Alan Arkin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Alan Wolf Arkin (New York, 26 marzo 1934) è un attore e regista statunitense, vincitore del premio Oscar 2007 per Little Miss Sunshine.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a New York in una famiglia ebrea in parte proveniente dall'Ucraina, successivamente con la famiglia si trasferisce a Los Angeles, dove studia recitazione presso il "Bennington". Nel 1958 inizia a recitare in teatro, per lui si apre una promettente carriera a Broadway. Si cimenta anche nella composizione ed esecuzione di canzoni folk, e pubblica racconti di fantascienza sulla rivista Galaxy.

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Nel 1966 debutta al cinema nel film Arrivano i russi, arrivano i russi di Norman Jewison, in seguito prende parte a Sette volte donna di Vittorio De Sica, e interpreta la parte dell'assassino in Gli occhi della notte. Tra le sue interpretazioni successive, L'infallibile Ispettore Clouseau del 1968, in cui interpreta L'Ispettore Clouseau, L'urlo del silenzio del 1968 per quale viene candidato al premio Oscar, Comma 22 di Mike Nichols del 1970.

Debutta come regista realizzando nel 1971 Piccoli omicidi, dopo la realizzazione di altri lungometraggi e cortometraggi viene inserito nella cosiddetta scuola comica ebraico-americana, che conta autori-attori quali Woody Allen, Carl Reiner, Mel Brooks e Gene Wilder. All'inizio degli anni ottanta, prende parte ad alcuni episodi di A cuore aperto.

Nel corso degli anni passa da un film all'altro, con estrema disinvoltura, nel 1990 è al fianco di Johnny Depp e Winona Ryder in Edward mani di forbice di Tim Burton, e a Robert Redford in Havana di Sydney Pollack. Negli anni successivi partecipa a Gattaca di Andrew Niccol, Jakob il bugiardo, I perfetti innamorati e Tredici variazioni sul tema.

Negli ultimi anni lavora moltissimi in televisione, nel 2001 prende parte alla serie tv 100 Centre Street e partecipa come guest star a Will & Grace, nel ruolo del padre di Grace Adler.

Nel 2006 recita in Little Miss Sunshine, nel ruolo del nonno, ruolo che gli fa vincere un Oscar al miglior attore non protagonista. Nel 2007 lavora in Rendition - Detenzione illegale di Gavin Hood.

Nel 2013 riceve la sua quarta nomination al premio Oscar per l'interpretazione in Argo di Ben Affleck. Il 24 febbraio alla notte degli Oscar viene battuto da Christoph Waltz, interprete di Django Unchained.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Arkin si è sposato tre volte, la prima dal 1955 al 1961 con Jeremy Yaffe, matrimonio da cui nasceranno due figli, Adam (1956, attore e regista) e Matthew (1960, attore). Il secondo matrimonio è stato nel 1964 con Barbara Dana che termina col divorzio nel corso degli anni novanta. Dal matrimonio con la Dana nasce Anthony "Tony" Dana-Arkin (1967). Nel 1996 si sposa con l'attuale moglie Suzanne Newlander.

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Alan Arkin nel 1975

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

Premio Oscar[modifica | modifica sorgente]

Doppiatori italiani[modifica | modifica sorgente]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Arkin è stato doppiato da:

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Oscar al miglior attore non protagonista Successore
George Clooney
per Syriana
2007
per Little Miss Sunshine
Javier Bardem
per Non è un paese per vecchi

Controllo di autorità VIAF: 84959984 LCCN: n79058291