Baba ganush

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Baba ganush
Versione siriana del Baba ganush
Versione siriana del Baba ganush
Origini
IPA /ˈbaːba gaˈnuːʃ/
Altri nomi babaganuş
Luoghi d'origine Siria Siria
Turchia Turchia
Diffusione Medio oriente
Europa
Subcontinente indiano
Africa
Dettagli
Categoria salsa
Ingredienti principali melanzane
spezie
 

Il baba ganush, conosciuto anche come caviale di melanzane[1], è una salsa di origini medio orientali composta principalmente da polpa di melanzane e spezie varie. È originaria del Medio Oriente ma è diffusa anche nel Nord Africa In diverse varianti.

Ingredienti (dosi per 8 persone)[modifica | modifica wikitesto]

  • 1 spicchio di aglio
  • pepe q.b.
  • sale q.b.
  • succo di 1 limone
  • 2 melanzane medie (circa 600 gr)
  • qualche foglia di menta
  • olio
  • 50 gr di Tahina

Preparazione[modifica | modifica wikitesto]

Altri nomi
  • (AR) بابا غنوج, baba-ganuj
  • (TR) patlıcan salatası
  • (EL) μελιτζανοσαλάτα, melitzanosalata
  • (RO) salata de vinete
  • (HI) bharta baingan
  • (MR) vangyache bharit
  • (HU) padlizsánkrém

Nonostante le molteplici varianti, data la vastità della diffusione del piatto, il metodo di preparazione più comune consiste nel cuocere in forno o grigliare le melanzane per poi pelarle ottenendo una polpa molle e dal retrogusto leggermente affumicato[2]. Successivamente bisogna condirla con olio, sale, pepe e aromatizzarla con aglio, succo di limone e tahina. Amalgamare il tutto e spolverare con menta tritata. Viene consumato solitamente come antipasto oppure è ottimo per accompagnare le falafel, utilizzato come salsa assieme ai tipici pani arabi come pita e naan. Spesso viene accompagnato con dell'hummus.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Babà ganush o caviale di melanzana, Il mondo di Luvi, 9 aprile 2004. URL consultato il 16 dicembre 2010.
  2. ^ Khayat & Keatinge

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Marie Karam Khayat, Margaret Clark Keatinge, Food from the Arab world, Glendale (California), Vassilians, 1965, ISBN 2-902874-00-6.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

cucina Portale Cucina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cucina