Hockey su ghiaccio ai Giochi olimpici

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torneo olimpico di hockey su ghiaccio
Logo della competizione
Sport Ice hockey pictogram.svg Hockey su ghiaccio
Tipo squadre nazionali (torneo maschile e femminile)
Organizzatore CIO, IIHF
Titolo Campione olimpico
Cadenza quadriennale
Partecipanti 12 (torneo maschile)
8 (torneo femminile)
Storia
Fondazione 1920 (torneo maschile, dimostrativo)
1924 (torneo maschile, ufficiale)
1998 (torneo femminile, ufficiale)
Numero edizioni 23 (maschile)
5 (femminile)
Detentore Canada Canada (torneo maschile)
Canada Canada (torneo femminile)
Ultima edizione Hockey su ghiaccio ai XXII Giochi olimpici invernali

L'hockey su ghiaccio è una delle discipline più presenti ai Giochi olimpici invernali. Con le sola eccezione della VII Olimpiade, nel 1920, in cui si è disputato un torneo dimostrativo nel corso dei giochi olimpici estivi, in ogni edizione dei giochi invernali è stato giocato un torneo maschile. A partire dalla XVIII Olimpiade invernale, svoltasi nel 1998, è stato istituito anche un torneo femminile.

Nell'arco fra il 1920 e il 1968 i tornei olimpici sono state dichiarati validi anche come edizioni del campionato del mondo di hockey su ghiaccio. Il torneo maschile è composto da dodici squadre nazionali, mentre il torneo femminile conta otto rappresentative. Ad alcune squadre qualificate di diritto alla fase finale in base alla classifica mondiale IIHF, se ne aggiungono altre provenienti da tornei di qualificazione.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il dominio canadese[modifica | modifica sorgente]

La nazionale canadese medaglia d'oro a St. Moritz nel 1928.

L'hockey su ghiaccio fece la sua prima apparizione ai giochi olimpici nell'edizione di Anversa nel 1920, dopo che un altro sport ad esso simile, l'hockey su prato, era entrato a far parte del programma olimpico ufficiale fin dall'edizione del 1908.[1] Esso fu il primo torneo per nazioni svoltosi in Europa a cui parteciparono anche due nazioni provenienti dal Nordamerica, gli Stati Uniti e il Canada, mentre al contrario furono escluse le nazioni sconfitte nella Prima guerra mondiale, ovvero Austria e Germania. Il torneo venne successivamente dichiarato dalla International Ice Hockey Federation (IIHF) valido come il primo Campionato del mondo di hockey su ghiaccio. Il torneo si svolse dal 23 al 29 aprile 1920 e vi parteciparono sette nazionali che si affrontarono in incontri ad eliminazione diretta nel cosiddetto "sistema Bergvall": nella prima fase si disputarono tre incontri, mentre una squadra estratta a sorte si qualificò direttamente alle semifinali; la finale fu poi vinta dal Canada. Le tre squadre eliminate dalla nazionale vincente si incontrarono in una seconda fase per determinare la medaglia d'argento. Infine le tre squadre sconfitte dalle medagliate si sfidarono in un'ultima fase per assegnare il bronzo. Il Canada, rappresentato da una squadra amatoriale di Winnipeg detentrice della Allan Cup, vinse il torneo e ottenne il suo primo titolo mondiale.[2] All'epoca gli incontri erano suddivisi in due tempi e non in tre come oggi, e inoltre le squadre erano composte da sette giocatori e non da sei.[3]

I primi giochi olimpici invernali nacquero quattro anni dopo e si svolsero a Chamonix, L'hockey su ghiaccio e il pattinaggio di figura divennero parte integrante delle prove invernali, dopo aver già fatto la loro apparizione nelle olimpiadi di quattro anni prima, mentre quest'ultima disciplina vantava già un torneo ufficiale svoltosi a Londra nel 1908.[4] Ancora una volta la competizione, a cui presero parte otto nazionali, fu vinta dalla squadra del Canada. Nel corso delle prime nove edizioni dei giochi invernali, il Canada presentò sempre una squadra composta da dilettanti[5] e non da una selezione di professionisti come per altre formazioni. Fino all'edizione del 1960 inclusa, i canadesi andarono sistematicamente a podio con sei medaglie d'oro, due argenti ed un bronzo ai giochi del 1956 di Cortina d'Ampezzo.[6]

Il dominio sovietico[modifica | modifica sorgente]

Francobollo sul torneo del 1980 raffigurante Germania Ovest-Finlandia.

