Diocesi di Trapani

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Diocesi di Trapani
Dioecesis Drepanensis
Chiesa latina
Cattedraletrapaniesterno.JPG
Suffraganea dell' arcidiocesi di Palermo
Regione ecclesiastica Sicilia
  Diocesi di Trapani.png
Provincia ecclesiastica
Provincia ecclesiastica della diocesi
Collocazione geografica
Collocazione geografica della diocesi
Vescovo Pietro Maria Fragnelli
Vicario generale Liborio Palmieri
Vescovi emeriti Francesco Miccichè
Sacerdoti 112 di cui 77 secolari e 35 regolari
1.850 battezzati per sacerdote
Religiosi 43 uomini, 171 donne
Diaconi 17 permanenti
Abitanti 208.084
Battezzati 207.300 (99,6% del totale)
Superficie 1.089 km² in Italia
Parrocchie 94
Erezione 31 maggio 1844
Rito romano
Cattedrale San Lorenzo
Indirizzo Via Giovanni XXIII 1, 91100 Trapani, Italia
Sito web www.diocesi.trapani.it
Dati dall'Annuario Pontificio 2011 * *
Chiesa cattolica in Italia

La diocesi di Trapani (in latino: Dioecesis Drepanensis) è una sede della Chiesa cattolica suffraganea dell'arcidiocesi di Palermo appartenente alla regione ecclesiastica Sicilia. Nel 2010 contava 207.300 battezzati su 208.084 abitanti. È attualmente retta dal vescovo Pietro Maria Fragnelli.

Territorio[modifica | modifica sorgente]

La diocesi comprende la città di Trapani e i comuni della parte settentrionale della provincia di Trapani: Paceco, Valderice, Erice, San Vito Lo Capo, Custonaci, Buseto Palizzolo, Castellammare del Golfo, Alcamo, Calatafimi-Segesta, Isole Egadi.

Confina con le diocesi di Palermo ad est e di Mazara del Vallo a sud.

Sede vescovile è la città di Trapani, dove si trova la cattedrale di San Lorenzo.

Il territorio è suddiviso in 94 parrocchie.

Storia[modifica | modifica sorgente]

La diocesi fu eretta il 31 maggio 1844 con la bolla Ut animarum Pastores di papa Gregorio XVI, ricavandone il territorio dalla diocesi di Mazara del Vallo.

Il territorio della diocesi originariamente comprendeva: Trapani, Monte San Giuliano (ora Erice), Paceco, Xitta, Favignana, Pantelleria e loro pertinenze.

Il 15 settembre 1950 furono approvate ampie variazioni territoriali: la diocesi annetté le città di Alcamo, Calatafimi e Castellammare del Golfo, che erano appartenute alla diocesi di Mazara del Vallo, a cui fu restituita la giurisdizione sull'isola di Pantelleria.

Cronotassi dei vescovi[modifica | modifica sorgente]

Prelati originari della diocesi[modifica | modifica sorgente]

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

La diocesi al termine dell'anno 2010 su una popolazione di 208.084 persone contava 207.300 battezzati, corrispondenti al 99,6% del totale.

anno popolazione sacerdoti diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per sacerdote uomini donne
1950 139.100 139.603 99,6 86 50 36 1.617 43 228 30
1970 207.043 209.659 98,8 114 113 1 1.816 50 76
1980 199.000 203.200 97,9 144 95 49 1.381 1 56 334 82
1990 199.000 203.575 97,8 132 85 47 1.507 1 54 266 94
1999 204.350 204.455 99,9 124 80 44 1.647 4 48 228 87
2000 203.207 204.157 99,5 125 80 45 1.625 5 54 229 94
2001 202.490 203.584 99,5 122 76 46 1.659 5 52 217 94
2002 203.408 203.424 100,0 123 77 46 1.653 8 50 226 94
2003 203.401 203.415 100,0 116 73 43 1.753 8 49 210 94
2004 197.982 202.018 98,0 117 73 44 1.692 10 50 164 94
2010 207.300 208.084 99,6 112 77 35 1.850 17 43 171 94

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]