Hermann Paul Müller

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Hermann Paul Müller
Dati biografici
Nazionalità Germania Germania
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1952
Stagioni dal 1952 al 1955
Mondiali vinti 1
GP disputati 15[1]
GP vinti 1
Podi 8
 

Hermann Paul Müller (Bielefeld, 21 novembre 1909Ingolstadt, 30 dicembre 1975) è stato un pilota motociclistico tedesco. Nel 1955 ha vinto il Gran Premio di Germania, nella stessa stagione laureandosi campione del mondo in classe 250, alla guida di una NSU, ed entrando nella storia del motociclismo sportivo quale pilota più anziano ad aggiudicarsi un campionato del Motomondiale.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

La carriera nel motociclismo per Müller era cominciata nel 1929 per registrare il primo successo importante con la conquista del titolo nazionale tedesco nei sidecar nel 1932: un secondo titolo lo conquistò invece nel 1936, stavolta nella Classe 500.

La NSU Sportmax con cui Müller conquistò il titolo mondiale della classe 250

Prima della seconda guerra mondiale, dal 1937 si era dedicato anche alle corse automobilistiche della Formula Grand Prix, pilotando una Auto Union e conquistando l'edizione del 1939 del Gran Premio di Francia, nonché un secondo posto nel Gran Premio di Germania dello stesso anno, risultati che gli avrebbero consentito di aggiudicarsi il Campionato europeo di automobilismo 1939, a quei tempi vero e proprio antesignano della Formula 1, se il campionato non fosse stato sospeso per il sopraggiungere della seconda guerra mondiale.[2]

Durante la seconda guerra mondiale, pur essendo un ufficiale della Luftwaffe non volò mai, lavorando invece in un'industria aeronautica a Łódź; nel 1945 scontò un periodo di lavori forzati alla fabbrica Auto Union di Chemnitz (in quel momento in Germania Est); una volta tornato in Germania Ovest e alla ripresa delle competizioni dopo il conflitto, ritornò alle gare su pista alla guida di una DKW, conquistando altri quattro titoli nazionali tedeschi tra il 1947 e il 1951.

Gareggiò poi nel Motomondiale, in varie classi fino al termine della stagione vittoriosa del 1955.

Dopo la conquista del titolo iridato all'età di oltre 45 anni e la conquista di alcuni record di velocità terrestre nelle piccole cilindrate motociclistiche sul Bonneville Speedway (nel 1956), si ritirò dall'agonismo attivo e ritornò a lavorare per la Auto Union a Ingolstadt, città dove morì, dopo lunga malattia, nel 1975.

Risultati nel motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

Classe 125[modifica | modifica wikitesto]

1952 Classe Moto Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Ulster banner.svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
125 Mondial NE - - NE - - - 5 2[3] 15º
1954 Classe Moto Flag of France.svg Flag of the Isle of Man.svg Ulster banner.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
125 NSU NE Rit 2 NE 2 4 NE - 15[4]
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 250[modifica | modifica wikitesto]

1954 Classe Moto Flag of France.svg Flag of the Isle of Man.svg Ulster banner.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
250 NSU 2 4 3 NE 5 14 3 NE 17[5][6]
1955 Classe Moto Flag of Spain (1945 - 1977).svg Flag of France.svg Flag of the Isle of Man.svg Flag of Germany.svg Flag of Belgium.svg Flag of the Netherlands.svg Ulster banner.svg Flag of Italy.svg Punti Pos.
250 NSU NE NE 3 1 NE 3 6 4 19[7][8] 1º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 350[modifica | modifica wikitesto]

1953 Classe Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
350 Horex NE 7 7 NE 0
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 500[modifica | modifica wikitesto]

1953 Classe Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg Punti Pos.
500 MV Agusta NE Rit 6 1[9] 17º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

[10]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sono conteggiati solo quelli in cui ha ottenuto punti validi per la classifica iridata.
  2. ^ Audi e la leggenda delle "Frecce d'Argento", omniauto.it. URL consultato il 27 settembre 2011.
  3. ^ Risultati del 1952 su Racingmemo.free
  4. ^ Risultati del 1954 su Racingmemo.free
  5. ^ I punti effettivamente conquistati sarebbero 19 ma, per la regola degli scarti in vigore in quella stagione, ne vengono conteggiati solo 17.
  6. ^ Risultati del 1954 su Racingmemo.free
  7. ^ I punti effettivamente conquistati sarebbero 20 ma, per la regola degli scarti in vigore in quella stagione, ne vengono conteggiati solo 19.
  8. ^ Risultati del 1955 su Racingmemo.free
  9. ^ Risultati del 1953 su Racingmemo.free
  10. ^ Sono prese in considerazione solo le stagioni in cui ha ottenuto punti validi per la classifica mondiale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 86002619