Puri (gastronomia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Puri
Puri servito in un ristorante indiano.
Puri servito in un ristorante indiano.
Origini
IPA /ˈpuːri/
Altri nomi Boori
Luogo d'origine India India
Diffusione Asia meridionale
Medio oriente
Dettagli
Categoria contorno
Ingredienti principali Farina Atta
Varianti Bhatura
Luchi
Sev Puri
 

Il puri, o poori (ˈpuːri), è un pane azimo indiano non lievitato, consumato principalmente in India, Pakistan, Turchia e Bangladesh come prima colazione, snack o pasto veloce. Viene inoltre servito solitamente assieme ad altri piatti vegetariani durante le funzioni cerimoniali e come parte dell'offerta agli Dei nel prasadam. La parola puri significa letteralmente pane in lingua georgiana e proviene dalla parola in sanscrito पूरिका (pūrikā).

Altri nomi
  • (HI) पूरी (pūrī)
  • (UR) بوری
  • (TA) பூரி (pūri)
  • (KN) ಪೂರಿ (pūri)
  • (OR) ପୁରି (pori)
  • (TE) పూరి (pūri)
  • (TR) (Puf böreği)

Preparazione[modifica | modifica sorgente]

Il puri viene preparato tramite un impasto di farina Atta integrale e sale[1], steso poi tramite un mattarello e fritto in burro ghee o olio vegetale. In Pakistan e altre parti dell'India come il Bengala Occidentale e l'Uttar Pradesh, il puri è solitamente preparato con farina Maida anziché l'Atta. Durante la frittura l'impasto si gonfia diventando leggermente sferico. Quando inizia a diventare di colore biondo dorato, viene rimosso e servito caldo.

Varianti[modifica | modifica sorgente]

Puri indiani con varie salse di accompagnamento.

La variante più nota del puri è la bhatura (o bhatoora) che è almeno tre volte più grande del puri e viene servita assieme al chana masala, un curry di ceci piccante. Viene inoltre utilizzato un diverso tipo di farina: mentre per il puri si utilizza farina integrale, per la bhatura si usa sempre la farina Maida, che è ne permette la lievitazione.

Altre varianti molto popolari sono il luchi, consumato negli stati orientali come il Bengala Occidentale e Orissa, o il sev puri, servito come snack per le strade assieme al chaat.

Consumo[modifica | modifica sorgente]

Il puri viene spesso accompagnato con varie salse, come il saagu, o il masala di patate ("alu palya" nel Karnataka); ma anche dal dessert halva, la korma, il chana masala o una zuppa di lenticchie chiamata dal. In alcune parti dell'India durante la celebrazione del Puja, il puri viene servito come accompagnamento a vari piatti a base di verdure e al mistanno, un dolce a base di riso, latte e zucchero.

Galleria immagini[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Sunetra Humbad, Amy Schafer Boger, Puri Recipe in Indian Vegetarian Cooking at Your House (Healthy World Cuisine), Book Publishing Company, 1995, ISBN 978-1-57067-004-6.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Progetti correlati[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Ricetta passo passo per la preparazione del Puri.