Speculoos

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Speculoos
Speculoos: barca, fattoria, elefante, cavallo
Speculoos: barca, fattoria, elefante, cavallo
Origini
Altri nomi speculaas
Luoghi d'origine Belgio Belgio
Paesi Bassi Paesi Bassi
Dettagli
Categoria dolce
Ingredienti principali farina, zucchero di canna, burro, cannella
 

Gli speculoos sono biscotti alla cannella tipici del Belgio e dei Paesi Bassi (dove sono chiamati speculaas), preparati tradizionalmente per la ricorrenza di San Nicola, sono ormai disponibili come prodotto dolciario in qualsiasi periodo dell'anno.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Intorno all'origine del nome speculoos non vi è alcuna certezza ma solo talune ipotesi tradizionali: alcuni ritengono derivi dal latino speculum che significa "specchio", altri invece suggeriscono la parentela con un altro termine latino, "species” nel suo significato traducibile con "spezie", per altri ancora il nome deriva dalle "formine" tipiche che si usano per dare l'aspetto a questi biscotti, normalmente di legno intagliato e raffiguranti personaggi in abiti tradizionali, che con una leggera pressione vengono "incisi" sulla pasta del biscotto, "specularmente".

Ingredienti e preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Ingredienti: 850 g di farina, 1 kg di zucchero di canna, 250 g di burro, 2 cucchiaini di cannella in polvere, 1 cucchiaino di bicarbonato

Preparazione: impastare burro e zucchero aggiungendo poco a poco farina, bicarbonato, cannella e non più di 1 dl d'acqua. Lasciare riposare per 2 ore, poi stendere l'impasto e ritagliarlo utilizzando stampini di alluminio. Deporre le sagome su una teglia imburrata, riscaldare in forno per 10-15 minuti a calore medio.[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ufficio belga per il turismo

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina