Santiago del Cile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Santiago de Chile)
Santiago del Cile
comune
Santiago de Chile
Santiago del Cile – Stemma Santiago del Cile – Bandiera
Santiago del Cile – Veduta
Localizzazione
Stato Cile Cile
Regione Flag of the Metropolitan Region, Chile.svg Santiago
Provincia Santiago
Amministrazione
Sindaco Carolina Tohá (PPD - CPD) dal 06/12/2012
Territorio
Coordinate 33°26′16.2″S 70°39′01.2″W / 33.437833°S 70.650333°W-33.437833; -70.650333 (Santiago del Cile)Coordinate: 33°26′16.2″S 70°39′01.2″W / 33.437833°S 70.650333°W-33.437833; -70.650333 (Santiago del Cile)
Altitudine 520 m s.l.m.
Superficie 641,4 km²
Abitanti 5 278 044 (2009)
Densità 8 228,94 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 3580000
Prefisso +56 2
Fuso orario UTC-4
Nome abitanti santiagheni
Cartografia
Mappa di localizzazione: Cile
Santiago del Cile
Sito istituzionale
Cattedrale Metropolitana di San Giacomo

Santiago del Cile o semplicemente Santiago (in spagnolo: Santiago de Chile) è la capitale e il centro urbano più importante del Cile. L'area metropolitana della città è stata denominata Gran Santiago e corrisponde al capoluogo della Regione Metropolitana di Santiago.

Considerata spesso un'unica città in realtà è una conurbazione che comprende completamente il territorio di 26 comuni e parte del territorio di altri 11 comuni, gran parte della metropoli è compresa nella provincia di Santiago, alcune parti periferiche fanno parte delle province di Maipo, Cordillera e Talagante.

La città è situata a un'altitudine media di 567 m s.l.m.[1] Nell'anno 2002 l'estensione della conurbazione era pari a 641,4 km² e la popolazione era pari a 5.428.590 abitanti[2] che equivale a circa il 35,9% della popolazione totale del paese. Attualmente si stima che la "Gran Santiago" abbia 6.269.629 abitanti. Secondo le statistiche Santiago è la settima città più popolosa del Sudamerica e la 35esima area metropolitana del mondo.[3] La capitale del Cile ospita molte sedi governative (ad eccezione del Congresso Nazionale che ha invece sede a Valparaiso), finanziarie, commerciali e culturali del paese ed è considerata come la prima città dell'America Latina per la qualità della vita[4] con un indice di sviluppo umano superiore a 0,920 e un PIL procapite pari a 18.465 dollari USA.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Santiago sulla collina Huelén ad opera di Pedro de Valdivia in un quadro di Pedro Lira (1889)

Santiago venne fondata da Pedro de Valdivia il 12 febbraio del 1541 con il nome di Santiago del Nuevo Extremo in onore di San Giacomo e a ricordare che, come Santiago de Compostela rappresentava per gli antichi l'estrema terra abitata in Europa prima dell'oceano inesplorato, analogamente la nuova città rappresentava l'estremo limite dell'esplorazione nel continente americano da poco scoperto. La cerimonia di fondazione si tenne sulla collina Huelén (successivamente ribattezzata Collina Santa Lucía). Valdivia scelse questo luogo per la sua posizione, al centro della vasta e fertile pianura (Valle central) compresa tra la Cordigliera delle Ande e la Cordigliera della costa, per il suo clima temperato e per la facilità con cui poteva essere difeso. Il fiume Mapocho divideva l'area in due e la ricongiungeva poi più a sud, formando un'isola.

I primi edifici furono eretti sfruttando il lavoro degli indiani Picunche. La riva meridionale del Mapocho fu poi drenata e trasformata in una zona pedonale, conosciuta come Alameda (ora Avenida Alameda Libertador Bernardo O'Higgins).

La città fu parzialmente distrutta durante la Guerra di Indipendenza nel (181018), in occasione della battaglia di Maipú che fu combattuta a sud-ovest del centro abitato. Santiago divenne la capitale del Cile indipendente nel 1818.

Ponte crollato a Santiago dopo il terremoto del 2010

All'inizio del XIX secolo Santiago era soltanto una piccola città con pochi edifici, fra cui il Palacio de La Moneda, utilizzato al tempo della dominazione spagnola come zecca, e alcune chiese. Negli anni Ottanta del'Ottocento l'estrazione del nitrato nel nord del Cile portò una certa prosperità al paese e favorì lo sviluppo della capitale. Fu così che importanti edifici vennero costruiti nel 1910 per celebrare il centenario dell'indipendenza dalla Spagna, fra quali la Biblioteca nazionale e il Museo delle belle arti.