La nazionale dell'URSS si presentò per la prima volta a livello ufficiale in un incontro con la Germania Est nell'aprile 1951, svoltosi a Berlino e dominato dai giocatori sovietici con il risultato schiacciante di 23 a 2.[7] L’URSS si iscrisse nel 1952 alla Federazione Internazionale di hockey su ghiaccio, e partecipò nel 1956 ai suoi primi giochi olimpici, vincendo subito la medaglia d'oro.[8] La squadra domina l'intero torneo segnando in sette incontri ben 40 reti e subendone invece solo 9. Vsevolod Bobrov, noto anche come calciatore, scampato all'incidente aereo che stroncò la squadra della VVS Mosca nel 1950,[9] fu uno degli artefici del primo successo sovietico.[10]

Dopo al ciclo del Canada dunque negli anni successivi si assistette al dominio sovietico in campo internazionale ed olimpico nei successivi quarant'anni, dal 1956 al 1992, quest'ultima edizione svoltasi sotto la denominazione di Squadra Unificata, la nazionale sovietica raggiunse sempre il podio, vincendo otto ori, un argento ed un bronzo.[11] Durante questo periodo anche la nazionale della Cecoslovacchia raggiunse spesso il podio, ottenendo tre argenti e tre bronzi.[12] Per cercare di contrastare l'egemonia sovietica la nazionale canadese cercò di cambiare il proprio approccio alle competizioni olimpiche: nel 1964 non fu più inviata una squadra amatoriale ma fu l'allenatore a selezionare i vari giocatori da diverse squadre di livello dilettantistico o universitario. Nonostante ciò la vittoria andò ancora una volta ai sovietici.[13]

Nell'edizione del 1968, disputatasi a Grenoble, per l'ultima volta il torneo a cinque cerchi fu valido anche come campionato del mondo; nel 1972 e nel 1976 in contemporanea si svolsero entrambe le competizioni, e mentre i due campionati del mondo furono vinti dalla Cecoslovacchia, i due eventi olimpici furono vinti dall'Unione Sovietica.[14] Il torneo del 1972 disputatosi a Sapporo si distinse per la partecipazione fino alla fase finale di sole sei squadre: alcune infatti si ritirarono per ragioni finanziarie. Dal 1970 al 1976 il Canada si ritirò da tutte le competizioni internazionali della IIHF in segno di protesta per la mancata possibilità di selezionare giocatori professionisti.[15]

Resta memorabile l'incontro svoltosi nel 1980 a Lake Placid negli Stati Uniti durante i XIII Giochi olimpici invernali, dove un gruppo di giocatori dilettanti degli Stati Uniti sconfisse i campioni in carica dell'Unione Sovietica nel cosiddetto "Miracolo sul ghiaccio".

L'epoca contemporanea[modifica | modifica sorgente]

I campioni olimpici in carica del Canada durante i giochi di Vancouver del 2010.

A partire dagli anni 1980 iniziò ad emergere una nuova potenza nordica: la nazionale della Svezia. Dal 1980 al 1988 infatti collezionano tre bronzi consecutivi, per poi imporsi per la prima volta nell'edizione del 1994. E sempre a partire dal 1980 fino al 1988 la IIHF decise di sospendere il campionato mondiale in coincidenza anni olimpici.

A seguito dei cambiamenti geopolitici successivi allo scioglimento del blocco sovietico anche la potenza dell'hockey subì mutamenti: dopo l'ultimo successo dell'URSS nel 1988, per i Giochi del 1992, così come anche per le olimpiadi estive, gli stati della Comunità degli Stati Indipendenti si unirono nella Squadra Unificata, riuscendo a centrare ancora una volta l'oro.[16]

Nei giochi del 1998 fu istituito per la prima volta il torneo femminile,[17] vinto allora dalla nazionale degli Stati Uniti.[18] Nella stessa edizione per la prima volta il Comitato olimpico internazionale permise la partecipazione ai giochi olimpici delle star internazionali della National Hockey League. E per la prima volta fu la Rep. Ceca a conquistare la medaglia d'oro, trascinata da campioni come Jaromír Jágr e Dominik Hašek.[19]

I campioni in carica sono i canadesi, che nei giochi del 2010 svoltisi in casa sconfissero all'overtime gli Stati Uniti conquistando per la prima volta in patria la medaglia d'oro.

Impianti[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Impianti di hockey su ghiaccio ai Giochi olimpici.

Edizioni svolte[modifica | modifica sorgente]

Torneo Edizioni 1920 1924 1928 1932 1936 1948 1952 1956 1960 1964 1968 1972 1976 1980 1984 1988 1992 1994 1998 2002 2006 2010 2014
Maschile 23 d X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X X
Femminile 5 X X X X X

Atleti medagliati[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Medagliati olimpici nell'hockey su ghiaccio.

Torneo maschile[modifica | modifica sorgente]

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Anno Sede Oro Argento Bronzo
1920 Belgio Anversa Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Cecoslovacchia Cecoslovacchia
1924 Francia Chamonix Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Regno Unito Regno Unito
1928 Svizzera Sankt Moritz Canada Canada Svezia Svezia Svizzera Svizzera
1932 Stati Uniti Lake Placid Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Germania Germania
1936 Germania Garmisch-Partenkirchen Regno Unito Regno Unito Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti
1948 Svizzera Sankt Moritz Canada Canada Cecoslovacchia Cecoslovacchia Svizzera Svizzera
1952 Norvegia Oslo Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Svezia Svezia
1956 Italia Cortina d'Ampezzo URSS URSS Stati Uniti Stati Uniti Canada Canada
1960 Stati Uniti Squaw Valley Stati Uniti Stati Uniti Canada Canada URSS URSS
1964 Austria Innsbruck URSS URSS Svezia Svezia Cecoslovacchia Cecoslovacchia
1968 Francia Grenoble URSS URSS Cecoslovacchia Cecoslovacchia Canada Canada
1972 Giappone Sapporo URSS URSS Stati Uniti Stati Uniti Cecoslovacchia Cecoslovacchia
1976 Austria Innsbruck URSS URSS Cecoslovacchia Cecoslovacchia Germania Ovest Germania Ovest
1980 Stati Uniti Lake Placid Stati Uniti Stati Uniti URSS URSS Svezia Svezia
1984 Jugoslavia Sarajevo URSS URSS Cecoslovacchia Cecoslovacchia Svezia Svezia
1988 Canada Calgary URSS URSS Finlandia Finlandia Svezia Svezia
1992 Francia Albertville Squadra Unificata Squadra Unificata Canada Canada Cecoslovacchia Cecoslovacchia
1994 Norvegia Lillehammer Svezia Svezia Canada Canada Finlandia Finlandia
1998 Giappone Nagano Rep. Ceca Rep. Ceca Russia Russia Finlandia Finlandia
2002 Stati Uniti Salt Lake City Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Russia Russia
2006 Italia Torino Svezia Svezia Finlandia Finlandia Rep. Ceca Rep. Ceca
2010 Canada Vancouver Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Finlandia Finlandia
2014 Russia Soči Canada Canada Svezia Svezia Finlandia Finlandia

Medagliere[modifica | modifica sorgente]

Pos. Paese Oro Argento Bronzo Totale
1 Canada Canada 9 4 2 15
2 URSS URSS 7 1 1 9
3 Stati Uniti Stati Uniti 2 8 1 11
4 Svezia Svezia 2 3 4 9
5 Rep. Ceca Rep. Ceca 1 0 1 2
6 Cecoslovacchia Cecoslovacchia 1 0 1 2
7 Squadra Unificata Squadra Unificata 1 0 0 1
8 Cecoslovacchia Cecoslovacchia 0 4 4 8
9 Finlandia Finlandia 0 2 4 6
10 Russia Russia 0 1 1 2
11 Svizzera Svizzera 0 0 2 2
12 Germania Germania 0 0 1 1
13 Germania Ovest Germania Ovest 0 0 1 1

Partecipazioni[modifica | modifica sorgente]

