Franklin Lashley

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bobby Lashley
Fotografia di {{{nome}}}
Nome Franklin Roberto Lashley
Ring name Blaster Lashley
Bobby Lashley
Lashley
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Junction City
16 luglio 1976
Altezza 191 cm
Peso 122 kg
Allenatore Ohio Valley Wrestling
Debutto novembre 2001
Federazione TNA
Progetto Wrestling

Franklin Roberto Lashley (Junction City, 16 luglio 1976) è un wrestler e artista marziale misto statunitense.

È l'attuale TNA World Heavyweight Champion. È noto per aver lottato nella World Wrestling Entertainment (WWE), dove è riuscito a conquistare l'ECW World Heavyweight Championship per ben due volte e il WWE United States Championship . È stato inoltre il vincitore della Extreme Elimination Chamber Match della ECW, disputatosi a December to Dismember nel 2006.

È Attualmente sotto contratto con la Total Non Stop Action Wrestling TNA.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

World Wrestling Entertainment (2005-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 2003 Lashley firmò un contratto di sviluppo con la WWE. Lottò nella Ohio Valley Wrestling (OVW), la federazione satellite della WWE, con lo pseudonimo Blaster Lashley. Entrò a far parte della stable Bolin Services, assieme a Mike Mondo e Kenny Dykstra. A metà del 2005 Lashley combatté alcuni dark match sia nel roster di SmackDown sia in quello di Raw.

SmackDown e United States Champion (2005-2006)[modifica | modifica wikitesto]

Il 23 settembre 2005 Lashley debuttò ufficialmente a SmackDown con il nome di Bobby Lashley; venne presentato come tre volte National Amateur Wrestling Champion, quattro volte All-American, due volte Campione delle forze armate e Medaglia d'argento 2002 al Military World Championship. Nel suo primo match, al debutto davanti alle telecamere, sconfisse Simon Dean. La sua prima esperienza in un pay-per-view WWE avvenne il 9 ottobre dello stesso anno, quando a No Mercy sconfisse di nuovo Simon Dean. Iniziò quindi un breve feud contro Nunzio e Vito.

L'11 novembre sconfisse Orlando Jordan a SmackDown, guadagnando un posto nel Team SmackDown che a Survivor Series affrontò il Team Raw.

Nei primi mesi del 2006 iniziò un feud con John "Bradshaw" Layfield, culminato nella prima sconfitta di Lashley nella WWE, durante il pay-per-view No Way Out, a causa dell'interferenza di Finlay; Lashley lottò quindi in diversi match contro l'irlandese, perdendo anche un Lumberjack match.

Il 2 aprile partecipò per la prima volta a WrestleMania, nel Money in the Bank vinto da Rob Van Dam. Lashley tentò l'assalto al rinato King of the Ring, qualificandosi per la finale contro Booker T ma perdendo il match a causa dell'interferenza di Finlay. Lashley tuttavia si rifece subito, conquistando il WWE United States Championship contro JBL.

Bobby Lashley con l'ECW Title

Lashley iniziò una rivalità contro Booker T, che per la sua vittoria del KOTR cambiò nome in King Booker, che terminò il 30 giugno a SmackDown con uno Steel cage match vinto da Lashley. Bobby tuttavia perse il titolo degli Stati Uniti contro Finlay. Bobby avrebbe dovuto presenziare a PPV The Great American Bash 2006 contro William Regal e Finlay in un Triple Threat Match per il titolo degli stati uniti detenuto da Finlay, ma la WWE gli impedisce di partecipare all'evento a pagamento perché alcuni test medici rilevano nel fegato del lottatore di colore un tasso enzimatico molto alto, e la WWE decide di non farlo combattere. Ritorna a combattere nella puntata di Smackdown! post PPV e lotta contro Finlay per il titolo degli stati uniti in un re match, ma non riesce a riconquistare il titolo US.

ECW World Champion (2006-2007)[modifica | modifica wikitesto]

Passò alla ECW ed il 3 dicembre vinse l'Extreme elimination chamber match nel corso di December to Dismember, diventando Campione ECW.

Il 28 gennaio difese con successo il titolo in un match con Test nel corso del pay-per-view Royal Rumble.

Perse il titolo il 29 aprile 2007 a Backlash in un Handicap match contro Umaga, Shane McMahon e Vince McMahon. A conquistare la cintura fu Vince McMahon. Vince difese l'alloro dall'assalto di Lashley a Judgment Day 2007, di nuovo in un Handicap match assieme a Shane ed Umaga: Lashley vinse il match, ma poiché ha schienato Shane, il titolo rimase nelle mani del difensore. A One Night Stand 2007 Lashley combatté nuovamente un Handicap match contro Vince, Shane ed Umaga, questa volta vincendo e tornando ad essere ECW Champion.

Raw, rincorsa al WWE Championship e abbandono (2007-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Bobby Lashley in un house of show del 2007

In seguito alla draft lottery svoltasi nel corso della puntata di Raw dell'11 giugno 2007, Lashley passò dal roster della ECW a quello di Raw. Come conseguenza dello spostamento, Lashley venne privato dell'ECW Championship.

A Vengeance 2007 Lashley partecipò ad un match valido per il WWE Championship assieme a Mick Foley, King Booker, Randy Orton ed al campione John Cena. A vincere, confermandosi campione, fu Cena. Il 2 luglio 2007 a Raw il General Manager della serata William Regal annunciò che nel corso della puntata si sarebbe tenuto un torneo valido per l'assegnazione del titolo di "Primo contendente" al WWE Championship detenuto da John Cena in vista di un match da tenersi a The Great American Bash 2007. Per vincere, i wrestler impegnati nei vari incontri avrebbero dovuto battere l'avversario nel minor tempo possibile. Fu Lashley a spuntarla, battendo Shelton Benjamin in quattro minuti e sei secondi. A Great American Bash Cena riuscì a sconfiggere Lashley e a mantenere il titolo.

Dopo questo match Lashley fu costretto ad operarsi alla spalla destra, a causa di un infortunio che si trascinava da tempo.

Pronto per il rientro, Lashley annunciò sul forum del suo sito ufficiale di aver lasciato la WWE. In seguito chiarì che non avrebbe voluto farlo, ma che fu costretto da una serie di situazioni sulle quali non aveva controllo. Affermò inoltre la sua volontà di allenarsi in vista di un debutto nelle arti marziali miste, previsto per ottobre 2008.

Total Nonstop Action Wrestling (2009-2010)[modifica | modifica wikitesto]

Bobby Lashley in un house of show del 2007

Il 19 aprile 2009, nel corso del PPV Lockdown, Lashley fece la sua prima comparsa in TNA, indicando un Kurt Angle stranamente felice di vederlo. Lashley esordì sul ring TNA vincendo un match di coppia con Mick Foley contro Kurt Angle e Kevin Nash dove erano in palio il TNA World Heavyweight Championship e il TNA Legends Championship che vinse Foley durante la puntata di TNA iMPACT! dell'8 agosto 2009, registrata il 22 luglio. A No Surrender 2009 sconfisse Rhino, mentre a Bound for Glory 2009 sconfisse Samoa Joe in un Submission Only match.

Lashley dichiarò di lasciare la TNA per passare alla MMA non dopo il 30 gennaio. Rendendo pubblica la notizia in TNA, ha passato gli ultimi tempi in questa federazione da heel. Durante l'episodio TNA del 28 gennaio, viene licenziato da Eric Bischoff.


Ritorno in TNA (2014-presente)[modifica | modifica wikitesto]

Il 9 marzo 2014 torna in TNA durante il Pay Per View Lockdown affrontando Ethan Carter III in un Open Challenge Steel Cage Match, match che finirà in no contest. I due si affrontano nella puntata di Impact Wrestling del 20 marzo, dove però il match verrà vinto per squalifica Ethan Carter III l'interferenza di Willow che attacca Carter. Mentre nella puntata di Impact Wrestling del 24 aprile batte per Count Out Kenny King. Nella puntata di Impact del 15 maggio si unisce a pestare Eric Young insieme ad MVP e Kenny King, creando una vera e propria stable heel. La settimana seguente batte il campione del mondo dei pesi massimi TNA Eric Young in un match non titolato. La settimana dopo insieme a MVP e Kenny King batte Austin Aries e The Wolves in un six man tag team match. Nella puntata del 5 giugno viene sconfitto insieme ad MVP, Kenny King e Ethan Carter 3° in first blood tag team match da Samoa Joe, Bully Ray, Austin Aries ed Eric Young. La settimana dopo batte nuovamente Eric Young. A TNA Slammiversary XII ci sarebbe dovuto essere il match tra MVP ed Eric Young per il titolo del mondo dei pesi massimi TNA, ma per colpa di un infortunio al menisco di MVP si procede in un match di qualificazione dove Lashely sconfigge Samoa Joe partecipando così al Three-Way Steel Cage match per il TNA World Heavyweight Championship dove affrona Austin Aries e il campione Eric Young, dove a trionfare è quest'ultimo. Nella puntata di Impact Wrestling post-Slammiversary XII sconfigge Eric Young conquistando per la prima volta il TNA World Heavyweight Championship. Nella puntata del 3 luglio difende con successo il titolo del mondo dei pesi massimi TNA dall'assalto di Eric Young per volere del nuovo direttore delle operazioni wrestling TNA Kurt Angle. Il 10 luglio ad Impact si disputa una 20 man battle royal per decretare un nuovo sfidante al titolo contro Lashley. A vincere tale contesa è Jeff Hardy, che affronta la settimana seguente il campione del mondo Bobby Lashley non riuscendo però a strappargli il titolo; dunque Lashley si riconferma ancora campione del mondo dei pesi massimi TNA. La settimana dopo ad Impact ha un diverbio con il campione X Division Austin Aries, che sfiderà Lashley per il titolo del mondo dei pesi massimi TNA a Destination X. Nella puntata speciale di Impact Wrestling denominata Destination X difende con successo il titolo del mondo dei pesi massimi TNA dall'assalto di Austin Aries, confermandosi dunque ancora campione. Due settimane dopo vince in coppia con MVP & Kenny King un six man tag team match, contro Bobby Roode, Austin Aries, & Eric Young. Il 27 agosto sconfigge Tommy Dreamer in un New York street fight match. Nella puntata successiva, viene sfidato dal campione X-Division Samoa Joe per dimostrare chi è il più tosto tra i due. A vincere tale contesa sarà proprio il campione del mondo dei pesi massimi TNA. Nella puntata successiva viene battuto insieme ad MVP & Kenny King da Bobby Roode , Samoa Joe , ed Eric Young in un six man tag team match. Nella puntata speciale della TNA denominata No Surrender difende con successo il titolo del mondo dei pesi massimi TNA dall'assalto di Bobby Roode.

Arti Marziali Miste[modifica | modifica wikitesto]

Franklin Lashley
BobbyLashleyAFL.jpg
Dati biografici
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 191 cm
Peso 122 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Dati agonistici
Specialità Lotta, Lotta libera
Carriera
Combatte da Denver, Colorado
Vittorie 10
per knockout 2
per sottomissione 5
Sconfitte 2
 

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Lashley debutta contro il campione dei pesi massimi Shane Del Rosario a Strikeforce: Miami! ma per ragioni sconosciute, la federazione decise di cambiare il suo avversario. Lashley doveva poi affrontare Jimmy Ambriz il 30 gennaio 2010, ma anche questo match fu cancellato. La prima vittoria per Lashley avve contro l'ex UFC Fighter Wes Sims alla prima ripresa. Lashley doveva comparire in Strikeforce: Los Angeles nel mese di giugno, ma Ron Sparks a causa di un infortunio al ginocchio fece saltare l'incontro. La seconda vittoria per Lashley avvenne contro Chad Griggs a Strikeforce: Houson, il 21 agosto 2010. In questo incontro, Lashley subì una profondo ferita sotto l'occhio sinistro, ma riuscì comunque a disputare la contesa nonostante il continuo sanguinamento. Al termine dell'incontro, dietro le quinte, Lashley è stato visto in barella a causa di una disidratazione.

Il 18 febbraio 2011, la Titan Fighting Championship aveva annunciato la firma di Lashley. Il suo debutto dovesa essere contro James Jack però il 16 marzo 2011, i funzionari della TFC hanno annunciato di aver perso il contatto della sfida contro Jack e invece firmato quello con John Ott. Il ritmo della lotta Lashley-Ott è rallentato drasticamente nel secondo turno, dove Lashley ha cominciato a mostrare i problemi di cuore. È stato in grado di vincere con una decisione unanime, nonostante la sofferenza della malattia. Lashley doveva combattere contro Eddie Sanchez a Titan Fighting Championships 19, ma il 22 luglio 2011, la federazione ha annunciato che Lashley si è ritirato dalla lotta per motivi personali.

Lashley ha firmato un accordo triennale con la federazione Shark Fights e il suo debutto doveva essere contro Darrill Schoonover nel mese di novembre, per il titolo dei pesi massimi. Tuttavia Schoonover si tirò fuori dall'incontro a causa di un infortunio. Lashley doveva poi combattere contro Shark headline, ma anche lui si tirò fuori dal combattimento per motivi ignoti e fu sostituito da Dave Huckaba. Il 7 novembre venne confermato che la lotta con Huckaba era stata cancellata anche questa per ragioni sconosciute. L'11 novembre 2011 Lashley è diventato il nuovo Shark Fights World Heavyweight Champion, sconfiggendo Karl Knothe al primo round.

Il 6 maggio 2012 debutta per la federazione indiana, perdendo tramite voto unanime contro James Thompson.

Nel 2013 vince tre incontri consecutivi in promozioni minori quali Titan FC, GWC e XFL.

Nel settembre 2014 esordisce con una vittoria nella prestigiosa organizzazione Bellator.

Nel wrestling[modifica | modifica wikitesto]

Mosse finali[modifica | modifica wikitesto]

Mosse caratteristiche[modifica | modifica wikitesto]

Soprannomi[modifica | modifica wikitesto]

  • "The Dominator"
  • "The Real Deal"
  • "The God of Thunder" (TNA)
  • "The Boss"
  • "The Beast"
  • "The Monster"
  • "The Destroyer"

Musiche d'ingresso[modifica | modifica wikitesto]

  • "God of Thunder" dei Kiss (OVW)
  • "End to End" di Jim Johnston (WWE)
  • "Unstoppable" di Jim Johnston (WWE)
  • "Unstoppable" V2 di Jim Johnston (WWE)
  • "Hell Will Be Calling Your Name" di Jim Johnston e cantata da Mercy Fall (WWE)
  • "Blow Me Away" dei Breaking Benjamin (AAA)
  • "The Boss" di Dale Oliver (TNA; 2009-2010, 2014-presente)
  • "I'm Me" di Lil Wayne (Circuiti indipendenti)


Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Arti Marziali Miste[modifica | modifica wikitesto]

Bobby Lashley come ECW Champion dopo aver vinto l'Elimination Chamber
  • Shark Fights
    • Campione dei Pesi Massimi (1) attuale
  • Xtreme Fighting League
    • Campione dei Pesi Massimi (1) attuale

Professional Wrestling[modifica | modifica wikitesto]

World Wrestling Entertainment

Total Nonstop Action Wrestling

Pro Wrestling Illustrated

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Regno Unito Karl Etherington Bellator CXXX 24 ottobre 2014 Stati Uniti Mulvane, Stati Uniti
Vittoria 11-2 Stati Uniti Josh Burns Sottomissione (rear naked choke) Bellator CXXIII 5 settembre 2014 2 3:54 Stati Uniti Uncasville, Stati Uniti Debutto in Bellator
Vittoria 10-2 Stati Uniti Tony Melton Decisione (unanime) XFL: Xtreme Fight Night 15 8 novembre 2013 5 5:00 Stati Uniti Tulsa, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Massimi XFL
Vittoria 9-2 Stati Uniti Matt Larson Sottomissione (rear naked choke) GWC: The British Invasion: U.S. vs. U.K. 29 giugno 2013 1 1:38 Stati Uniti Kansas City, MO, Stati Uniti
Vittoria 8–2 Stati Uniti Kevin Asplund Sottomissione (keylock) Titan Fighting Championship 25 7 giugno 2013 2 1:23 Stati Uniti Fort Riley, Stati Uniti
Sconfitta 7–2 Regno Unito James Thompson Decisione (unanime) Super Fight League 3 6 maggio 2012 3 5:00 India Nuova Delhi, India
Vittoria 7–1 Stati Uniti Karl Knothe Sottomissione (keylock) Shark Fights 21: Knothe vs. Lashley 11 novembre 2011 1 3:44 Stati Uniti Lubbock, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Massimi Shark Fights
Vittoria 6–1 Stati Uniti John Ott Decisione (unanime) Titan FC 17: Lashley vs. Ott 25 marzo 2011 3 5:00 Stati Uniti Kansas City, Stati Uniti
Sconfitta 5–1 Stati Uniti Chad Griggs KO Tecnico (sfinimento) Strikeforce: Houston 21 agosto 2010 2 5:00 Stati Uniti Houston, Stati Uniti
Vittoria 5–0 Stati Uniti Wes Sims KO Tecnico (pugni) Strikeforce: Miami 30 gennaio 2010 1 2:06 Stati Uniti Sunrise, Stati Uniti Debutto in Strikeforce
Vittoria 4–0 Stati Uniti Bob Sapp Sottomissione (pugni) Ultimate Chaos 27 giugno 2009 1 3:17 Stati Uniti Biloxi, Stati Uniti
Vittoria 3–0 Stati Uniti Mike Cook Sottomissione (ghigliottina) MFC 21: Hard Knocks 15 maggio 2009 1 0:24 Canada Enoch, Canada
Vittoria 2–0 Stati Uniti Jason Guida Decisione (unanime) SRP: March Badness 21 marzo 2009 3 5:00 Stati Uniti Pensacola, Stati Uniti
Vittoria 1–0 Stati Uniti Joshua Franklin KO Tecnico (stop medico) MFA: There Will Be Blood 13 dicembre 2008 1 0:41 Stati Uniti Miami, Stati Uniti

Condotta in Pay Per View WWE (2005-2007)[modifica | modifica wikitesto]

2005

2006

2007

Condotta in Pay Per View TNA[modifica | modifica wikitesto]

2009

2014

  • TNA Lockdown - Steel Cage Match - Bobby Lashley vs Ethan Carter 3°. NO Contest
  • TNA Slammiversary XII - Winner enter the TNA World Heavyweight Title Steel Cage Match - Bobby Lashley vs Samoa Joe. Vittoria
  • TNA Slammiversary XII - TNA World Heavyweight Title Triple Threat Steel Cage Match - Bobby Lashley vs Eric Young (c) vs Austin Aries. Sconfitta

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling