Piledriver (wrestling)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mike Bennett piledriver.jpg

Il Piledriver è una mossa del wrestling professionistico nella quale il lottatore mette la testa dell'avversario in mezzo alle sue gambe, lo alza girandolo gambe all'aria, e lo lascia cadere sedendosi o inginocchiandosi, guidando la testa della vittima a collidere con il suolo. Le Piledriver che finiscono in una posizione seduta si chiamano sit-out piledrivers.

Le più comuni piledriver sono pancia a schiena, o Texas piledriver, e le pancia a pancia tombstone piledriver diffusa da The Undertaker, ma esistono varianti più intricate.

L'uso della piledriver è considerata squalifica nei match wrestling tenuti a Memphis, Tennessee, perché è stata bandita in questa città (ironia della sorte, Jerry Lawler, un wrestler a promoter di quella città, usa la spike piledriver come mossa finale). Nel Messico, la piledriver (chiamata "Martinete") comporta una squalifica ed i wrestler si comportano solitamente come se il loro collo sia rotto. "Martinete" si riferisce di solito alla Tombstone Piledriver, ma è anche usata per altre variazioni.

Variazioni[modifica | modifica wikitesto]

Back to belly piledriver[modifica | modifica wikitesto]

In questa variante l'esecutore, piegato in avanti, solleva l'avversario mettendo la propria testa tra le gambe della vittima (similmente all'Alabama slam). Da questa posizione l'esecutore cade in ginocchio facendo impattare la testa dell'avversario a terra. La paternità di questa mossa si deve al nipponico Takao Ōmori che la utilizza con il nome di Axe Guillotine Driver. In occidente questa manovra è stata resa popolare dal wrestler Frankie Kazarian che la usa come mossa finale con il nome Fade to Black.

Una popolare variante della mossa consiste nel cadere seduti anziché in ginocchio.

Un'altra variante di questa mossa è il cradle back to belly piledriver (conosciuto anche come Sunset Driver), dove l'esecutore, subito dopo il caricamento, blocca le gambe dell'avversario sotto le proprie ascelle, cade in ginocchio facendo impattare la testa dell'avversario a terra. Questa posizione favorisce lo schienamento immediato in stile hurracanrana. Questa variante viene usata dal wrestler Jigsaw con il nome Jig 'n' Tonic e da Greg Marasciulo (meglio conosciuto in WWE come Trent Barreta).

Cradle piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Simile alla Texas piledriver con l'aggiunta di una leg lock. Da una posizione in cui la vittima è piegata in avanti contro il corpo del wrestler, il lottatore prende attorno al corpo dell'avversario e lo alza così che la vittima è tenuta al contrario di fronte alla stessa direzione del wrestler. Poi il wrestler aggancia le sue braccia attorno a una gamba della vittima e cade seduto o in ginocchio con la testa della vittima tra le cosce che cade sul ring.

La mossa fu diffusa dal leggendario wrestler Karl Gotch. Jerry Lynn e Minoru Suzuki la usano come mossa finale. Masahiro Chono e Keiji Mutoh spesso la usano, ma non è una delle loro trademark move.

Double underhook piledriver[modifica | modifica wikitesto]

In questa mossa il lottatore piega l'avversario in avanti, mettendo la testa della vittima tra le gambe ed eseguendo un double underhook (aggancia ogni braccio dell'avversario dietro la schiena dello stesso). Poi lo tira per le braccia sollevandolo in modo che la vittima si trovi con il volto nella stessa direzione del wrestler, e poi cade seduto o in ginocchio con la testa della vittima tra le cosce che impatta con il ring.

Era la mossa finale di Kid Kash nella TNA che la soprannominò Money Maker.

Flip piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Simile alla Texas piledriver, ad eccezione che in questo caso il wrestler, dopo aver posizionato la testa dell'avversario tra le cosce, cinge le proprie braccia attorno alla vita dell'avversario. Successivamente, compie un sunset flip mantenendo sempre la presa, in modo tale da compiere una rotazione di 360° e di concludere la mossa seduto, proprio come in una normale piledriver. Altamente spettacolare, il wrestler Petey Williams nella TNA la usava come mossa finale, chiamandola Canadian Destroyer.

Kryptonite Krunch[modifica | modifica wikitesto]

Anche chiamata Air Raid Crash e con il nome tecnico over the shoulder back to belly piledriver. L'attaccante mette sulle spalle la vittima innestandolo attorno alle ginocchia e lo alza nelle sue spalle così che la testa della vittima dondoli sulla vita dell'attaccante. Il wrestler poi tiene la vittima in posizione tenendo la sua gamba con un braccio e applica un headlock alla vittima con l'altro braccio. La vittima ora è piegata in un cerchio. Poi l'esecutore cade seduto, mettendo la testa della vittima per terra.

La mossa fu chiamata Kryptonite Krunch da Nova, anche se fu eseguita per molti anni con altri nomi come Reality Check e la Schwein. Altre versioni, leggermente modificate, vengono tuttora utilizzate dal wrestler della WWE Finlay, che la chiama Celtic Cross, e dalla Knockout della Total Nonstop Action Gail Kim.

Attualmente è utilizzata come signature da Sheamus, con il nome di White Noise.

Package piledriver[modifica | modifica wikitesto]

In questa variazione, l'impostazione è quasi la stessa di una Texas piledriver, ma invece di prendere la vita dell'avversario, il wrestler mette le braccia sotto le braccia dell'avversario e prende le sue gambe dalle ginocchia. Il wrestler poi si leva con i piedi in su, alza l'avversario finché sono rovesciati, e cade seduto con la testa dell'avversario tra le cosce. Questa variazione è stata diffusa ultimamente da Kevin Steen. Comunque la lottatrice Giapponesi Aja Kong la usava almeno dieci anni fa, considerevolmente nel suo incontro classico con Manami Toyota nel 26 marzo 1995 in All Japan Women's Pro-Wrestling (Zenjo). La mossa era anche usata da Carl Ouellet nella Total Nonstop Action Wrestling, che la chiamava Xecution.

Reverse piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Chiamata anche Belly to Belly piledriver. Il lottatore prende per la vita l'avversario e lo gira alla rovescia. L'esecutore poi cade seduto, guidando la testa dell'avversario al tappeto tra le proprie cosce. Owen Hart era solito utilizzare questa mossa, solo che una volta la eseguì maldestramente su Stone Cold Steve Austin e lo infortunò gravemente al collo e alla colonna vertebrale, infortunio che poi, negli anni a venire, sarebbe stata la principale causa del ritiro del Rattlesnake. Anche l'ex wrestler WWE e WCW Bam Bam Bigelow la utilizzava come mossa finale chiamandola Greetings From Ashbury Park per rendere tributo alla sua città d'origine.

Tombstone piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Undertaker esegue il Tombstone Piledriver su Ric Flair a WrestleMania XVIII

In questa variazione della Reverse Piledriver il wrestler fronteggia l'avversario, lo prende per la vita e lo gira alla rovescia mettendolo sopra una spalla, poi piano lo fa scendere tenendolo premuto contro il proprio addome, oppure può catturare la vittima con un Sidewalk Slam per sollevarla nella posizione verticale (Undertaker una volta ha catturato Orton in procinto di RKO, convertendolo in Tombstone Piledriver). Il lottatore quindi cade con le ginocchia invece di sedersi (oppure salta, variante raramente applicata però), schiantando la testa dell'avversario sul ring. Mossa preferita e resa celebre da The Undertaker, che la usa come finisher dandogli per primo il nome di Tombstone Piledriver(Tombstone significa lapide) seguito fluidamente da uno schienamento incrociando le mani dell'avversario.

La mossa viene utilizzata anche da Kane, da Justin Credible, il quale esegue una rotazione di 180° prima di far cadere l'avversario e la chiama That's Incredible e da Chris Benoit, che addirittura la eseguiva saltando dalla seconda corda.

Scoop side piledriver[modifica | modifica wikitesto]

L'esecutore fa passare il suo braccio destro tra le gambe dell'avversario e quello sinistro intorno al collo. A questo punto l'avversario subisce una rotazione in maniera tale da trovarsi a testa in giù; l'esecutore sposta il braccio sinistro dal collo e con esso avvinghia il dorso. A questo punto l'esecutore effettua un salto e si mette a sedere e facendo battere a terra la testa e la spalla dell'avversario.

Scoop slam piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Avendo l'avversario di fronte, il lottatore mette una mano fra le gambe della vittima, mentre con l'altra circonda il collo della stessa. Poi alza la vittima rigirandolo a testa in giù come nello Scoop slam. Infine l'esecutore si inginocchia tenendo la testa della vittima fra le gambe, mandandola con spalle e collo al tappeto.

La mossa è usata da Hiroyoshi Tenzan con il nome di TTD (Tenzan Tombstone Driver).

Steve Corino usa una variazione che parte avendo l'avversario sulle spalle, poi con una rotazione porta l'avversario nella posizione a testa in giù dello Scoop slam piledriver.

