Bonneville Speedway

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Curly Brackets.svg
A questa voce o sezione va aggiunto il template sinottico {{Circuito motoristico}}
Per favore, aggiungi e riempi opportunamente il template e poi rimuovi questo avviso.
Per le altre pagine a cui aggiungere questo template, vedi la relativa categoria.

Coordinate: 40°45′45.08″N 113°53′43.87″W / 40.762522°N 113.89552°W40.762522; -113.89552 Il Bonneville Speedway è un circuito ricavato in una zona dell'omonimo lago salato, situato nello Utah, nelle vicinanze di Wendover. Questo circuito è molto famoso, negli sport motoristici, per i record assoluti di velocità su terra che vi sono stati conquistati.

Una vista del lago salato di Bonneville

Storia[modifica | modifica sorgente]

Questi laghi salati furono usati per i record di velocità per la prima volta nel 1912 ma solo negli anni trenta divennero famosi con la sfida tra Ab Jenkins e Sir Malcolm Campbell per la conquista del record di velocità su terra.

Il circuito[modifica | modifica sorgente]

In realtà sono tre i circuiti che vengono realizzati ogni anno, dall'Utah State Highway Departement. Il primo è un rettilineo di 10 miglia (16 km) che viene utilizzato per il record assoluto di velocità. Viene poi realizzato un ovale di circa 10 - 12 miglia (16 - 19 km), la lunghezza deriva dalle condizioni della superficie salata, impiegato per le prove di durata. Da qualche tempo viene realizzato anche un rettilineo di 5 miglia (8 km) creato per i record dei veicoli più lenti.

Il tracciato principale viene delimitato con una larga riga nera centrale e da riferimenti, dopo il secondo miglio, che indicano il numero di miglio raggiunto. Altri segnali e coni vengono posti per indicare la fine del tracciato e la posizione della strumentazione di riferimento sulle diverse sezioni, di lunghezza pari ad un miglio, cronometrati.

Eventi[modifica | modifica sorgente]

La Southern California Timing Association e la Bonneville Inc. organizzano ogni agosto la Speed Week, evento che richiama migliaia di piloti che si confrontano in una serrata competizione per conquistare il record di velocità nella propria classe e categoria.

A settembre un evento simile è organizzato dalla Utah Salt Falt Racing Association (USFRA): il World of Speed. Inoltre la USFRA organizza, nel solo periodo estivo, un incontro su questa superficie ogni primo mercoledì di ogni mese.

Record automobilistici[modifica | modifica sorgente]

Tra i record ottenuti su questo tracciato va ricordato quello ottenuto da Mickey Thompson nel 1960 che con la velocità di 406,60 miglia orarie (654,34 km/h) fu il primo pilota statunitense a superare la barriera delle 400 miglia (643 km/h) all'ora.

Riguardo ai piloti italiani, invece, L'automobile Gus Gus Streamliner, pilotata da Fabio Montani è risultata essere la più veloce automobile italiana in assoluto, dopo aver ottenuto, nell'agosto 2011, proprio su questo tracciato il record mondiale di categoria E/FS (motori aspirati fino a 4200 cc) con la velocità media sul miglio cronometrato di mph 300,375 = kmh 483.377 ed una velocità di punta certificata di 498,85 kmh. (previsto un nuovo tentativo nel 2013)

Altri record famosi sono i seguenti:


Anno Pilota Mezzo MPH Km/h
1927 Don Waite The Edelbrock Special 192 309
1935 Malcolm Campbell Napier-Railton Blue Bird 301,129 484,620
1963 Craig Breedlove Spirit of America 407,447 655,722
1964 Art Arfons The Green Monster 434,022 698,490
1965 Craig Breedlove Spirit of America - Sonic 1 600,601 966,574
1970 Gary Gabelich Blue Flame 622,407 1.001,67


Altri record[modifica | modifica sorgente]

Sempre su questo circuito sono stati realizzati anche i record di velocità attuali per quanto riguarda le motociclette e le biciclette.

Un episodio curioso e rimarchevole fu quello avvenuto il 13 settembre 1948 che vide il pilota Rollie Free alla guida di una Vincent Black Lightning cimentarsi due volte in un tentativo di record di velocità su motocicletta: una prima volta con la regolare attrezzatura di protezione (tuta e casco), una seconda in costume da bagno e berrettino per limitare l'attrito dell'aria. Nel secondo tentativo migliorò la prestazione precedente, superando la ragguardevole velocità di 240 km/h. L'immagine scattata in tale occasione fece in breve il giro del mondo [1].

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo