Lara Saint Paul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Lara Saint Paul
Lara Saint Paul nel 1968.
Lara Saint Paul nel 1968.
Nazionalità Italia Italia
Genere Pop
Musica leggera
Jazz
Rhythm and blues
Periodo di attività 1962 – in attività
Etichetta The Red Record, Ciao!Ragazzi, Ducale, CDI, LASAPA, Polydor
Sito web

Lara Saint Paul nome d'arte di Silvana Savorelli (Asmara, 30 aprile 1946) è una cantante italiana, attiva dagli anni sessanta.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di madre eritrea e padre originario di Fusignano, città dove la cantante ha trascorso la sua infanzia, debuttò al Festival di Sanremo 1962 con il nome d'arte di Tanya con la canzone I colori della felicità. Nel 1967, con lo pseudonimo di Lara Saint Paul, partecipò al 15º Festival della Canzone Napoletana con il motivo di Amato e Valleroni Te faie desiderà, eseguito in abbinamento con Anna German.

Il grande successo arrivò sempre a Sanremo nel 1968 quando cantò abbinata a Louis Armstrong Mi va di cantare. Seguirono altre due partecipazioni nel 1972 con Se non fosse tra queste mie braccia lo inventerei e nel 1973 con Una casa grande, sempre come finalista.

Nel 1968, tra i comici che hanno partecipato al programma Quelli della domenica sul Primo Canale si segnala Lara Saint Paul con il suo debutto televisivo. Un varietà musicale molto riuscito che combina giochi e cabaret. L'anno successivo lavora con Raffaele Pisu nel programma La domenica è un'altra cosa.

Nel 1970, Canzonissima ospita ogni settimana inoltre un incontro tra il mondo del cinema e della canzone, con la partecipazione di dive e cantanti come Lara Saint Paul.

Nel 1971, partecipa a Canzonissima con il brano Strano, che però non passa il turno e non accede dunque alla fase successiva della gara.

Nel 1973 registra a Milano, con l'arrangiatore-direttore d'orchestra americano Quincy Jones e la grande orchestra formata da musicisti come Gianni Basso (sax tenore) Oscar Valdambrini (tromba e flicorno) Angel Pocho Gatti e Victor Bach (pianoforte e tastiere) Massimo Luca e Andrea Sacchi (chitarre) Pino Presti (basso elettrico) Tullio De Piscopo (batteria) il singolo Non preoccuparti/Adesso ricomincerei. In questi anni posò nuda per l'edizione italiana di Playboy.

Lara iniziò poi a cantare in tutta Europa e negli Stati Uniti. A Los Angeles lavorò con Bill Conti, Ray Charles, Stevie Wonder, Henry Mancini, Roberta Flack, The Pointer Sisters e Leon Ware. È stata prodotta da Quincy Jones, vinse il Disco d'Oro per Aerobic Dance e un premio al Festival Internazionale di Tokyo.

Negli anni ottanta cominciò numerose altre attività come giornalista, come designer e nel 1982 lanciando per la prima volta in Italia l'Aerobic Dance con grande successo. Importò l'aerobica in Italia, Aerobic Dance e Aerobica Aerobica, con una serie di videocassette e libri.[1]. In quel periodo posò nuda per l'edizione italiana di Playboy.

Lara è stata una grande amica di Frank Sinatra per quasi 26 anni[2]. Nel 1986 suo marito, il produttore discografico e impresario teatrale Pier Quinto Cariaggi[3] organizzò il ritorno di Frank Sinatra in Italia, ed anche nel 1987 per un intero tour.

« "Ho conosciuto Frank Sinatra nel 1972, dopo un concerto a Londra. Ero insieme a mio marito Pierquinto Cariaggi. Da un semplice incontro è nata un'amicizia che non è mai finita". Parla Lara Saint Paul, cantante, la migliore amica italiana di "The voice".[4] »
(Mario Luzzatto Fegiz)

Lara conduce i collegamenti dal Casinò di Sanremo al Festival di Sanremo 1988.

