Isabella di Francia (1242-1271)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Isabella di Francia

Isabella di Francia (2 marzo 1242Hyères, 27 aprile 1271) fu una principessa francese, regina consorte di Navarra dal 1258 al 1270.

Re di Francia
Capetingi

Arms of the Kingdom of France (Ancien).svg

Origine[modifica | modifica sorgente]

Era figlia del re di Francia, Luigi IX e di Margherita di Provenza, figlia del conte di Provenza, Raimondo Berengario IV e di Beatrice di Savoia.[1][2][3]

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Isabella di Francia


Una cronaca francese (Brevis Chronicon de Saint-Denis) riporta che Isabella nacque nel marzo del 1242. Inoltre un cronista anonimo francese riporta che il figlio primogenito (in vita) di Luigi IX e di sua moglie Margherita fosse una femmina, che poi avrebbe sposato il re di Navarra, nel 1255[1].

Luigi IX di Francia invia dei regali che la regina di Navarra, Isabella di Francia, riceve.

A Melun (Senna e Marna), il 6 aprile 1258, Isabella sposò il re di Navarra Tebaldo II il Giovane[1] e conte di Champagne (come Tebaldo V), figlio maschio maggiore del re di Navarra Tebaldo I il Saggio e conte di Champagne (come Tebaldo IV), e della sua terza moglie Margherita di Borbone-Dampierre (morta nel 1256).

Il marito, Tebaldo II, divenne alleato e consigliere del suocero Luigi IX, che a sua volta intervenne spesso come arbitro nei problemi interni della Navarra. Subito dopo il matrimonio con Federico III di Lorena, celebrato nel luglio del 1255, la sorella di Tebaldo, Margherita, dovette rinunciare ad ogni diritto alla successione sulla contea di Champagne a favore del fratello, che aveva ereditato la contea assieme al regno di Navarra: il re Luigi IX giudicò tali contese tra la contea di Champagne ed il ducato di Lorena.

Isabella che riceve un messaggero da parte del padre, Luigi IX.

Nel luglio 1270, assieme al marito si imbarcò per l'ottava crociata alla volta di Tunisi, dove Tebaldo si ammalò di dissenteria durante l'assedio della città. Durante il viaggio di ritorno Tebaldo morì a Trapani, nel dicembre 1270[1].

Isabella proseguì il viaggio di ritorno, con le spoglie del marito, ma dopo essere approdata in Provenza, morì nelle vicinanze di Marsiglia, a Hyères, il 27 aprile 1271[1].

Isabella fu tumulata accanto al marito, Tebaldo II, a Provins nel convento dei Cordeliers (dell'Ordine dei Frati Minori Conventuali)[1].

Discendenti[modifica | modifica sorgente]

Isabella non diede figli al marito[4][5][6].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f (EN) Dinastia reale di Francia
  2. ^ (EN) Capetingi-genealogy
  3. ^ (DE) luigi IX di Francia genealogie mittelalter
  4. ^ (EN) Dinastie reali di Navarra
  5. ^ (EN) Casa di Blois-genealogy
  6. ^ (DE) Tebaldo II di Navarra genealogie mittelalter

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Charles Petit-Dutaillis, Luigi IX il Santo, in «Storia del mondo medievale», vol. V, 1999, pp. 829-864.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]