Regioni economiche della Russia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Regioni economiche della Russia:

██ Centrale

██ Terra nera centrale

██ Siberia orientale

██ Estremo Oriente

██ Settentrionale

██ Caucaso settentrionale

██ Nordoccidentale

██ Volga

██ Urali

██ Volga-Vjatka

██ Siberia occidentale

██ Kaliningrad

Le regioni economiche della Russia (in russo: экономи́ческие райо́ны, ėkonomičeskie rajony?) sono delle ripartizioni a fini economici e statistici del territorio della Federazione russa.

Le regioni economiche sono costituite da gruppi di unità amministrative individuati in base a caratteristiche condivise, fra cui:

  • la situazione economica e il potenziale di sviluppo;
  • le caratteristiche climatiche, ecologiche e geologiche;
  • le condizioni di vita medie della popolazione.

Nessun soggetto federale russo può appartenere a più di una regione economica.

Le regioni economiche sono a loro volta raggruppate in zone economiche (chiamate anche macrozone). La creazione o la soppressione delle regioni economiche o delle zone economiche, così come i cambiamenti della loro composizione, sono decise a livello del governo federale russo.

La divisione del territorio in regioni economiche è diversa da quella in distretti federali, dal momento che le prime hanno scopi economici e statistici, i secondi esclusivamente amministrativi.

Nel territorio russo vengono individuate 12 regioni economiche (indicate nella tabella a fianco).

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]