Peter Falk

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Peter Falk in Colombo (1973)
L'autografo di Peter Falk

Peter Michael Falk (New York, 16 settembre 1927Beverly Hills, 23 giugno 2011) è stato un attore e produttore cinematografico statunitense.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

La carriera[modifica | modifica sorgente]

Peter Falk nacque a New York da padre polacco di origini ungheresi e da madre russa, entrambi ebrei[1]. A causa di un tumore, all'età di tre anni Peter fu sottoposto a un intervento chirurgico di asportazione dell'occhio destro, in seguito al quale gli fu impiantata una protesi oculare che egli portò per tutta la vita e che contribuì in maniera determinante[senza fonte] alla sua affermazione come attore, conferendogli quella particolarità dello sguardo che divenne il suo tratto distintivo.

Peter Falk come senior al liceo nel 1945

Il successo giunse per Falk tra gli anni cinquanta e sessanta, quando apparve in diverse serie televisive tra cui Alfred Hitchcock presenta e Naked City. Nel 1961 venne ingaggiato per uno dei ruoli più importanti della sua carriera, in Angeli con la pistola (1961) di Frank Capra, in cui impersonò un "simpatico" mafioso, a fianco del boss Glenn Ford e di Bette Davis. La consacrazione definitiva della sua carriera arrivò per il ruolo di protagonista della serie televisiva Colombo, il detective di Los Angeles che interpretò a partire dal 1968 in una lunga serie di film TV.

Durante gli anni sessanta e settanta, periodo del suo massimo successo televisivo grazie a Colombo, Falk continuò la carriera cinematografica partecipando ad alcune importanti pellicole, sovente nel ruolo di italo americano, come Ardenne '44, un inferno (1969) (nel ruolo del Sgt. Rossi), Mariti (1970) e Una moglie (1974), a fianco di Gena Rowlands, ed entrambi diretti da John Cassavetes, Quando passi da queste parti (1976), Pollice da scasso (1978) di William Friedkin, e Una strana coppia di suoceri (1979), commedia nella quale apparve a fianco di Alan Arkin (vincitore dell'Oscar 2007). Nel 1970 partecipa alla commedia Rosolino Paternò soldato, nel ruolo di un serioso ufficiale alleato. Dismessi i panni del tenente Colombo, che comunque egli mai abbandonò completamente, interpretò il ruolo di se stesso nel film Il cielo sopra Berlino (1987) del regista tedesco Wim Wenders. Celebre anche la sua partecipazione al film fantasy La storia fantastica (1987), pellicola cult degli anni ottanta, in cui impersonò l'anziano che racconta al proprio nipote (interpretato da Fred Savage) la storia su cui il lungometraggio è incentrato.

Peter Falk nel 2007

Fu molto apprezzato anche per le brillanti performance in commedie come Invito a cena con delitto (1976), nei panni del detective Sam Diamante, film in cui compaiono le parodie di altri investigatori famosi tra cui Poirot e Miss Marple. Nel 2007 fece una breve apparizione nel film Next con Nicolas Cage (uscito in Italia nel 2008). È anche apparso nelle sequenze finali del video musicale di Ghostbusters di Ray Parker Jr..

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Il 17 aprile 1960 Falk sposò Alyce Mayo, che aveva conosciuto quando ambedue erano studenti alla Syracuse University. La coppia adottò due figlie: Catherine (oggi investigatrice privata) e Jackie. Peter e Alycia divorziarono nel 1976. Il 7 dicembre 1977 Falk si risposò con l'attrice Shera Danese, che apparve con lui in sei episodi della serie televisiva Colombo.

Malattia e morte[modifica | modifica sorgente]

Nel 2008 gli venne diagnosticata il morbo di Alzheimer[2]. La figlia adottiva Catherine chiese e ottenne la tutela legale nei confronti del padre, oramai incapace di intendere. Successivamente la seconda moglie Shera Danese presentò ricorso contro la decisione, sostenendo di avere ricevuto direttamente dall'attore il mandato di gestirne salute e affari prima che le sue condizioni psicofisiche degenerassero[3]. La tutela definitiva passò infine alla Danese, grazie all'accoglimento del ricorso[4].

Peter Falk si è spento all'età di 83 anni nella sua villa a Beverly Hills il 23 giugno 2011[5].

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Harry Cohn della Columbia Pictures rifiutò Falk durante un casting, dicendogli: «Per gli stessi soldi posso avere un attore con due occhi».
  • Ha interpretato spesso personaggi italo-americani, sebbene non avesse origini italiane.
  • Il celebre e inseparabile impermeabile che indossa il tenente Colombo è stato acquistato dallo stesso Falk a New York nel 1968, prima di girare l'episodio "pilota", Prescrizione: assassinio.
  • Nel film Il cielo sopra Berlino (1987), Falk interpreta se stesso in viaggio a Berlino per girare un film sui nazisti in cui interpreta un investigatore americano. Lui stesso, con un ulteriore autocitazione, paragona l'investigatore al tenente Colombo, lamentandosi del fatto che quest'ultimo personaggio avesse molto più carisma e fosse più facile da interpretare.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Cinema[modifica | modifica sorgente]

Televisione[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Peter Falk è stato doppiato da:

Da doppiatore è sostituito da:

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Intervista a P.Falk, 1997
  2. ^ Peter Falk è malato di Alzheimer in Excite Italia magazine.
  3. ^ Guerra in famiglia su affidamento di Peter Falk in Virgilio notizie.
  4. ^ Il giudice: Peter Falk incapace di intendere è affidato alla moglie in Corriere della sera.it.
  5. ^ È morto Peter Falk, il mitico tenente Colombo in Corriere.it.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 84977623 LCCN: n85199266