Nel 1992 tornò alla musica con una grande produzione Lara Superspecial trasmessa in 18 paesi ed anche in Italia. Gian Marco Gualandi è arrangiatore e pianista dell'orchestra ritmico-sinfonica dello spettacolo televisivo che riceve il premio speciale della critica televisiva. Sempre come arrangiatore e pianista, lui partecipa nel '92 alla tournée europea di Lara Saint Paul.

Nel 1995, il progetto di Lara è un documentario della vita di Luciano Pavarotti con suo marito Cariaggi, The Best is Yet to Come.[5]

Nel novembre 2002, Lara Saint Paul è ospite di Iva Zanicchi all'interno del programma "Ed io tra di voi", dove interpreta alcuni brani del repertorio di Frank Sinatra

Il 2 maggio 2007 è di nuovo ospite in uno spazio che la trasmissione Uno Mattina dedica a Frank Sinatra, su Rai Uno.

Il 24 giugno 2008, partecipa a La Notte della Solidarietà al PalaSharp di Milano, un concerto di beneficenza, a favore di Wopsec, un’organizzazione internazionale di medici e infermieri volontari con lo scopo di portare soccorso ai bambini poveri del mondo con affezioni chirurgiche, ma privi di assistenza sanitaria e ospedaliera e di svolgere attività di teaching, ossia di insegnamento specialistico ai medici locali[6].

Il 10 ottobre 2008, Lara Saint Paul è ospite del programma I Migliori Anni su Rai Uno, e ad oggi è la sua ultima partecipazione televisiva in veste di cantante.

Lara continua a cantare e fare concerti con un repertorio internazionale.

Il 14 aprile 2013 Lara fu ospite di Lorella Cuccarini a Domenica in, racconta il dramma che l'affligge da anni.

L'ultima apparizione televisiva di Lara Saint Paul, risale al 30 Aprile 2014 nel programma Aghè Barbi Show, negli studi di TRC, rete Televisiva Emiliana di Modena, programma condotto da Andrea Barbi con curiosità musicali, artistiche locali e non solo.

Discografia parziale[modifica | modifica sorgente]

33 giri[modifica | modifica sorgente]

1974 - 2 dischi long play - 24 canzoni - recital Sofia - diso 33 - Balkanton, Sofia, Bulgaria

45 giri[modifica | modifica sorgente]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Saint Paul, Lara. (1984) Aerobica: il mio programma di aerobic dance, Milano: Idealibri, ISBN 88-7082-026-2 9788870820263, OCLC 219975437
  2. ^ Corriere della Sera Mario Luzzatto Fegiz, "Lara Saint Paul: con la sigaretta accesa fino alla fine." Corriere della Sera, 16 maggio, 1998. Pagina 4
  3. ^ Corriere della Sera Mario Luzzatto Fegiz, "Addio a Cariaggi, l'amico delle star," Corriere della Sera, 29 giugno, 1995. Pagina 37
  4. ^ Frase comparsa in lingua italiana sul Correre della Sera il 16 maggio 1998
  5. ^ The New York Public Library: Luciano Pavarotti, The Best is Yet to Come Pavarotti: The Best is Yet to Come: LEO - the New York Public Library Catalogue
  6. ^ Corriere della Sera "Al Palasharp Serata per la onlus Wopsec." Corriere Della Sera, June 24, 2008. p.15
  7. ^ Si tratta dello stesso brano, sul lato A cantato dalla German e sul lato B interpretato dalla Saint Paul
  8. ^ Si tratta dello stesso brano, sul lato A cantato dalla Saint Paul e sul lato B eseguito dal gruppo beat romano

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 91359335

  • Antonio Sciotti, Enciclopedia del Festival della Canzone Napoletana 1952-1981, ed. Luca Torre, 2011.