Negli anni trenta del Novecento Santiago cominciò a diventare una città moderna, con la costruzione del Barrio Cívico, intorno al Palacio de La Moneda. Nel frattempo, la popolazione aumentava grazie all'arrivo di nuovi abitanti dal nord e dal sud del Cile.

Nel 1985 un forte terremoto distrusse alcuni edifici di importanza storica nel centro della città.

Attualmente, Santiago rappresenta un centro finanziario molto importante dell'America Latina.

Il 27 febbraio 2010 Santiago è stato colpito da un forte sisma di magnitudo 8.8 Richter (9 della scala Mercalli) con epicentro poco distante da Concepción, città a 300 kilometri da Santiago.

Panorama della città


Divisione amministrativa[modifica | modifica sorgente]

Comuni nella Provincia di Santiago

██ Cerrillos

██ La Reina

██ Pudahuel

██ Cerro Navia

██ Las Condes

██ Quilicura

██ Conchalí

██ Lo Barnechea

██ Quinta Normal

██ El Bosque

██ Lo Espejo

██ Recoleta

██ Estación Central

██ Lo Prado

██ Renca

██ Huechuraba

██ Macul

██ San Miguel

██ Independencia

██ Maipú

██ San Joaquín

██ La Cisterna

██ Ñuñoa

██ San Ramón

██ La Florida

██ Pedro Aguirre Cerda

██ Santiago Centro

██ La Pintana

██ Peñalolén

██ Vitacura

██ La Granja

██ Providencia

Comuni in altre province

██ Padre Hurtado

██ San Bernardo

██ Puente Alto

██ Pirque

██ San José de Maipo

Map of Santiago communes

Clima[modifica | modifica sorgente]

Grafico Termopluviometrico di Santiago.
Mesi Stagioni Anno
Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Set Ott Nov Dic Est Aut Inv Pri
T. max. mediaC) 29 28 26 22 17 14 13 16 18 21 25 27 28 21,7 14,3 21,3 21,3
T. min. mediaC) 12 11 9 7 5 3 2 3 5 7 8 10 11 7 2,7 6,7 6,8
Giorni di gelo (Tmin ≤ 0 °C) 0 0 0 1 4 7 9 6 2 0 0 0 0 5 22 2 29
Precipitazioni (mm) 0 0 0 10 50 70 70 50 20 10 0 0 0 60 190 30 280
Giorni di nebbia 4 5 11 15 21 21 22 23 17 12 8 5 14 47 66 37 164

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Musei[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Museo cileno di arte precolombiana e Museo nazionale delle belle arti (Cile).

Università[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Università del Cile, Universidad UCINF e Pontificia Università Cattolica del Cile.

Trasporti[modifica | modifica sorgente]

Autobus del Transantiago alla stazione intermodale La Cisterna

La città è servita dall'Aeroporto Internazionale Comodoro Arturo Merino Benítez.

Una linea ferroviaria collega Santiago con Chillàn, 400 km a sud di Santiago. I treni partono dalla Stazione Centrale (Estacion Central).

Per muoversi all'interno della città è attivo l'efficiente servizio della Metropolitana, basato su cinque linee. Si tratta della metropolitana più estesa dell'America Latina. Dal 2005 inoltre si è iniziato ad implementare un servizio di trasporti integrato chiamato Transantiago entrato in funzione nel 2007 che combina il trasporto su strada con quello della metropolitana uniformandone le tariffe e i percorsi. Prima del Transantiago infatti il sistema di trasporto pubblico stradale era in mano a imprese private, indipendenti nei percorsi, nelle tariffe e nelle livree degli autobus, solo dal 1990 si è cominciato a regolamentare le licenze per i trasportatori e a uniformare la livrea dei bus nonostante continuassero a far parte di compagnie diverse.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Metropolitana di Santiago del Cile e Transantiago.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a Santiago del Cile[modifica | modifica sorgente]

Gruppi musicali legati a Santiago del Cile[modifica | modifica sorgente]

Galleria di immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Dirección Meteorológica de Chile: Climatología de ciudades: Santiago. URL consultato il 14 dicembre 2007.
  2. ^ (ES) Instituto Nacional de Estadísticas de Chile: Chile: Ciudades, Pueblos, Aldeas y Caseríos. URL consultato il 14 dicembre 2007.
  3. ^ (ES) 50 largest world metropolitan areas ranked. URL consultato il 14 dicembre 2007.
  4. ^ (ES) Patricia P. Gaínza, Ciudades Latinoamericanas en el Índice de Calidad de Vida [Città Latino-americane per qualità della vita], 27 febbraio 2008.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]