 i Rams, che nel frattempo si erano spostati nello stadio di Anaheim, la squadra si qualificò ai playoff in sei stagione su nove. Nel 1985 raggiunsero la finale della NFC, perdendo contro i futuri campioni della lega, i Chicago Bears. Il giocatore principale di quel periodo per i Rams fu il running back Eric Dickerson, scelto nel Draft NFL 1983, che nel 1984 corse 2.105 yard, un record NFL che resiste ancora oggi. Dopo il suo addio, alla fine degli anni 80 i Rams potevano contare su un giovane quarterback dotato come Jim Everett, un solido reparto d'attacco sulle corse e dei ricevitori di talento. Dopo un record di 11-5 durante la stagione regolare 1989, la squadra sembrò sul punto di fare grandi cose, fino alla netta sconfitta per 30-3 contro i San Francisco 49ers nella finale della NFC del 1989.

La prima metà degli anni 90 vide vari record negativi, nessuna apparizione ai playoff e una crescente mancanza di interesse dei tifosi, che portò il club a trasferirsi a St. Louis, nel Missouri, nel 1995. Prima della stagione 1999, i Rams ottennero in uno scambio il futuro MVP della lega, Marshall Faulk. La stagione iniziò con l'infortunio del quarterback Trent Green nella pre-stagione , che venne sostituito dall'allora sconosciuto Kurt Warner, Questi disputò una delle migliori stagioni della storia per un quarterback nella storia della NFL, lanciando per 4.353 yard, con 41 touchdown. L'attacco dei Rams, guidato dal coordinatore offensivo Mike Martz, fu soprannominato "The Greatest Show on Turf" e fece registrare la prima di una serie di stagioni da 500 punti consecutive, un record NFL. Nei playoff del 1999, Warner guidò i Rams fino al Super Bowl XXXIV vinto contro i Tennessee Titans[3]. Per la sua prestazione fu premiato come MVP della gara, diventando il settimo giocatore della storia a vincere il titolo di MVP della stagione regolare e del Super Bowl nella stessa stagione.

Dopo la vittoria del titolo dei Rams, Dick Vermeil si ritirò, mentre venne promosso a capo-allenatore il coordinatore offensivo Mike Martz, che nel 2001 guidò ancora i Rams fino al Super Bowl XXXVI, perdendo contro i New England Patriots. Martz fece giocare ai Rams un football basato sui passaggi che stabilì il record NFL di punti segnati in tre stagioni (1999–2001). Dopo il suo licenziamento, il club visse stagioni difficoltose, senza più fare ritorno ai playoff durante la sua permanenza a St. Louis.

Nel 2016, Stan Kroenke, che era divenuto il proprietario della franchigia nel 2012, annunciò il ritorno della squadra a Los Angeles e la costruzione di un nuovo stadio, utilizzabile a partire dalla stagione 2019. Nel frattempo, i Rams sarebbero tornati a giocare al Los Angeles Memorial Coliseum.

Risultati stagione per stagione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Stagioni dei Los Angeles Rams.

Giocatori importanti[modifica | modifica wikitesto]

Membri della Pro Football Hall of Fame[modifica | modifica wikitesto]

Alla classe del 2017, 17 giocatori che hanno militato nei Rams sono stati indotti nella Pro Football Hall of Fame[4].

Hall of Famer dei Los Angeles Rams
Giocatore Classe Ruolo Anni
George Allen 2002 Coach 1966–1970
36 Jerome Bettis 2015 RB 1993–1995
76 Orlando Pace 2016 OT 1997–2008
91 Kevin Greene 2016 LB 1985–1992
76 Bob Brown 2004 OT 1969–1970
29 Eric Dickerson 1999 RB 1983–1987
28 Marshall Faulk 2011 RB 1999–2006
55 Tom Fears 1970 End 1948–1956
40 Elroy "Crazy Legs" Hirsch 1968 RB, WR 1949–1957
75 Deacon Jones 1980 DE 1961–1971
65 Tom Mack 1999 G 1966–1978
74 Merlin Olsen 1982 DT 1962–1976
Dan Reeves 1967 Prop. 1941–1971
67, 48 Les Richter 2011 LB, K 1954–1962
78 Jackie Slater 2001 OT 1976–1995
11 Norm Van Brocklin 1971 QB, P 1949–1957
10, 13 Kurt Warner 2017 QB 1998–2003
7 Bob Waterfield 1965 QB, DB, K, P 1945–1952
85 Jack Youngblood 2001 DE 1971–1984

Numeri ritirati[modifica | modifica wikitesto]

Numeri ritirati dai Los Angeles Rams
Giocatore Ruolo Anni
7 Bob Waterfield QB 1945-52
28 Marshall Faulk RB 1999-2006
29 Eric Dickerson RB 1983-87
74 Merlin Olsen DT 1962-76
75 Deacon Jones DE 1961-71
78 Jackie Slater OT 1976-95
80 Isaac Bruce WR 1994-2007
85 Jack Youngblood DE 1971-84

Premi individuali[modifica | modifica wikitesto]

MVP della NFL
Anno Giocatore Ruolo
1938 Parker Hall HB
1945 Bob Waterfield QB
1969 Roman Gabriel QB
1999 Kurt Warner QB
2000 Marshall Faulk RB
2001 Kurt Warner QB
MVP del Super Bowl
SB Giocatore Ruolo
XXXIV Kurt Warner QB
Giocatore offensivo dell'anno
Anno Giocatore Ruolo
1986 Eric Dickerson RB
1999 Marshall Faulk RB
2000 Marshall Faulk RB
2001 Marshall Faulk RB
Rookie offensivo dell'anno
Anno Giocatore Ruolo
1983 Eric Dickerson RB
1993 Jerome Bettis RB
2010 Sam Bradford QB
2015 Todd Gurley RB
Rookie difensivo dell'anno
Anno Giocatore Ruolo
1971 Isiah Robertson LB
2014 Aaron Donald DT
Comeback Player of the Year
Anno Giocatore Ruolo
1987 Charles White RB
1988 Greg Bell RB

Record di franchigia[modifica | modifica wikitesto]

Carriera

Record in carriera
Categoria Giocatore Numero
Yard passate Jim Everett 23.758
TD passati Roman Gabriel 154
Yard ricevute Isaac Bruce 14.109
TD su ric. Isaac Bruce 84
Yard corse Steven Jackson 10.138
TD su corsa Marshall Faulk 58

Stagionali

Record stagionali
Categoria Giocatore Numero Anno
Yard passate Kurt Warner 4.830 2001
TD passati Kurt Warner 41 1999
Yard ricevute Isaac Bruce 1.781 1995
TD su ric. Elroy Hirsch 17 1951
Yard corse Eric Dickerson 2.105 1984
TD su corsa Eric Dickerson
Marshall Faulk
18 1983 2000

Fonte:[5]

La squadra[modifica | modifica wikitesto]

Roster dei Los Angeles Rams
Linebacker
Defensive Back
Special Team
Lista delle riserve
Squadra di allenamento



Roster aggiornato al 16 novembre 2016

53 attivi, 7 inattivi, 10 nella squadra d'allenamento

Legenda
  • I rookie sono in corsivo.
  • il primo ruolo è il principale mentre gli eventuali successivi indicano i ruoli secondari.
  • Injury icon 2.svg indica un giocatore fuori per il resto della stagione.
  • (IR) attiva indica la lista ristretta per un solo giocatore infortunato che può tornare ad allenarsi dopo la settimana 6 e a rientrare in prima squadra dopo la settimana 8.
  • (NFI) indica la lista dove viene inserito un giocatore che ha un infortunio non legato al football americano.
  • (PUP) indica la lista dove viene inserito un giocatore mentre è in attesa di recuperare la condizione fisica. Nella stagione regolare dopo la sesta partita giocata dalla propria squadra, il giocatore ha tempo 3 settimane per riprendere la pratica, più tre settimane aggiuntive dal suo rientro agli allenamenti per rientrare in prima squadra.
AFC East: BUF · MIA · NE · NYJNorth: BAL · CIN · CLE · PITSouth: HOU · IND · JAC · TENWest: DEN · KC · LAC · OAK
NFC East: DAL · NYG · PHI · WASNorth: CHI · DET · GB · MINSouth: ATL · CAR · NO · TBWest: ARI · LAR · SF · SEA

Lo staff[modifica | modifica wikitesto]

Staff dei Los Angeles Rams
Organi dirigenziali
  • Proprietario/Chairman: Stan Kroenke
  • Vice-presidente esecutivo – Kevin Demoff
  • General Manager – Les Snead
  • Direttore del personale dei giocatori – Taylor Morton
  • Direttore degli osservatori del college – Brad Holmes
  • Direttore del personale professionistico – Ran Carthon
  • Dir. valutazione giocatori, ricerca&analisi - J.W. Jordan
  • Assistente dir. personale professionistico - Ray Agnew
Capo allenatore
Altri allenatori
Allenatori dell'attacco
Allenatori della difesa
Allenatori dello special team
AFC East: BUF · MIA · NE · NYJNorth: BAL · CIN · CLE · PITSouth: HOU · IND · JAC · TENWest: DEN · KC · OAK · LAC
NFC East: DAL · NYG · PHI · WASNorth: CHI · DET · GB · MINSouth: ATL · CAR · NO · TBWest: ARI · LAR · SF · SEA

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Rams to relocate to L.A.; Chargers first option to join, NFL.com, 12 gennaio 2013. URL consultato il 13 gennaio 2016.
  2. ^ (EN) Sports Money: 2016 NFL Valuations, Forbes.com, settembre 2016. URL consultato il 7 febbraio 2017.
  3. ^ (EN) Super Bowl XXXIV Game Recap, NFL.com, 31 gennaio 2000. URL consultato il 29 novembre 2012.
  4. ^ (EN) Hall of Famers By Franchise, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 6 maggio 2016.
  5. ^ (EN) Cleveland/St. Louis/LA Rams Franchise Encyclopedia, Pro Football Reference. URL consultato il 19 gennaio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN129167643