Distretti della Slovacchia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Slovacchia

Questa voce è parte della serie:
Politica della Slovacchia








Altri stati · Atlante

Un okres (in italiano distretto) è un'unità amministrativa della Slovacchia, inferiore alla Regione e superiore al comune.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Molti distretti formano una "Regione" (in lingua slovacca: "kraj"). Un distretto, invece, consiste di diversi comuni (in slovacco: "obec").

Mentre sia le Regioni che i Comuni sono unità di divisione amministrativa e entità autogovernanti, i distretti sono un po' più di mere unità statistiche. Nel tardo XX secolo, la situazione era differente, in quanto ogni distretto aveva il proprio Ufficio del Distretto (Okresný úrad), che rappresentava lo Stato nel distretto, ma dal 1º gennaio 2004, questi uffici vennero aboliti e rimpiazzati da Uffici di Circuito (Obvodný úrad), che sono di solito responsabili per diversi distretti (eccetto per il Distretto di Nové Zámky, che è l'unico distretto con due Uffici di Circuito), e hanno responsabilità minori.

La Slovacchia ha attualmente 79 distretti: la capitale Bratislava è divisa in 5 distretti, e la città di Košice in 4. I distretti sono chiamati come la principale città che vi sorge.

Le attuali divisioni amministrative sono state introdotte nel 1997. Secondo alcuni studiosi questa divisione rispecchierebbe la volontà di limitazione dei diritti degli ungheresi.Secondo tali studiosi dopo la dissoluzione della Federazione cecoslovacca il sentimento antiungherese, uno dei pilastri del nazionalismo slovacco, divenne parte delle fondamenta del nuovo stato danubiano. Le pressioni della comunità internazionale e le preoccupazioni legate ai rischi di un fallimento del processo di integrazione del paese nell’UE cercarono di mitigare le concrete manifestazioni di discriminazione. Nel 1995 si arrivò ad un “trattato di buon vicinato e amichevole collaborazione” tra Ungheria e Slovacchia. Quest’ultima però ne dette una interpretazione restrittiva, mantenendo lo slovacco come lingua ufficiale del paese, in netto contrasto con l’impegno - assunto nell’accordo - di difendere i diritti della minoranza ungherese, fra i quali il pieno riconoscimento del diritto all’insegnamento nella propria lingua madre, oltre che all’uso nei procedimenti amministrativi e nei documenti. In tale ottica la riorganizzazione del territorio operata dalla legge del primo gennaio 1997 - che ha portando il numero delle regioni da 4 a 8 (con 79 province) - sarebbe servita a castrare ogni reale possibilità di poter ottenere qualche diritto in più (magari sul modello sudtirolese) da parte della minoranza ungherese, che - nonostante costituisca un blocco territoriale unico al confine con l'Ungheria - adesso si trova divisa in quattro regioni dove la percentuale ungherese è sotto i limiti minimi previsti dalla legge per l'implementazione della protezione in favore delle minoranze[1].

Elenco di distretti della Slovacchia[modifica | modifica sorgente]

Slowakei okresy.png

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Claudio Cerreti e Nadia Fusco, Geografia e minoranze, Carocci, Roma, 2007, 136-141

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Slovacchia Portale Slovacchia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Slovacchia