Gábor Talmácsi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gábor Talmácsi
Gabor Talmacsi Assen 2009.jpg
Gabor Talmacsi ad Assen nel 2009
Dati biografici
Nazionalità Ungheria Ungheria
Motociclismo IlmorX3-003.png
Carriera
Carriera nel Motomondiale
Esordio 1997 in classe 125
Mondiali vinti 1
GP disputati 162
GP vinti 9
Podi 26
Punti ottenuti 1128
Pole position 11
Giri veloci 9
Carriera in Supersport
Esordio 2012
Scuderie 2012 e 2013 - PRORACE
Miglior risultato finale 13°
GP disputati 13
 

Gábor Talmácsi (Budapest, 28 maggio 1981) è un pilota motociclistico ungherese.

Vincitore del campionato del mondo della classe 125 nel 2007. Anche suo fratello, Gergő Talmácsi, corre come pilota professionista.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Il centauro ungherese esordisce nel motomondiale - classe 125 nel GP della Repubblica Ceca a Brno nel 1997 come wild card con una Honda, ma non riesce a qualificarsi per la gara domenicale.

Bisogna attendere il 2000 per vederlo correre in gara, quando ottiene nuovamente una wild card per il GP della Repubblica Ceca, terminando 20°.

Nel 2001 trova un posto in pianta stabile nel mondiale 125, sempre con una Honda, nel team Racing Service con compagno di squadra Marco Petrini, ottenendo a fine stagione il 18º posto con 34 punti e come miglior risultato un 6º posto al GP del Pacifico.

Nel 2002 corre ancora in 125 i primi cinque GP con la Italjet, con compagno di squadra Stefano Perugini, e dal GP d'Olanda in poi con la Honda del team PEV Moto ADAC Sachsen, con compagno di squadra Shuhei Aoyama. Con la Honda ottiene il miglior risultato stagionale con un quarto posto in Brasile, e terminando la stagione al 22º posto con 20 punti.

Nel 2003 corre con l'Aprilia del team Exalt Cycle Red Devil, con compagno di squadra Steve Jenkner, ottenendo il 14º posto finale con 70 punti e un sesto posto in Germania come miglior piazzamento.

Cambia casacca per il 2004 e corre ancora per una casa italiana, la Malaguti, con compagno di squadra Manuel Manna, ottenendo il 17º posto finale con 43 punti e un settimo posto in Portogallo come miglior piazzamento.

Nel 2005 cambia scuderia ancora una volta, passando alla KTM, con compagno di squadra Mika Kallio, scuderia con la quale ottiene 3 vittorie (Italia, Olanda e Qatar), un secondo posto in Comunità Valenciana, un terzo posto in Cina e una pole position in Giappone). Tuttavia pesa sulla sua stagione la vittoria che ottiene in Qatar davanti il collega di squadra Mika Kallio, gesto che costa il mondiale di 125 al finlandese e, al pilota magiaro, il contratto del 2006 con un eventuale passaggio in 250 proprio con la casa austriaca. A fine stagione è 3° con 198 punti.

Nel 2006 torna alla Honda, nel team Humangest Racing con compagno di squadra Lorenzo Baroni, ma non riesce a lottare per il titolo a causa di una moto poco competitiva, ottenendo solo un terzo posto in Repubblica Ceca e il 7º posto finale con 119 punti.

Gábor Talmácsi durante il Gran Premio di Gran Bretagna 2007

Tuttavia per il 2007 Jorge Martínez lo ingaggia e gli affida una Aprilia RSA 125, iridata l'anno precedente con Álvaro Bautista. L'ungherese inizia la stagione con un secondo posto a Losail, battuto da Hector Faubel suo collega di squadra, poi con un successo a Jerez de la Frontera. Seguono un quinto posto a Istanbul e un quarto posto a Shanghai, risultati che lo hanno mantenuto per due gare in testa al mondiale, per poi essere superato da Lukáš Pešek in Cina. Altri due quarti posti, rispettivamente in Francia e al Mugello, lo allontanano dalla vetta della classifica, ma la gara in Catalogna rilancia le sue ambizioni, anche perché, nella stessa gara, i suoi principali rivali per il titolo, Faubel e Pesek, si scontrano eliminandosi a vicenda, mentre Talmácsi giunge secondo. Questo risultato fa sì che Talmácsi torni in testa al Mondiale con 13 punti di vantaggio, ma al successivo Gran Premio di Donington Park è costretto al ritiro per un guasto al motore, mentre in Olanda arriva terzo, dietro a Faubel.

Al Sachsering però Talmácsi riesce ad invertire momentaneamente il suo trend negativo: ottiene la pole position e domina la gara, facendo registrare anche il giro più veloce. Al Gran Premio successivo, in Repubblica Ceca, sembra potersi ripetere, ottiene la pole, ma in gara non riesce ad essere veloce come previsto, e arriva solo quarto mentre Faubel vince. Al Gran Premio di San Marino, corso a Misano Adriatico, è Mattia Pasini a dominare la gara, mentre Talmácsi si gioca il secondo posto in volata con Corsi e Faubel. I due però cadono, lasciando strada libera all'ungherese, che torna così in testa alla classifica.

Il Gran Premio successivo, in Portogallo, si conclude con una vittoria sul filo di lana di Faubel, che beffa Talmácsi all'ultima curva. A Motegi, i due arrivano a posizioni invertite, ma a vincere è Pasini. In Australia, il pilota ungherese arriva solo ottavo, peggior risultato della stagione, per problemi di assetto, mentre il rivale Faubel arriva terzo dietro a Pesek e Olivé, e si porta ad un solo punto di distacco in graduatoria. Talmácsi però non molla, in Malesia parte secondo dietro a Faubel, lo passa e domina la gara fino alla fine, mentre il rivale si deve accontentare del terzo posto, dietro alla KTM di Tomoyoshi Koyama.

La lotta per il titolo si decide così all'ultima gara, a Valencia: Talmácsi ci arriva con 10 punti di vantaggio su Faubel, che, alla vigilia della gara, si lamenta per presunti favoritismi in seno alla squadra, a vantaggio dell'ungherese. In gara la tensione è palpabile, Talmácsi parte dalla pole, Faubel lo supera e vince, ma l'ungherese arriva secondo e si laurea campione del mondo con 282 punti: è il primo ungherese a raggiungere un simile traguardo nel motociclismo.

Nel corso della stagione ha ottenuto altre pole position (Qatar e Catalogna; i suoi compagni di squadra sono stati Faubel e Sergio Gadea.

Talmácsi corre ancora nella classe 125 per la stagione 2008 con il team Bancaja Aspar. Nonostante un inizio sfortunato, causa problemi meccanici, si trova dopo il GP di Misano in terza posizione in classifica, grazie anche a due vittorie (ad Assen e Misano appunto).

La terza, schiacciante, vittoria della sua stagione arriva in Malesia, circa un anno dopo il successo che gli diede una bella fetta di mondiale. Grazie a questo successo, Talmacsi sale in seconda posizione nel mondiale, dietro al già campione del mondo Mike Di Meglio, tuttavia il ritiro nel GP di Valencia lo fa retrocedere al 3º posto in graduatoria dietro anche a Simone Corsi con 206 punti. Ha ottenuto anche un secondo posto in Italia, cinque terzi posti (Cina, Catalogna, Germania, Giappone e Australia) e quattro pole position (Germania, Repubblica Ceca, San Marino e Comunità Valenciana). In questa stagione i suoi compagni di squadra sono stati Gadea e Pere Tutusaus.

Nel motomondiale 2009 esordisce nella classe 250 sempre con l'Aprilia: le ambizioni sono alte ma nella prima gara, quella notturna in Qatar, si deve accontentare di una modesta 10ª posizione. A stagione in corso, dopo solo tre gare disputate, interrompe la collaborazione con il Team Balatonring per questioni di diritti d'immagine e passa a gareggiare nella classe MotoGP con il team Scot Racing motorizzato Honda, avendo per due gare come compagno di squadra Yuki Takahashi, debuttando nel Gran Premio motociclistico di Catalogna 2009[1], terminato in 17ª posizione. Non riesce poi ad andare oltre le posizioni di fondo, ottenendo come miglior risultato un 12º posto in Gran Bretagna e terminando la stagione 17° con 19 punti. In 250 ha terminato 18° con 28 punti, dopo aver ottenuto come miglior risultato un quarto posto in Giappone.

Nel 2010 passa alla nuova classe Moto2 con il team Fimmco Speed Up, con compagno di squadra Andrea Iannone. Ottiene un terzo posto in Aragona e una pole position in Portogallo e termina la stagione al 6º posto con 109 punti.

Resta inattivo per la stagione 2011 e continuando a non trovare un ingaggio anche per il 2012, annuncia il ritiro dal motociclismo sportivo dichiarando di volersi dedicare alle corse automobilistiche di rally nel campionato ungherese.[2] Pochi mesi dopo contravvenendo a quanto dichiarato, si accorda con il team PRORACE per correre il campionato mondiale Supersport con la Honda CBR600RR a partire dal GP di San Marino.

Risultati in gara[modifica | modifica wikitesto]

Motomondiale[modifica | modifica wikitesto]

1997 Classe Moto Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of Italy.svg Flag of Austria.svg Flag of France.svg Flag of the Netherlands.svg Imola-Stemma.png Flag of Germany.svg Flag of Brazil.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Indonesia.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
125 Honda NQ 0
2000 Classe Moto Flag of South Africa.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Portugal.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of Brazil.svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of Australia.svg Punti Pos.
125 Honda 20 0
2001 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of South Africa.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Portugal.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Brazil.svg Punti Pos.
125 Honda 23 21 17 16 14 17 Rit 10 18 9 12 11 6 28 20 Rit 34 18º
2002 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of South Africa.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Portugal.svg Flag of Brazil.svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
125 Italjet e Honda Rit 18 20 Rit Rit 15 Rit 18 11 Rit 4 21 Rit 18 15 20 22º
2003 Classe Moto Flag of Japan.svg Flag of South Africa.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Portugal.svg Flag of Brazil.svg Flag of the Pacific Community.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
125 Aprilia 14 19 19 16 16 9 9 9 6 11 7 8 14 14 9 12 70 14º
2004 Classe Moto Flag of South Africa.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Brazil.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Qatar.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
125 Malaguti Rit Rit 16 13 17 17 19 16 13 Rit 7 8 Rit 8 11 9 43 17º
2005 Classe Moto Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United States.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Japan.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Qatar.svg Flag of Australia.svg Flag of Turkey.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
125 KTM 5 Rit 3 6 1 4 1 NE Rit 4 9 Rit 5 1 7 4 2 198
2006 Classe Moto Flag of Spain.svg Flag of Qatar.svg Flag of Turkey.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of Japan.svg Flag of Portugal.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
125 Honda 8 11 6 4 17 8 8 11 10 14 NE 3 8 9 9 8 8 119
2007 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Turkey.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Portugal.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
125 Aprilia 2 1 5 4 4 4 2 Rit 3 1 NE 4 2 2 2 8 1 2 282
2008 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of Portugal.svg Flag of the People's Republic of China.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of San Marino.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of Japan.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
125 Aprilia 12 Rit 6 3 14 2 3 Rit 1 3 NE 4 1 14 3 3 1 Rit 206
2009 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of San Marino.svg Flag of Portugal.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
250 Aprilia 10 4 7 28 18º
2009 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Japan.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of Catalonia.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of the United States.svg Flag of Germany.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of San Marino.svg Flag of Portugal.svg Flag of Australia.svg Flag of Malaysia.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
MotoGP Honda 17 16 Rit 15 12 13 14 14 14 13 14 16 19 17º
2010 Classe Moto Flag of Qatar.svg Flag of Spain.svg Flag of France.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Catalonia.svg Flag of Germany.svg Flag of the United States.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of Indianapolis.svg Flag of San Marino.svg Flag of Aragon.svg Flag of Japan.svg Flag of Malaysia.svg Flag of Australia.svg Flag of Portugal.svg Flag of the Land of Valencia (official).svg Punti Pos.
Moto2 Speed Up 9 9 5 7 Rit 13 11 6 NE 6 8 7 3 21 Rit 18 8 10 109
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.
Fonte dei dati: motogp.com, racingmemo.free.fr, autosport.com, jumpingjack.nl.

Campionato mondiale Supersport[modifica | modifica wikitesto]

2012 Moto Flag of Australia.svg Flag of Italy.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of San Marino.svg Flag of Spain.svg Flag of the Czech Republic.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Russia.svg Flag of Germany.svg Flag of Portugal.svg Flag of France.svg Punti Pos.
Honda 15 9 12 10 8 6 15 9 44 13º
2013 Moto Flag of Australia.svg Flag of Spain.svg Flag of the Netherlands.svg Flag of Italy.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Portugal.svg Flag of Italy.svg Flag of Russia.svg Flag of the United Kingdom.svg Flag of Germany.svg Flag of Turkey.svg Flag of France.svg Flag of Spain.svg Punti Pos.
Honda Rit 16 19 12 Rit 4 27º
Legenda 1º posto 2º posto 3º posto A punti Senza punti Grassetto=Pole position
Corsivo=Giro più veloce
Gara non valida Non qual./Non part. Ritirato/Non class. Squalificato "-" Dato non disp.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 61075263