La variazione in cui l'esecutore ricade seduto a gambe larghe e non inginocchiato prende il nome di Michinoku Driver ed è stata resa famosa appunto da TAKA Michinoku.

Sitout scoop slam piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Detta anche Michinoku Driver II dal nome del suo inventore, consiste nell'effettuare una presa in bodyslam sull'avversario, e poi l'esecutore lo fa cadere a terra accompagnandolo sedendosi e, quindi, facendolo cadere in mezzo alle proprie gambe. È la mossa finale del wrestler canadese Vampiro, il quale la chiama Nail in the coffin.

Di questa mossa ne esiste una variante dove l'esecutore, invece di afferrare l'avversario con una presa in bodyslam, lo afferra in posizione di fisherman suplex e, dopo averlo sollevato sempre in posizione fisherman, gli fa compiere una rapida rotazione di 180° e lo fa cadere al suolo con la schiena come nella parte finale della Michinoku Driver II. Questa variante è utilizzata dall'ex wrestler della Total Nonstop Action Senshi che, quando si faceva chiamare Low Ki, la nominò Ki Krusher

Spike piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuto anche come Stuff Piledriver o Jumping Piledriver. L'avversario è inizialmente piegato in avanti, con la testa in direzione della pancia dell'esecutore; viene quindi preso all'altezza della pancia ed innalzato in modo che entrambi guardino nella stessa direzione. L'esecutore a questo punto salta e cade sedendosi.

Anche l'Aided piledriver (eseguita da due wrestler) è un esempio di Spike piledriver.

Texas piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Conosciuto anche come belly-to-back piledriver (piledriver pancia a schiena), è la classica tecnica di piledriver. Si parte dalla stessa posizione dello Spike piledriver e termina con l'impatto a terra della testa dell'avversario tra le gambe dell'esecutore.

Nonostante questo piledriver sia molto comune esso identifica diversi wrestler che la utilizzano come finisher; Harley Race, Jerry Lawler, e Paul Orndorff ne sono un esempio.

Reverse tombstone piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Variazione della Texas piledriver. Invece di cadere seduto, il wrestler cade sulle ginocchia. Questa mossa è a volte riferita alla Spike piledriver.

Lottatori famosi che utilizzano la mossa: Dory Funk, Jr., Hiromichi Fuyuki, Chris Jericho

Vertabreaker[modifica | modifica wikitesto]

Una delle mosse più spettacolari e pericolose; è stata inventata da una donna, la wrestler giapponese Megumi Kudo; il nome con cui la mossa è altrimenti conosciuta è infatti Kudo Driver o The Kudome Valentine.

L'esecutore pone l'avversario chinato davanti a se a 90°, dando quindi l'idea di voler eseguire una piledriver, solo che, invece, applica un Reverse Underhook, prendendo il braccio destro dell'avversario con il proprio braccio destro, e il sinistro con il proprio sinistro. Così facendo, l'esecutore si trova schiena a schiena con l'avversario. A questo punto il wrestler che sta effettuando la mossa gira su sé stesso, in modo da trovarsi con il viso rivolto a terra e con l'avversario che poggia la sua schiena sulla propria. L'esecutore si alza, mettendo l'avversario a testa in giù ma mantenendolo grazie alle braccia; a questo punto l'esecutore si siede facendo battere la testa all'avversario.

È evidente la pericolosità di questa mossa, non essendovi, per colui che la subisce, la classica protezione delle gambe dell'avversario (come avviene nella stragrande maggioranza dei normali piledriver). La buona esecuzione di questa mossa dipende quindi esclusivamente dalla forza dell'esecutore e dalla sua capacità di coordinazione.

È anche conosciuto con il nome di reverse gory special piledriver o back to back double underhook piledriver. Utilizzano (o utilizzavano) questa mossa: The Hurricane (l'attuale nome di questo piledriver è dovuto proprio a lui) e Homicide (Da Cop Killa / Kudo Driver). E Anche la finisher dell'ex wrestler della WWE Heidenreich

Vertical suplex piledriver[modifica | modifica wikitesto]

Meglio conosciuta come Steiner Screw Driver o PilePlex. Il lottatore applica una front facelock all'avversario, aggancia il braccio più vicino della vittima sulla sua spalla e lo solleva in posizione Vertical Suplex. Il lottatore ruota la vittima di 180°, forzando l'avversario in posizione Tombstone piledriver, quindi cade seduto, guidando la testa dell'avversario sul ring. Scott Steiner ha reso famosa la mossa, dopo averla imparata in Giappone.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling