Lince (costellazione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lince
Mappa della costellazione
Mappa della costellazione
Vedi l'immagine della costellazione
Immagine della Lince
Immagine della Lince
Nome latino Lynx
Genitivo Lyncis
Abbreviazione Lyn
Coordinate
Ascensione retta 8 h
Declinazione 45°
Area totale 545 gradi quadrati
Dati osservativi
Visibilità da Terra
Latitudine min -55°
Latitudine max +90°
Transito al meridiano 15 marzo, alle 21
Stella principale
Nome α Lyncis
Magnitudine app. 3,14
Altre stelle
Magn. app. < 3 Nessuna
Magn. app. < 6 60
Costellazioni confinanti
Da est, in senso orario:

La Lince (in latino Lynx, abbreviato in Lyn) è una delle 88 costellazioni moderne. Si tratta di una debole costellazione settentrionale introdotta nel XVII secolo dall'astronomo polacco Johannes Hevelius. Il suo nome deriva dal fatto che occorrono gli occhi di una lince per vederla.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

NGC 2683, una galassia di facile osservazione nel sud della costellazione.

La Lince occupa una regione di cielo ad est dell'Auriga particolarmente oscura e priva di stelle appariscenti, esattamente come la vicina costellazione della Giraffa; la sua individuazione è così possibile solo sotto un cielo buio e non inquinato. L'unica stella appariscente è la α Lyncis, di magnitudine 3,1, che però si trova sul bordo sudorientale della costellazione, ai confini con il Cancro e col Leone; le restanti sono di quarta e quinta grandezza.

Il periodo più propizio per la sua osservazione nel cielo serale è compreso fra i mesi di novembre e maggio; dall'emisfero nord è ben osservabile e si presenta allo zenit nelle notti del tardo inverno da tutta la fascia temperata, da cui si presenta pure in parte circumpolare. Dall'emisfero australe la sua visione è assai penalizzata e per poter essere osservata completamente occorre trovarsi alle latitudini tropicali.

Stelle principali[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stelle principali della costellazione della Lince.

Stelle doppie[modifica | modifica sorgente]

Alcune stelle doppie della costellazione sono risolvibili anche con piccoli strumenti amatoriali.

  • 19 Lyncis è una delle coppie più aperte, in cui le due componenti, una di quinta e una di sesta magnitudine, sono separate da 15".
  • 20 Lyncis possiede la stessa separazione fra le componenti, che però sono di settima magnitudine.
  • 12 Lyncis è un sistema multiplo composto da due stelle di quinta magnitudine separate da poco più di un secondo d'arco, entrambe bianche, a cui se ne aggiunge una terza di colore arancione e di settima grandezza, più distaccata.
  • HD 82780 è una stella di magnitudine 7,0 che possiede una compagna di ottava, HD 82767, separata da circa 25", dunque anche alla portata di piccoli strumenti.
Principali stelle doppie[1][2]
Nome
Coordinate equatoriali all'epoca J2000.0
Magnitudine
Separazione
(in secondi d'arco)
Colore
AR
Dec
A B
12 Lyncis AB 06h 46m 14s +59° 26′ 30″ 5,37 5,95 1,7 b + b
12 Lyncis AB-C 06h 46m 14s +59° 26′ 30″ 4,87 7,1 8,7 b + ar
HD 48767/66 06h 48m 13s +55° 42′ 16″ 6,28 6,33 4,7 g + g
HD 52859 07h 05m 40s +52° 45′ 30″ 6,8 7,0 4,2 b + b
20 Lyncis 07h 22m 14s +50° 08′ 52″ 7,6 7,7 15,0 g + g
19 Lyncis 07h 22m 52s +55° 16′ 53″ 5,45 6,53 15,1 b + b
HD 75353 08h 50m 44s +35° 04′ 15″ 7,4 7,5 3,7 g + g
HD 82780/67 09h 35m 22s +39° 57′ 48″ 7,0 8,4 24,9 g + g

Stelle variabili[modifica | modifica sorgente]

La Lince contiene alcune stelle variabili di facile osservazione, ad occhio nudo o con un binocolo.

Fra le Mireidi le più brillanti sono R Lyncis e W Lyncis, entrambe di settima magnitudine in fase di massima, mentre al minimo scendono alla quattordicesima grandezza, sebbene con periodi diversi; entrambe sono osservabili in fase di massima con un binocolo.

RR Lyncis è una variabile a eclisse visibile anche ad occhio nudo, le cui oscillazioni sono apprezzabili anche senza l'ausilio di strumenti; in circa 10 giorni la stella varia dalla magnitudine 5,5 alla 6,0.

