Montesa (industria)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Montesa
Stato Spagna Spagna
Fondazione 1944 a Barcelona
Fondata da Pere Permanyer Puigjaner
Gruppo Honda
Settore Motociclette
Sito web www.honda-montesa.es

La Montesa è una casa motociclistica spagnola fondata nel 1944 da Pere Permanyer Puigjaner e Francisco Bultò. Dal 1982 il marchio è controllato dalla Honda.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Il contesto[modifica | modifica sorgente]

Durante le prime fasi di normalizzazione sociale, dopo la fine della lunga guerra civile spagnola, nel 1941 Permanyer fondò la "Construcciones Mecanicas Company", una piccola officina per la costruzione di gassogeni, resi necessari dalla carenza dei tradizionali carburanti per autoveicoli, la cui importazione era bloccata dall'infuriare della seconda guerra mondiale. Nel 1944, quando le nubi del conflitto iniziarono a diradarsi e si fece reale la previsione di una ripresa industriale nel campo dei veicoli motorizzati, Permanyer decise di associarsi con Bultò, un benestante catalano mosso da una grande passione per la meccanica e le competizioni. La comune intenzione dei due imprenditori era di prepararsi a costruire motociclette, profittando dello stato disastroso in cui si trovavano tutte le case motociclistiche europee e dell'assenza di una produzione nazionale.

Nascita della Montesa[modifica | modifica sorgente]

Dopo anni di successi mietuti anche nel campo delle corse del motomondiale e vicissitudini aziendali tra cui la separazione dall'azienda stessa di Francisco Bultò e relativa creazione di quello che sarà una delle sue massime competitrici, la Bultaco, negli anni ottanta, a seguito della crisi mondiale dell'industria motociclistica, è stata comprata da Honda.

Una Montesa Cota

Nei tempi più recenti la sua attività sportiva non si è limitata alle competizioni di trial ma sotto il logo HM (Honda Motor) il marchio continua ad arricchire il proprio palmarès nel supercross e nel motocross mondiale con i modelli crf (dal cui telaio appare indistinguibile l'impronta dei progettisti Montesa), coinvolgendo appassionati e professionisti dell'off road. [senza fonte]

Campionato del mondo di trial[modifica | modifica sorgente]

Montesa Cota 2007 Toni Bou

Nel 2005 con l'acquisizione da parte di Honda, la Montesa ha abbandonato la pluriiridata Cota 315 R con la quale gareggiava nel campionato del mondo, una 2 tempi di 250cc pluricampione del mondo ma che ormai risentiva del peso dell'età avanzata del progetto per tentare, in sintonia con la filosofia Honda, la strada del 4 tempi, molto più pesante e meno potente dei 2 tempi della concorrenza.

Questa sfida è stata ampiamente vinta dai tecnici Honda che sono riusciti a progettare una moto, la Cota 4RT (sempre 250 cc), competitiva, leggera (nei limiti del possibile) e tecnologicamente innovativa grazie all'alimentazione affidata ad un iniettore controllato da una ECU con il vantaggio di non soffrire gli sbalzi climatici e di altitudine tipici dei classici carburatori.

Nel 2005 è presente nel campionato del mondo di trial con l'unica moto in produzione, la Cota 4RT, un monocilindrico 250 con motore Honda quattro tempi e cambio a 5 marce, guidata dai piloti Doug Lampkin, Takahisa Fujinami e Marc Freixa.

Nel 2006, come per l'anno precedente la Cota 4RT, che ha subito alcune modifiche di ordine estetico come le grafiche e il faro anteriore, sarà disponibile anche nel modello "Repsol HRC" ovvero una replica delle Cota utilizzate da Fujinami e Lampkin nel mondiale. Caratteristiche principali di questa versione sono il manubrio Renthal e la centralina elettronica della HRC riprogrammabile, ovvero il reparto corse della Honda.

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Nel suo palmarès, per quanto riguarda il trial, vi sono 14 titoli mondiali:

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]