Nazione 20 24 28 32 36 48 52 56 60 64 68 72 76 80 84 88 92 94 98 02 06 10 14 Totale
Australia Australia 9 1
Austria Austria =5 =7 7 10 13 13 8 10 9 12 14 12 10 13
Belgio Belgio =6 =7 =8 =9 4
Bielorussia Bielorussia 7 4 9 3
Bulgaria Bulgaria 12 1
Canada Canada Oro Oro Oro Oro Argento Oro Oro Bronzo Argento 4 Bronzo 6 4 4 Argento Argento 4 Oro 7 Oro Oro 21
Cecoslovacchia Cecoslovacchia Bronzo =5 =5 4 Argento 4 5 4 Bronzo Argento Bronzo Argento 5 Argento 6 Bronzo 16
Finlandia Finlandia 7 7 6 5 5 4 4 6 Argento 7 Bronzo Bronzo 6 Argento Bronzo Bronzo 16
Francia Francia =6 =5 =5 =9 14 11 8 10 11 14 10
Germania Germania =8 Bronzo =5 6 7 9 8 10 11 9
Germania Est Germania Est 8 1
Germania Ovest Germania Ovest 8 6 6 7 7 7 Bronzo 10 5 5 10
Giappone Giappone =9 11 10 9 9 12 13 8
Italia Italia =9 8 7 15 9 12 9 12 11 9
Jugoslavia Jugoslavia 14 9 11 10 11 5
Kazakistan Kazakistan 8 9 2
Lettonia Lettonia =9 9 12 12 8 5
Norvegia Norvegia 9 10 11 8 11 12 12 9 11 10 12 11
Paesi Bassi Paesi Bassi 8 1
Polonia Polonia =8 4 =9 6 6 8 9 6 6 7 8 10 11 13
Regno Unito Regno Unito Bronzo 4 Oro 5 4
Rep. Ceca Rep. Ceca 5 Oro 7 Bronzo 7 6 6
Romania Romania 12 12 7 9 4
Russia Russia 4 Argento Bronzo 4 6 5 6
Slovenia Slovenia 7 1
Slovacchia Slovacchia 6 10 13 5 4 11 6
Squadra Unificata Squadra Unificata Oro 1
Stati Uniti Stati Uniti Argento Argento Argento Bronzo DQ Argento Argento Oro 5 6 Argento 5 Oro 7 7 4 8 6 Argento 8 Argento 4 22
Svezia Svezia 4 4 Argento =5 4 Bronzo 4 5 Argento 4 4 Bronzo Bronzo Bronzo 5 Oro 5 5 Oro 5 Argento 21
Svizzera Svizzera 5 =7 Bronzo =9 Bronzo 5 9 8 10 11 8 10 11 6 8 9 16
Ucraina Ucraina 10 1
Ungheria Ungheria 11 =7 16 3
URSS URSS Oro Bronzo Oro Oro Oro Oro Argento Oro Oro 9
Squadre totali 7 8 11 4 15 9 9 10 9 16 14 11 12 12 12 12 12 12 14 14 12 12 12 259

Torneo femminile[modifica | modifica sorgente]

Albo d'oro[modifica | modifica sorgente]

Anno Sede Oro Argento Bronzo
1998 Giappone Nagano Stati Uniti Stati Uniti Canada Canada Finlandia Finlandia
2002 Stati Uniti Salt Lake City Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Svezia Svezia
2006 Italia Torino Canada Canada Svezia Svezia Stati Uniti Stati Uniti
2010 Canada Vancouver Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Finlandia Finlandia
2014 Russia Soči Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Svizzera Svizzera

Medagliere[modifica | modifica sorgente]

Pos. Paese Oro Argento Bronzo Totale
1 Canada Canada 4 1 0 5
2 Stati Uniti Stati Uniti 1 3 1 5
3 Svezia Svezia 0 1 1 2
4 Finlandia Finlandia 0 0 2 2
5 Svizzera Svizzera 0 0 1 1

Partecipazioni[modifica | modifica sorgente]