Principali stelle variabili[3][1][2]
Nome
Coordinate equatoriali all'epoca J2000.0
Magnitudine
Periodo
(giorni)
Tipo
AR
Dec
Max. Min.
R Lyncis 07h 01m 18s +55° 19′ 50″ 7,2 14,3 378,75 Mireide
W Lyncis 08h 16m 47s +40° 07′ 53″ 7,5 14,0 295,2 Mireide
Y Lyncis 07h 28m 12s +45° 59′ 26″ 7,8 10,3 110: Semiregolare pulsante
RR Lyncis 06h 26m 26s +56° 17′ 06″ 5,52 6,03 9,9451 Eclisse
SV Lyncis 08h 03m 40s +36° 20′ 42″ 6,40 8,10 9,9451 Semiregolare
UX Lyncis 09h 03m 47s +38° 44′ 32″ 6,60 6,78 - Semiregolare

Oggetti del profondo cielo[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Oggetti non stellari nella costellazione della Lince.

La Lince contiene pochi oggetti brillanti; un oggetto del profondo cielo degno di nota è il Vagabondo intergalattico, NGC 2419, il più distante ammasso globulare conosciuto appartenente alla Via Lattea. Si sta muovendo ad una velocità superiore alla velocità di fuga a quella distanza, ma nonostante ciò sembra essere in orbita attorno alla Via Lattea, e perciò si pensa che non stia sfuggendo alla galassia.

Fra le galassie, la più brillante è NGC 2683 sul confine con il Cancro: si tratta di una galassia spirale vista quasi perfettamente di taglio, visibile anche con un piccolo strumento amatoriale sotto un cielo buio.

Principali oggetti non stellari[4][5][2]
Nome
Coordinate equatoriali all'epoca J2000.0
Tipo Magnitudine
Dimensioni apparenti
(in primi d'arco)
Nome proprio
AR
Dec
NGC 2419 07h 38m 08s +38° 52′ 53″ Ammasso globulare 10,3 4,1
NGC 2549 08h 18m 58s +57° 48′ 10″ Galassia 11,2 3,9 x 1,3
NGC 2683 08h 52m 42s +33° 25′ 20″ Galassia 9,6 9,3 x 2,2

Sistemi planetari[modifica | modifica sorgente]

La costellazione contiene alcuni sistemi planetari noti, in cui è conosciuto un solo pianeta. Tre di questi sono dei pianeti transienti, catalogati come XO-2b, XO-4b e XO-5b. Fra gli altri, vi è la 6 Lyncis b, un gigante gassoso con una massa minima pari a oltre due volte quella di Giove e una distanza media dalla sua stella di circa 2 UA, su un'orbita molto eccentrica.

Sistemi planetari[1]
Nome del sistema
Coordinate equatoriali all'epoca J2000.0
Magnitudine
Tipo di stella
Numero di pianeti
confermati
AR
Dec
6 Lyncis 06h 30m 47s +58° 09′ 48″ 5,86 Subgigante arancione 1 (b)
XO-4 07h 21m 33s +58° 16′ 05″ 10,70 Nana gialla 1 (b)
XO-5 07h 46m 52s +39° 05′ 41″ 12,13 Nana gialla 1 (b)
XO-2 07h 48m 07s +50° 13′ 33″ 11,18 Nana arancione 1 (b)
HD 75898 08h 53m 51s +33° 03′ 25″ 8,04 Nana gialla 1 (b)

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c Result for various objects, SIMBAD. URL consultato il 4 giugno 2009.
  2. ^ a b c Alan Hirshfeld, Roger W. Sinnott, Sky Catalogue 2000.0: Volume 2: Double Stars, Variable Stars and NonstellarObjects, Cambridge University Press, aprile 1985, ISBN 0-521-27721-3.
  3. ^ The International Variable Stars Index - AAVSO in Results for various stars. URL consultato il 20 giugno 2009.
  4. ^ The NGC/IC Project Public Database in Results for various objects. URL consultato il 20 giugno 2009.
  5. ^ NASA/IPAC Extragalactic Database in Results for various stars. URL consultato il 20 ottobre 2006.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Michael E. Bakich, The Cambridge Guide to the Constellations, Cambridge University Press, 1995, ISBN 0-521-44921-9.
  • (EN) Milton D. Heifetz; Wil Tirion, A Walk through the Heavens: A Guide to Stars and Constellations and their Legends, Cambridge University Press, 2004, ISBN 0-521-54415-7.
  • AA.VV., Astronomia - Dalla Terra ai confini dell'Universo, Fabbri Editori, 1991.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]