Motomondiale 1953

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Motomondiale 1953
Edizione n. 5 del Motomondiale
Dati generali
Inizio 8 giugno
Termine 4 ottobre
Prove 8 (500), 7 (250 e 350), 6 (125), 5 (sidecar)
I Sidecar iniziano il 5 luglio, 350 e sidecar terminano il 6 settembre
Titoli in palio
Classe 500 Regno Unito Geoff Duke
su Gilera
Classe 350 Regno Unito Fergus Anderson
su Moto Guzzi
Classe 250 Germania Werner Haas
su NSU Motorenwerke AG
Classe 125 Germania Werner Haas
su NSU Motorenwerke AG
Sidecar Regno Unito Eric Oliver / Stanley Dibben
su Norton
Altre edizioni
Precedente - Successiva
Edizione in corso

La stagione 1953 è stata la quinta del Motomondiale. Il calendario prevedeva 9 gran premi, uno in più rispetto all'anno precedente, con il ritorno del Gran Premio motociclistico di Francia; nessuna delle categorie in gara li corse però tutti nella stagione.

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Anche per quest'anno il regolamento dei punteggi restò invariato: ottenevano punti i primi sei piloti al traguardo di ogni gran premio e per la classifica finale venivano considerati i punteggi migliori ottenuti in 5 prove per la 500, 4 per le altre classi.

La stagione è iniziata con il Tourist Trophy disputato tra l'8 e il 12 giugno (dove si registra anche la morte di Leslie Graham, primo campione del mondo della 500 nel motomondiale 1949) ed ha avuto conclusione in Spagna il 4 ottobre.

Al termine della stagione di gare il titolo della classe 500 è stato vinto da Geoff Duke, al suo quarto titolo mondiale, il primo in sella ad una Gilera.

Nella classe 350 ottiene il titolo Fergus Anderson su Moto Guzzi, nella classe 250 e nella 125 i titoli vanno a Werner Haas su NSU. Quelli conquistati dal tedesco Haas sono anche i primi titoli mondiali della storia che non vengono ottenuti da piloti britannici o italiani.

Il titolo nei sidecar va invece a Eric Oliver e Stan Dibben.

Al termine della stagione vi furono diverse riunioni dei vertici del motociclismo per decidere le modalità in cui si sarebbe corso l'anno successivo, con la decisione finale di non assegnare alcuni titolo costruttori, ma solo quello piloti[1].

Il calendario[modifica | modifica sorgente]

Data Gran Premio
(Circuito)
Vincitori Resoconto
classe 125 classe 250 classe 350 classe 500 sidecar
8 giugno[2] Isola di Man Tourist Trophy
(Mountain Circuit)
Regno Unito Leslie Graham Regno Unito Fergus Anderson Rhodesia Ray Amm Rhodesia Ray Amm Resoconto
27 giugno Paesi Bassi GP d'Olanda
(Assen)
Germania Werner Haas Germania Werner Haas Italia Enrico Lorenzetti Regno Unito Geoff Duke Resoconto
5 luglio Belgio GP del Belgio
(Spa)
Regno Unito Fergus Anderson Italia Alfredo Milani Regno Unito Eric Oliver
Regno Unito Stanley Dibben
Resoconto
19 luglio Germania GP di Germania
(Schottenring)
Italia Carlo Ubbiali Germania Werner Haas Italia Carlo Bandirola[3] Germania Walter Zeller[3] Resoconto
2 agosto Francia GP di Francia
(Rouen)
Regno Unito Fergus Anderson Regno Unito Geoff Duke Regno Unito Eric Oliver
Regno Unito Stanley Dibben
Resoconto
13 agosto[4] Irlanda del Nord GP dell'Ulster
(Dundrod)
Germania Werner Haas Irlanda Reg Armstrong Nuova Zelanda Ken Mudford Australia Ken Kavanagh Regno Unito Cyril Smith
Regno Unito Les Nutt
Resoconto
22 agosto[5] Svizzera GP di Svizzera
(Bremgarten)
Irlanda Reg Armstrong Regno Unito Fergus Anderson Regno Unito Geoff Duke Regno Unito Eric Oliver
Regno Unito Stanley Dibben
Resoconto
6 settembre Italia GP delle Nazioni
(Monza)
Germania Werner Haas Italia Enrico Lorenzetti Italia Enrico Lorenzetti Regno Unito Geoff Duke Regno Unito Eric Oliver
Regno Unito Stanley Dibben
Resoconto
4 ottobre Spagna GP di Spagna
(Montjuïc)
Italia Angelo Copeta Italia Enrico Lorenzetti Regno Unito Fergus Anderson Resoconto

Sistema di punteggio e legenda[modifica | modifica sorgente]

Pos. 1 2 3 4 5 6 7>
Punti 8 6 4 3 2 1 0

Le classi[modifica | modifica sorgente]

Classe 500[modifica | modifica sorgente]

La AJS del 1953

La classe 500 si disputò in tutti i gran premi ad eccezione che in quello GP di Germania, in cui il circuito del Schottenring venne considerato troppo pericoloso per le maggiori cilindrate. La stagione si rivelò particolarmente positiva per la Gilera che occupò con i suoi piloti le prime tre posizioni della classifica.

Il titolo fu ottenuto da Geoff Duke seguito da Reg Armstrong, con entrambi i piloti appena passati alla casa di Arcore dopo un passato in Norton; il terzo posto fu invece ottenuto da Alfredo Milani.

Delle 8 prove disputate, 5 furono vinte da piloti Gilera, due da piloti Norton e l'ultima da Fergus Anderson su Moto Guzzi.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Risultati del motomondiale 1953.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Regno Unito Geoffrey Duke Gilera Rit 1 Rit NE 1 2 1 1 38
2 Irlanda Reg Armstrong Gilera 3 2 3 NE 2 4 3 4 Rit 24 (30)[6]
3 Italia Alfredo Milani Gilera Rit Rit 1 NE 3 Rit 2 18
4 Australia Ken Kavanagh Norton Rit 3 4 NE 4 1 Rit Rit 18
5 Rhodesia Ray Amm Norton 1 Rit 2 NE 14
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 350[modifica | modifica sorgente]

La DKW 350 GP del 1953

In classe 350, dove il campionato si disputò su 7 prove (oltre che in Germania non si corse neppure in Spagna), il solito duello tra case motociclistiche italiane e britanniche vedeva una di fronte all'altra Moto Guzzi e Norton; le prime due posizioni al termine della stagione furono di Fergus Anderson e di Enrico Lorenzetti, entrambi in sella a moto della casa di Mandello del Lario, seguiti da 3 piloti equipaggiati di moto inglesi.

Anche per quanto riguarda le vittorie nei singoli gran premi la parte del leone la fecero i primi due piloti in classifica con 3 gran premi vinti da Anderson e due da Lorenzetti; le restanti vittorie furono appannaggio di Ray Amm su Norton nella gara di esordio del Tourist Trophy e di Ken Mudford, sempre su Norton, in occasione del GP dell'Ulster.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Risultati del motomondiale 1953.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Regno Unito Fergus Anderson Moto Guzzi 3 - 1 NE 1 - 1 2 NE 30 (34)[6]
2 Italia Enrico Lorenzetti Moto Guzzi 1 2 NE 3 - - 1 NE 26
3 Rhodesia Ray Amm Norton 1 2 3 NE Rit NE 18
4 Australia Ken Kavanagh Norton 2 3 5 NE - Rit 2 - NE 18
5 Regno Unito Jack Brett Norton 4 4 4 NE - Rit 4 - NE 12
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 250[modifica | modifica sorgente]

La NSU "Rennmax" con cui Haas vinse il titolo nella 250

La quarto di litro ebbe un calendario formato da 7 prove (non ne facevano parte il Gran Premio motociclistico del Belgio e quello di Francia) e fu un duello tra la casa tedesca NSU e la Moto Guzzi, con la prima che ottenne le due posizioni con Werner Haas e Reg Armstrong (curiosamente Armstrong ottenne la seconda posizione in 500, alla guida però di una Gilera).

Le vittorie nei singoli gran premi andarono due ciascuno agli alfieri NSU, due furono appannaggio di Enrico Lorenzetti e l'ultima di Fergus Anderson, questi ultimi due piloti ufficiali della Moto Guzzi.

Anderson ottenne quest'anno il curioso primato di essere il primo pilota ad essersi aggiudicato nello stesso anno un gran premio in ognuna delle tre classi di maggior cilindrata. Rimarchevole anche il fatto che ottenne questo primato all'età di 44 anni.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Risultati del motomondiale 1953.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Germania Werner Haas NSU 2 1 NE 1 NE 2 6 2 - 28 (35)[6]
2 Irlanda Reg Armstrong NSU 3 NE - NE 1 1 4 - 23
3 Italia Enrico Lorenzetti Moto Guzzi Rit 4 NE - NE 4 4 1 1 22 (25)[6]
4 Regno Unito Fergus Anderson Moto Guzzi 1 2 NE - NE 3 3 - 3 22 (26)[6]
5 Italia Alano Montanari Moto Guzzi - NE 2 NE - 2 3 4 19
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe 125[modifica | modifica sorgente]

La NSU "Rennfox" vincitrice del titolo della 125

Quest'anno si registrò il ritiro della squadra ufficiale della FB Mondial che aveva dominato le prime edizioni del mondiale e le previsioni davano per favorite le altre due case italiane, MV Agusta e Morini.

La forte rivalità tra le due fu però di ostacolo alla conquista del titolo; un episodio significativo, anche se avvenuto ormai a situazione in classifica gravemente compromessa, si verificò il 6 settembre a Monza, nel corso del Gran Premio delle Nazioni, che le due case italiane non avevano intenzione di lasciarsi sfuggire. Fin dalle battute iniziali, la corsa fu dominata dalla MV Agusta di Ubbiali e dalla Morini di Mendogni che incrementavano il loro vantaggio giro dopo giro. Verso metà gara, ampiamente distaccato il resto dei concorrenti e dopo essersi varie volte superati vicendevolmente senza riuscire prendere margine sull'altro, Ubbiali e Mendogni iniziarono la tattica del rallentamento, con l'obiettivo di trovarsi nella vantaggiosa posizione di scia durante fase finale. La tattica, però, fu prematuramente attuata e permise all'esperto Haas di ricongiungersi al duo di testa nell'ultimo giro. Haas riuscì a sfruttare la scia ad entrambi, conquistando la vittoria d'un soffio e lasciando i due contendenti con un palmo di naso.[7]

In questo modo il pilota tedesco riuscì a doppiare il successo ottenuto in classe 250, portando il secondo titolo anche alla NSU.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Risultati del motomondiale 1953.
Classifica piloti (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Germania Werner Haas NSU 2 1 NE 2 NE 1 NE 1 Rit 30 (36)[6]
2 Regno Unito Cecil Sandford MV Agusta 3 3 NE - NE 2 NE - 2 20
3 Italia Carlo Ubbiali MV Agusta Rit 2 NE 1 NE - NE 3 7 18
4 Italia Angelo Copeta MV Agusta 4 - NE 4 NE Rit NE 4 1 17
5 Regno Unito Leslie Graham MV Agusta 1 NE NE NE 8
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Classe sidecar[modifica | modifica sorgente]

Per la prima volta la categoria dei sidecar gareggiò nel GP dell'Ulster, spostato da questa edizione nel nuovo circuito di Dundrod; furono però solo 7 gli equipaggi al via e solo 5 quelli che tagliarono il traguardo.

Il titolo tra le motocarrozzette fu facilmente conquistato da Eric Oliver e Stanley Dibben che, a bordo della loro Norton, ottennero la vittoria in 4 delle 5 prove in programma.

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Risultati del motomondiale 1953.
Classifica equipaggi (prime 5 posizioni)
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
1 Regno Unito Eric Oliver/Stanley Dibben Norton NE NE 1 NE 1 Rit 1 1 NE 32
2 Regno Unito Cyril Smith/Les Nutt Norton NE NE 2 NE 2 1 2 2 NE 26 (32)[6]
3 Svizzera Hans Haldemann/Josef Albisser Norton NE NE 5 NE 3 - 4 4 NE 12
4 Francia Germania Jacques Drion/Inge Stoll-Laforge Norton NE NE - NE - 3 5 3 NE 10
5 Regno Unito Peter 'Pip' Harris/Ray Campbell Norton NE NE - NE - 2 - - NE 6
Pos. Pilota Moto Flag of the Isle of Man.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Belgium.svg Flag of Germany.svg Flag of France.svg Ulster banner.svg Flag of Switzerland (Pantone).svg Flag of Italy.svg Flag of Spain (1945 - 1977).svg P.ti
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qualificato Ritirato Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (FR) La stagione 1953 su racingmemo.free
  2. ^ Le gare si sono effettuate anche il 10 e il 12 giugno
  3. ^ a b Le gare delle classi 350 e 500 non furono considerate valide per il Campionato del Mondo a causa della pericolosità del circuito.
  4. ^ Le gare si sono effettuate anche il 15 agosto
  5. ^ Le gare si svolsero anche il 23 agosto
  6. ^ a b c d e f g Tra parentesi i punti ottenuti prima degli scarti
  7. ^ Roberto Patrignani, Carlo Ubbiali, Motociclismo d'Epoca n.5/1995, Edisport, Milano

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]