Sean McVay

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sean McVay
Sean McVay 2014.jpg
McVay nel 2014
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Capo-allenatore
Squadra Los Angeles Rams
Carriera
Giovanili
Rosso e Nero.png Miami RedHawks
Carriera da allenatore
2008 Tampa Bay Buccaneers (ass.)
2009 Florida Tuskers (TE)
2010 Washington Redskins (ass. TE)
2011-2013 Washington Redskins (TE)
2014-2016 Washington Redskins (c.off.)
2017- Los Angeles Rams
Statistiche aggiornate al 10 settembre 2017

Sean McVay (Omaha, 24 gennaio 1986) è un allenatore di football americano statunitense che svolge il ruolo di capo-allenatore dei Los Angeles Rams della National Football League (NFL).

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni[modifica | modifica wikitesto]

McVay iniziò la carriera da allenatore come assistente nei Tampa Bay Buccaneers nel 2008.

Washington Redskins[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 divenne assistente allenatore dei tight end dei Washington Redskins. Dal 2014 al 2016 fu il coordinatore offensivo a Washington, portando la squadra, nel suo ultimo anno, ad avere il terzo miglior attacco della lega e il quarterback Kirk Cousins a venire convocato per il Pro Bowl.

Los Angeles Rams[modifica | modifica wikitesto]

Il 12 gennaio 2017, McVay fu assunto come capo-allenatore dei Los Angeles Rams all'età di trent'anni, divenendo il più giovane allenatore dell'epoca moderna della NFL, superando Lane Kiffin, che aveva 31 anni quando venne assunto dagli Oakland Raiders.[1]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

2017

Record come capo-allenatore[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Anno Stagione regolare Playoff
V S P % Division V S % Risultato
LAR 2017 11 5 0 .688 1° NFC West 0 1 0 Sconfitta al NFC Wild Card Game contro gli Atlanta Falcons
LAR 2018 13 3 0 .813 1° NFC West 2 0 100 Da definire
Totale 24 8 8 .750 2 1 .667

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Gary Klein, Rams hire Sean McVay as their new head coach, su Los Angeles Times. URL consultato l'8 marzo 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]