Hello, I Must Be Going!

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hello, I Must Be Going!
ArtistaPhil Collins
Tipo albumStudio
Pubblicazione1º novembre 1982
Durata45:03
Dischi1
Tracce10
Genere[1]Pop rock
Soft rock
EtichettaAtlantic Records, Virgin Records
ProduttorePhil Collins, Hugh Padgham
Registrazionemaggio-settembre 1982, Townhouse Studios (Londra)
Certificazioni
Dischi d'oroAustria Austria[2]
(vendite: 25 000+)
Paesi Bassi Paesi Bassi[3]
(vendite: 50 000+)
Dischi di platinoArgentina Argentina[4]
(vendite: 60 000+)
Francia Francia (2)[5]
(vendite: 600 000+)
Germania Germania (2)[6]
(vendite: 1 000 000+)
Regno Unito Regno Unito (3)[7]
(vendite: 900 000+)
Spagna Spagna[8]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (3)[9]
(vendite: 3 000 000+)
Svizzera Svizzera[10]
(vendite: 50 000+)
Phil Collins - cronologia
Album precedente
(1981)
Album successivo
(1985)
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
AllMusic[1] 4/5 stelle

Hello, I Must Be Going! è il secondo album da solista del cantante britannico Phil Collins, pubblicato il 1º novembre 1982 dalla Atlantic Records.

Il singolo di lancio per questo album è stato Thru These Walls, dove analogamente al successo dell'estate precedente In the Air Tonight, viene messa in risalto la batteria. Il singolo successivo You Can't Hurry Love, che ripropone il famoso brano delle Supremes, è diventato il primo singolo di Collins a raggiungere la vetta della classifica britannica dei singoli.

L'album trae il titolo dalla canzone omonima dei fratelli Marx presente nel film Animal Crackers del 1930.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Phil Collins, eccetto dove indicato.

  1. I Don't Care Anymore – 5:00
  2. I Cannot Believe It's True – 5:14
  3. Like China – 5:05
  4. Do You Know, Do You Care? – 4:57
  5. You Can't Hurry Love – 2:50 (Holland-Dozier-Holland)
  6. It Don't Matter to Me – 4:12
  7. Thru These Walls – 5:02
  8. Don't Let Him Steal Your Heart Away – 4:43
  9. The West Side – 4:59
  10. Why Can't It Wait 'Til Morning – 3:01

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Produzione

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1982) Posizione
massima
Australia[11] 15
Canada[12] 1
Francia[13] 4
Germania[14] 6
Italia[15] 12
Norvegia[14] 4
Nuova Zelanda[14] 20
Paesi Bassi[14] 3
Regno Unito[16] 2
Spagna[17] 3
Stati Uniti[18] 8
Svezia[14] 7
Svizzera[14] 17

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Tim Sendra, Hello, I Must Be Going!, su AllMusic, All Media Network.
  2. ^ (DE) Gold & Platin, IFPI Austria. URL consultato il 13 maggio 2015. Inserire "Hello I Must Be Going" in "Titel", dunque premere "Suchen".
  3. ^ (NL) NVPI - Overzicht Goud/Platina Audio, su NVPI. URL consultato il 13 maggio 2015.
  4. ^ (ES) Discos de Oro y Platino, Cámara Argentina de Productores de Fonogramas y Videogramas. URL consultato il 13 maggio 2015 (archiviato dall'url originale il 6 luglio 2011).
  5. ^ (FR) Les Certifications depuis 1973, Infodisc.fr. URL consultato il 13 maggio 2015. Selezionare "Phil COLLINS" e premere "OK".
  6. ^ (DE) Gold/Platin Datenbank (Phil Collins; 'Hello, I Must Be Going!'), Bundesverband Musikindustrie. URL consultato il 13 maggio 2015.
  7. ^ (EN) BPI Awards, British Phonographic Industry. URL consultato il 13 maggio 2015. Digitare "Hello I Must Be Going" in "Keywords", dunque premere "Search".
  8. ^ Productores de Música de España, Solo Exitos 1959–2002 Ano A Ano: Certificados 1979–1990, prima edizione, ISBN 84-8048-639-2.
  9. ^ (EN) Hello I Must Be Going – Gold & Platinum, RIAA. URL consultato il 13 maggio 2015.
  10. ^ (DE) The Official Swiss Charts and Music Community: Awards (Phil Collins; 'Hello, I Must Be Going!'), Hung Medien. URL consultato il 13 maggio 2015.
  11. ^ (EN) David Kent, Australian Chart Book 1970–1992, Australian Chart Book, St Ives, N.S.W, 1993, ISBN 0-646-11917-6.
  12. ^ (EN) Top Albums/CDs - Volume 37, No. 23, February 05 1983, su Collectionscanada.gc.ca, Library and Archives Canada. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  13. ^ (FR) Le Détail des Albums de chaque Artiste, Infodisc.fr. URL consultato il 29 dicembre 2016. Selezionare "Phil COLLINS" e premere "OK".
  14. ^ a b c d e f (DE) Phil Collins - Hello, I Must Be Going!, Schweizer Hitparade. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  15. ^ Gli album più venduti del 1982, Hit Parade Italia. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  16. ^ (EN) Official Albums Chart Top 100: 07 November 1982 - 13 November 1982, Official Charts Company. URL consultato il 29 dicembre 2016.
  17. ^ (ES) Fernando Salaverri, Sólo éxitos: año a año, 1959–2002, 1ª ed., Spagna, Fundación Autor-SGAE, settembre 2005, ISBN 84-8048-639-2.
  18. ^ (EN) Phil Collins - Chart history, Billboard. URL consultato il 29 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]