Against All Odds (Take a Look at Me Now)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Against All Odds (Take a Look at Me Now)
ArtistaPhil Collins
Tipo albumSingolo
Pubblicazione26 marzo 1984
Durata3:23
Album di provenienzaAgainst All Odds: Music from the Original Motion Picture Soundtrack
GenerePop
Soft rock
Power ballad
EtichettaAtlantic
ProduttoreArif Mardin
Registrazione1983
FormatiVinile
Certificazioni
Dischi d'oroRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 400 000+)
Stati Uniti Stati Uniti[2]
(vendite: 500 000+)
Phil Collins - cronologia
Singolo precedente
(1983)
Singolo successivo
(1984)

Against All Odds (Take a Look at Me Now) è una canzone del cantante britannico Phil Collins, scritta come tema principale per la colonna sonora del film Due vite in gioco nel 1984.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il brano inizialmente si doveva intitolare How Can You Just Sit There? e faceva parte delle sessioni di registrazione di Face Value, il primo album solista di Collins, che l'aveva scritto per l'ex moglie.[3] Quando si decise di utilizzarlo per la colonna sonora di Due vite in gioco, il brano fu prodotto da Arif Mardin. Rob Mounsey suonò il pianoforte ed il basso, mentre Collins interpretò la parte vocale e suonò la batteria. Secondo quanto dichiarò Collins in un'intervista del 1985 rilasciata a Dan Neer, il brano fu registrato in due giorni, di cui il primo a New York, ed il secondo a Los Angeles.

Il singolo riuscì ad arrivare alla seconda posizione della classifica britannica dei singoli e divenne il terzo singolo della carriera del cantante in top ten, mentre arrivò fino alla vetta della prestigiosa classifica statunitense Billboard Hot 100, dove rimase per tre settimane consecutive dal 15 aprile al 5 maggio 1984. Il brano detronizzò Footlose (altra canzone estratta dalla colonna sonora di un film) di Kenny Loggins, ed in seguito lasciò il posto a Hello di Lionel Richie. Si tratta del primo di sei brani di Collins scritti specificatamente per un film, ad entrare nella Billboard Hot 100.

Against All Odds (Take a Look at Me Now) vinse un Grammy Award alla miglior interpretazione vocale maschile, e fu anche nominata agli Oscar come migliore canzone. Nella storia degli Academy Awards Collins fu l'unico nominato nella categoria a non essere invitato a cantare la canzone sul palco, rimanendo seduto in platea, mentre Ann Reinking la cantava al suo posto. La sua reazione negativa alla cosa fu immortalata dalle telecamere, e quell'episodio è tutt'oggi considerato uno dei più imbarazzanti nella storia della cerimonia. L'oscar quell'anno fu assegnato a I Just Called to Say I Love You di Stevie Wonder.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. Against All Odds (Take a Look At Me Now) - Phil Collins - 3:23
  2. The Search (Main Title Theme from "Against All Odds") - Larry Carlton & Michael Colombier - 3:33

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche (1984) Posizione
massima
Australia[4] 3
Austria[5] 13
Belgio (Fiandre)[5] 4
Canada[6] 1
Finlandia[7] 5
Francia[8] 3
Germania[5] 9
Irlanda[9] 1
Italia[10] 3
Norvegia[5] 1
Nuova Zelanda[5] 3
Paesi Bassi[5] 12
Regno Unito[11] 2
Stati Uniti[12] 1
Stati Uniti (adult contemporary)[12] 2
Stati Uniti (mainstream rock)[12] 1
Svezia[5] 3
Svizzera[5] 4

Versione di Mariah Carey[modifica | modifica wikitesto]

Against All Odds (Take a Look at Me Now)
ArtistaMariah Carey
FeaturingWestlife
Tipo albumSingolo
Pubblicazione20 settembre 2000
Durata3:25
Album di provenienzaRainbow
GenerePop
Contemporary R&B
EtichettaColumbia/RCA
ProduttoreTerry Lewis, Jimmy Jam, Mariah Carey
Registrazione1999
FormatiCD
Certificazioni
Dischi d'oroRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 400 000+)
Mariah Carey - cronologia
Singolo successivo
(2001)

La cantante statunitense Mariah Carey ha inciso una cover di Against All Odds (Take a Look at Me Now) per il suo settimo album in studio Rainbow (1999). Questa versione venne coprodotta insieme ai produttori Jimmy Jam e Terry Lewis e pubblicata come singolo finale dall'album nell'ottobre 2000.

