Bastoncini di zucchero

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bastoncini di zucchero
A sinistra un bastoncino di zucchero tradizionale ed a destra uno prodotto dalla Nestlé
A sinistra un bastoncino di zucchero tradizionale ed a destra uno prodotto dalla Nestlé
Origini
Altri nomi Candy cane
Luogo d'origine Stati Uniti Stati Uniti
Dettagli
Categoria dolce
Ingredienti principali
  • zucchero
  • aromi
  • coloranti
 

I bastoncini di zucchero sono un tipo di caramella dura e allungata, dalla forma di bastone. Sono tradizionalmente costituiti da due fasce intrecciate di colore bianco e rosso, al sapore di menta o cannella, benché siano in commercio numerosissime varianti sia di gusto che di colore.

Nelle loro prime forme erano semplicemente dei bastoncini bianchi per bambini, privi di qualunque aspetto di bastone, e benché non sia certo il momento in cui essi sono apparsi per la prima volta, è dimostrato che già da metà del diciassettesimo secolo erano molto diffusi in Europa.

Tradizionalmente è associato al periodo natalizio soprattutto nel mondo occidentale. Infatti nell'America del nord, i primi esempi di utilizzo dei bastoncini di zucchero per festeggiare il Natale sono documentati intorno all'anno 1847, quando un emigrato di origini tedesche-svedesi di nome August Imgard appese un bastoncino di zucchero su un albero di Natale. Le cartoline di Natale dei decenni successivi iniziarono a mostrare alberi di Natale addobbati con bastoncini di zucchero.[1]

La prima ditta a produrre i bastoncini di zucchero fu la Bobs Candies di Bob McCormack negli anni venti del XX secolo, benché la produzione di massa iniziò soltanto negli anni cinquanta grazie alle innovazioni tecnologiche.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il Candy Cane, tradizione del Natale americano in Mente Golosa. URL consultato il 26 giugno 2014.
  2. ^ Bastoncini di zucchero Natalizi in bonappetit. URL consultato il 26 giugno 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]