Nazione 1998 2002 2006 2010 2014 Totale
Canada Canada Argento Oro Oro Oro Oro 5
Cina Cina 4 7 7 3
Finlandia Finlandia Bronzo 4 4 Bronzo 5 5
Germania Germania 6 5 7 3
Giappone Giappone 6 8 2
Italia Italia 8 1
Kazakistan Kazakistan 8 1
Russia Russia 5 6 6 6 4
Slovacchia Slovacchia 8 1
Stati Uniti Stati Uniti Oro Argento Bronzo Argento Argento 5
Svezia Svezia 5 Bronzo Argento 4 4 5
Svizzera Svizzera 7 5 Bronzo 3
Squadre totali 6 8 8 8 8 38

Medagliere complessivo[modifica | modifica sorgente]

Pos. Paese Oro Argento Bronzo Totale
1 Canada Canada 13 5 2 20
2 URSS URSS 7 1 1 9
3 Stati Uniti Stati Uniti 3 11 2 16
4 Svezia Svezia 2 4 5 11
5 Rep. Ceca Rep. Ceca 1 0 1 2
Regno Unito Regno Unito 1 0 1 2
7 Squadra Unificata Squadra Unificata 1 0 0 1
8 Cecoslovacchia Cecoslovacchia 0 4 4 8
9 Finlandia Finlandia 0 2 6 8
10 Russia Russia 0 1 1 2
11 Svizzera Svizzera 0 0 3 3
12 Germania Germania 0 0 1 1
bandiera Germania Ovest 0 0 1 1

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Hockey Equipment and History, Olympic.org. URL consultato il 12-12-2010.
  2. ^ (EN) Allan Cup Archives Scores, AllanCup.ca. URL consultato il 12-12-2010.
  3. ^ (EN) Ice Hockey at the 1920 Antwerpen Summer Games: Men's Ice Hockey, Sports-Reference.com. URL consultato il 12-12-2010.
  4. ^ (EN) London 1908 Summer Olympics, Olympic.org. URL consultato il 12-12-2010.
  5. ^ La squadra prescelta per prendere parte ai giochi olimpici era la vincitrice della Allan Cup dell'anno precedente. L'Allan Cup era l'equivalente della Stanley Cup per le squadre amatoriali.
  6. ^ (EN) Hockey Canada - Olympics, HockeyCanada.ca. URL consultato il 12-12-2010.
  7. ^ (EN) Team USSR Games by CCCP Hockey International, Chidlovski.com. URL consultato il 12-12-2010.
  8. ^ (EN) Ice Hockey at the 1956 Cortina d'Ampezzo Winter Games: Men's Ice Hockey, Sports-Reference.com. URL consultato il 12-12-2010.
  9. ^ Bobrov, pur facendo parte della stessa squadra, si salvò perché decise di spostarsi in treno e non in aereo.
  10. ^ (FR) Championnat d'URSS 1949/50, HockeyArchives.info. URL consultato il 12-12-2010.
  11. ^ (EN) CCCP Hockey International: ALL TIME TOP LISTS, Chidlovski.com. URL consultato il 12-12-2010.
  12. ^ (CS) Sestavy československé hokejové reprezentace, Hokej.Hansal.cs. URL consultato il 12-12-2010.
  13. ^ (EN) Ice Hockey at the 1964 Innsbruck Winter Games: Men's Ice Hockey, Sports-Reference.com. URL consultato il 12-12-2010.
  14. ^ (EN) Ice Hockey at the 1972 Sapporo Winter Games: Men's Ice Hockey, Sports-Reference.com. URL consultato il 12-12-2010.
  15. ^ (EN) Hockey Canada - History of Hockey Canada, HockeyCanada.ca. URL consultato il 12-12-2010.
  16. ^ (EN) Ice Hockey at the 1992 Albertville Winter Games: Men's Ice Hockey, Sports-Reference.com. URL consultato il 12-12-2010.
  17. ^ (EN) Ice Hockey - Women, Olympic.com. URL consultato il 12-12-2010.
  18. ^ (EN) Ice Hockey at the 1998 Nagano Winter Games: Women's Ice Hockey, Sports-Reference.com. URL consultato il 12-12-2010.
  19. ^ (EN) Ice Hockey at the 1998 Nagano Winter Games: Men's Ice Hockey, Sports-Reference.com. URL consultato il 12-12-2010.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]