Virgil Carter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Virgil Carter
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Quarterback
Ritirato 1976
Carriera
Giovanili
1964-1966 BYU Cougars
Squadre di club
1968-1969 Chicago Bears
1970-1972 Cincinnati Bengals
1974 Chicago Fire
1975 San Diego Chargers
1976 Chicago Bears
Statistiche aggiornate al 6 maggio 2014

Virgil R. Carter (Annabella, 9 novembre 1945) è un ex giocatore di football americano statunitense che ha giocato nel ruolo di quarterback nella National Football League. Al college ha giocato a football alla Brigham Young University

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Carter fu scelto dai Chicago Bears nel corso del sesto giro (142º assoluto) del Draft NFL 1968[1]. Fu scambiato coi Cincinnati Bengals dopo due stagioni e con essi nel 1971 guidò la NFL in percentuale di passare completati e si classificò terzo nelle yard passate. La sua miglior gare di quella stagione fu quella di apertura, in cui i Bengals sconfissero i Philadelphia Eagles 37-14. Carter completò 22 passaggi su 30 per 273 yard, 3 touchdown e nessun intercetto subito. L'anno successivo si divise il ruolo di quarterback con Ken Anderson prima che questi si imponesse stabilmente come titolare. I Bengals scelsero di puntare su Anderson nel 1973 e Carter li lasciò per i Chicago Fire della World Football League, dove giocò nel 1974.

Carter stava guidando la WFL in yard passate prima di infortunarsi nella settimana 11. Terminò con 195 passaggi completati su 358, 2.629 yard, 27 touchdown e 16 intercetti. Nel 1975 firmò coi San Diego Chargers ma fu scambiato nuovamente per fare ritorno ai Bears nel 1976, ritirandosi a fine anno.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Yard passate 5.063
Touchdown 29
Intercetti 31
Passer rating 69,9

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1968 National Football League/American Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 18 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 23 ottobre 2013).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]