Jalebi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jalebi
Jalebi serviti in Asia meridionale
Jalebi serviti in Asia meridionale
Origini
Luogo d'origine India India
Diffusione Asia meridionale, Medio Oriente
Dettagli
Categoria dolce
Ingredienti principali sciroppo, limone, acqua di rose
Varianti Jaangiri or Imarti
 

I jalebi, o imaratee o jilawii (ed a volte jalibi[1]) è un dolce tipico della Persia e delle zone del Subcontinente indiano come l'India, il Pakistan, lo Sri Lanka, il Nepal, ed il Bangladesh. Sono fatti di pastella fritta in forma di pretzel o a forma circolare, che vengono poi inzuppati nello sciroppo.

Questi dolci vengono serviti caldi o freddi. Hanno una consistenza interna leggermente gommosa ed una superficie esterna più dura per via dello zucchero cristallizzato che fa da rivestimento esterno. Allo sciroppo spesso sono aggiunti o sostituiti altri prodotti come il succo di limone, l'acqua di rose o altri aromi come il kewra.

Un dolce simile è l'imarti, che è di colore arancione-rosso e di sapore più dolce e viene realizzato negli stati dell'India settentrionale, inclusi Uttar Pradesh, Rajasthan e Madhya Pradesh. Il chhena jalebi, è invece una varianete fatta con il chhena, popolare in alcune zone come Rajasthan, Bengal, e Orissa, benché la sua forma può essere molto diversa da luogo a luogo.

In India i jalebi vengono serviti come dolci delle feste, specialmente durante le festività come il Giorno dell'indipendenza e la Festa della Repubblica, durante le quali vengono serviti in uffici governativi, strutture di difesa e altre organizzazioni. Similarmente, il jalebi è uno dei dolci più popolari in Pakistan. Viene usato come rimedio per il mal di testa in alcune parti del Pakistan, dove viene servito dopo averlo fatto riposare nel latte bollente.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Festival Feasts