Per la pubblicazione su CD singolo, la canzone fu registrata nuovamente come duetto con la boy band irlandese Westlife, versione questa poi inclusa nell'album dei Westlife Coast to Coast quello stesso anno.

Nel Regno Unito il singolo ebbe più successo della versione originale di Phil Collins, arrivando fino alla prima posizione della classifica britannica dei singoli. La versione della Carey ebbe peraltro generalmente un'ottima accoglienza anche nel resto del mondo.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

CD1
  1. Against All Odds (Mariah & Westlife)
  2. Against All Odds (Pounds Boys Main Mix)
  3. Against All Odds (without Westlife version)
  4. Four 30 second Westlife interviews
CD2
  1. Against All Odds (Mariah & Westlife)
  2. Against All Odds (without Mariah version)
  3. Against All Odds (Pound Boys Dub)
  4. Against All Odds (CD-ROM Video)

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche (2000) Posizione
massima
Australia[13] 52
Belgio (Fiandre)[14] 26
Belgio (Vallonia)[14] 15
Francia[14] 18
Germania[14] 29
Irlanda[9] 1
Italia[14] 17
Norvegia[14] 2
Paesi Bassi[14] 20
Regno Unito[15] 1
Svezia[16] 3
Svizzera[14] 20

Altre cover[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) BPI Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 13 maggio 2015. Digitare "Against All Odds" in "Keywords", dunque premere "Search".
  2. ^ (EN) Against All Odds – Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 13 maggio 2015.
  3. ^ Tobler, John. "The Progressive Reign of Genesis". Billboard Magazine. 7 marzo 1987.
  4. ^ (EN) David Kent, Australian Chart Book 1970–1992, Australian Chart Book, St Ives, N.S.W, 1993, ISBN 0-646-11917-6.
  5. ^ a b c d e f g h (NL) Phil Collins - Against All Odds (Take a Look at Me Now), Ultratop. URL consultato il 19 maggio 2015.
  6. ^ Top Singles - Volume 40, No. 8, April 28 1984, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 19 maggio 2015.
  7. ^ (FI) Timo Pennanen, Sisältää hitin - levyt ja esittäjät Suomen musiikkilistoilla vuodesta 1972, 1ª ed., Helsinki, Kustannusosakeyhtiö Otava, 2006, ISBN 978-951-1-21053-5.
  8. ^ (FR) Accès direct à ces Artistes, Infodisc.fr. URL consultato il 19 maggio 2015. Selezionare "Phil COLLINS" e premere "OK".
  9. ^ a b (EN) Database, The Irish Chart. URL consultato il 19 maggio 2015.
  10. ^ Against All Odds (Take a Look at Me Now), Hit Parade Italia. URL consultato il 19 maggio 2015.
  11. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 22 April 1984 - 28 April 1984, Official Charts Company. URL consultato il 19 maggio 2015.
  12. ^ a b c (EN) Phil Collins - Chart history, Billboard. URL consultato il 19 maggio 2015.
  13. ^ (EN) Gavin Ryan, Australia's Music Charts 1988–2010, Mt. Martha, VIC, Australia, Moonlight Publishing, 2011.
  14. ^ a b c d e f g h (NL) Mariah Carey - Against All Odds, Ultratop. URL consultato il 19 maggio 2015.
  15. ^ (EN) Official Singles Chart Top 100: 24 September 2000 - 30 September 2000, Official Charts Company. URL consultato il 19 maggio 2015.
  16. ^ (NL) Mariah Carey feat. Westlife - Against All Odds, Ultratop. URL consultato il 19 maggio 2015.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica