Sharmell Sullivan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sharmell Sullivan
Fotografia di {{{nome}}}
Nome Sharmell Sullivan
Ring name Storm
Paisley
Sister Sharmell
Sharmell
Queen Sharmell
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Nascita Gary (Indiana)
02 novembre 1970 (1970-11-02) (43 anni)
Residenza Friendswood, Texas
Altezza dichiarata 1.70 cm
Peso dichiarato 57 kg
Allenatore WCW Power Plant
OVW Staff
Dave Finlay
Nora Greenwald
Debutto 1998
Ritiro 2009
Progetto Wrestling

Sharmell Sullivan (Gary, 2 novembre 1970) è una ex-wrestler e modella statunitense,nota per i suoi trascorsi in WWE, ove appariva spesso al fianco di suo marito (anche nella vita reale) Booker T. Nel wrestling ha svolto il ruolo di diva e valletta.

Esordi e Miss Black America[modifica | modifica sorgente]

Sharmell è stata la miglior diplomata del suo liceo e si è laureta all'università Spelman College di Atlanta, in Georgia.

Nel 1991, all'età di 20 anni, vince il concorso Miss Black America[1] dove vi era giunta come Miss Black Indiana.

Dopo la vittoria Sharmell iniziò la carriera di ballerina, facendo tour con alcuni artisti hip-hop e band R&B, compresa una parentesi di tre anni e mezzo con James Brown[2].

Carriera di wrestler professionista[modifica | modifica sorgente]

WCW (1998-2001)[modifica | modifica sorgente]

Sharmell arrivò nella World Championship Wrestling (WCW) nel 1999, come Nitro Girl con il nome di Storm. Quando le Nitro Girls cominciarono ad essere molto impiegate nelle storyline, Sharmell divenne valletta di The Artist sotto il nome di Paisley. Fece il suo debutto in un match singolo il 26 aprile 2000, battendo Tammy Lynn Sytch in una puntata di Thunder.

Quando The Artist venne rilasciato dalla WCW, lei divenne valletta di Kwee Wee. Si alleò inoltre con un'altra Nitro Girl, Tygress, e con questa lottò spesso contro Major Gunns.

Durante gli anni della sua permanenza nella WCW, Paisley fece parte del gruppo pop Diversity 5 assieme ad altre quattro Nitro Girl (Fyre, Spice, Chae e Tygress). Quando nel 2001 passò alla WWF, il suo posto fu preso dalla Nitro Girl Chiquita Anderson.

World Wrestling Federation (2001)[modifica | modifica sorgente]

Poco prima dell'acquisto della WCW da parte della World Wrestling Federation (WWF), Sharmell Sullivan lasciò la WCW e firmò un contratto "di sviluppo" con la WWF. Venne trasferita alla Ohio Valley Wrestling (OVW), federazione satellite della WWF, per migliorare sia dal punto di vista fisico che di entertainment, in vista di un suo lancio come wrestler. Fece da valletta ai Suicide Blondes, utilizzando il ring name di "Sister Sharmell" ed indossando una lunga parrucca bionda. Nel frattempo fece sporadiche apparizioni a SmackDown! come intervistatrice nel backstage, usando il suo vero nome. Le sue apparizioni subirono una brusca frenata per un infortunio al ginocchio che la tenne lontana dal ring per molto tempo e che le fece abbandonare definitivamente l'idea di lottare.

World Wrestling Entertainment (2005-2007)[modifica | modifica sorgente]

"Queen Sharmell" e "King Booker" nel 2006, dopo aver vinto il King of the Ring.

Passò in pianta stabile nel main roster della World Wrestling Entertainment nel 2005 come valletta face di Booker T. Insieme presero parte ad un feud contro Kurt Angle, che prevedeva che il campione olimpico molestasse sessualmente la ragazza. Alla fine divenne heel, iniziando ad intervenire nei match di Booker senza che lui apparentemente se accorgesse. Con gli interventi irregolari di Sharmell, Booker riuscì a strappare lo U.S. Championship a Chris Benoit. Ciò portò al turn heel di Booker T, che confessò di essere sempre stato a conoscenza degli interventi di Sharmell.

Booker T e Sharmell iniziarono un feud con The Boogeyman il quale, durante un match a Wrestlemania 22, baciò Sharmell mentre aveva la bocca piena di vermi.

Dopo la vittoria di Booker T di King of the Ring 2006, i due cambiarono nome in King Booker e Queen Sharmell, ricorrendo ad una gimmick che prevede atteggiamenti pomposi e l'utilizzo di un accento inglese.

Il 6 aprile 2007, in una puntata di Smackdown!, Sharmell tuonò contro Booker, accusandolo di essere un fallimento per non essere riuscito a battere Matt Hardy e dicendogli di non aver più attenzioni nell'onorarla. Quella stessa notte e per fare colpo su Sharmell, Booker T attaccò il World Heavyweight Champion The Undertaker che a sua volta reagì sbattendolo con una Tombstone Piledriver sul tavolo dei commentatori e provocandogli un serio infortunio al collo che lo tenne lontano dal ring per diversi mesi.

Sharmell fu trasferita assieme a King Booker dal roster di SmackDown! a quello di RAW in seguito alla draft lottery svoltasi l'11 giugno 2007 durante un puntata di RAW.

Il 16 ottobre 2007, la WWE annunciò sul suo sito la fine della collaborazione con Sharmell e King Booker.

Total Nonstop Action Wrestling (2007-2009)[modifica | modifica sorgente]

Sharmell e Booker T in un'apparizione presso la Total Nonstop Action Wrestling.

Il suo esordio in TNA avviene durante il Genesis per l'assegnazione del TNA World Heavyweight Championship dell' 11 novembre 2007 e, in quest'occasione, la nuova gimmick assegnatale prevede che attacchi Karen Angle la quale, in precedenza, aveva sostenuto che in TNA il ruolo di "Regina" spettasse soltanto a lei.

Il 6 gennaio 2008, durante il Final Resolution, Sharmell e Booker T combattono insieme contro il tag team formato da Robert Roode e Ms. Brooks e dove, dopo aver schienato quest'ultima con un roll-up, vincono il match. Dopo l'assegnazione della vittoria, il kayfabe della puntata prevede che lei torni sul ring per difendere Ms. Brooks dalle minacce di Roode (il quale la stava incolpando della sconfitta) e rimediare un pugno sul viso che, rompendole la mandibola, costringe Sharmell a restare lontana dal ring per lungo tempo. Farà il suo ritorno durante il TNA Destination X dello stesso anno per frustare (assieme a Booker T) proprio Robert Roode e la sua nuova valletta Ms. Payton Banks e poi vincere ancora, e contro gli stessi avversari, anche durante il Lockdown del 13 aprile.

Sharmell rimane ancora inattiva per qualche tempo prima di ritornare in pubblico durante il Victory Road ed aiutare Booker T non subire un conteggio da schienamento inflittogli da Samoa Joe e permettergli in seguito di vincere il titolo di TNA World Heavyweight Championship.

Nell'Ottobre 2008, quando Booker T entra a far parte della Main Event Mafia (MEM), lei rimane al suo fianco e diventa una delle vallette del gruppo.

Nell'edizione di iMPACT! del 20 novembre viene sfidata da ODB e, durante il Final Resolution, insieme ai due membri femminili di The Beautiful People (Velvet Sky e Angelina Love), vince il match contro il tag team avversario (Taylor Wilde, Roxxi e la stessa ODB).

Nella puntata di iMPACT! del 28 maggio del 2009 e dopo numerosi battibecchi già avvenuti in precedenza, Sharmell, giunta all'ennesima lite con un'altra valletta della MEM (Jenna Morasca), decide di sfidare quest'ultima in un match al Victory Road dove perde, venendo schienata, anche a causa dell'intervento in suo sfavore di Awesome Kong.

Nell'estate del 2009, Sharmell incontra ancora Awesome Kong (in tag team con Raisha Saeed) in una delle eliminatorie del TNA Knockout Tag Title e perde, insieme a Traci Brooks.

Sharmell fa la sua ultima apparizione nel wrestling nel corso del TNA Bound for Glory avvenuto nell'Ottobre del 2009.

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Sharmell incontrò Booker T nel periodo in cui entrambi lavoravano presso la WCW e dopo aver condiviso diversi anni di lavoro e vita privata, nel Maggio del 2005 si sono realmente sposati. La loro famiglia è composta da Brandon (figlio di Booker T e del suo precedente matrimonio) e da due gemelli (un maschio ed una femmina) nati il 5 agosto 2010.

Nel wrestling[modifica | modifica sorgente]

  • Signature moves
    • Bridging roll-up - WCW
    • Camel clutch
    • Eye rake
    • Colpo basso
    • Running crossbody
    • Sharmell-bow (Handspring back elbow smash) - (OVW e WCW)
    • Slap

Titoli e riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Miss Black America
    • Miss Black America (1991)
  • Wrestling Observer Newsletter
    • Worst Worked Match of the Year contro Jenna Morasca nel Victory Road del 2009

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) http://www.brainyhistory.com/events/1991/july_21_1991_165342.html July 21, 1991 in History
  2. ^ http://www.yourmvp.net/sharmell.html A Chat with WCW's "Paisley"

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]